Il doppio ex: “La sceneggiata di Belotti va punita. Per la Fiorentina un punto importante”

Sandro Cois, ex di Fiorentina e Torino, ha commentato quanto successo nella partita di ieri, in particolare l’episodio fra Belotti e Milenkovic

di Redazione VN
Belotti - Milenkovic

Sandro Cois, doppio ex di Fiorentina e Torino, è intervenuto all’indomani della gara del “Grande Torino”, ai microfoni di Radio Sportiva:

Torino-Fiorentina? Punto importantissimo per la Fiorentina, soprattutto per come si era messa la partita. Per il Torino invece è un’occasione persa, poteva approfittare per fare un salto in classifica. Non mi è piaciuta la direzione di Di Bello: il rigore non dato su Lukic, l’espulsione di Milenkovic, la sceneggiata di Belotti. Eviterei atteggiamenti del genere, punirei il gesto del capitano del Torino. Ribery? La Fiorentina deve tenerlo in rosa, i grandi campioni fanno sempre bene e basta una giocata per fare la differenza, non avrei dubbi nel rinnovargli il contratto. Belotti? Anche qui, non avrei dubbi nel rinnovargli il contratto, è fondamentale per il Torino. Amrabat? Sta crescendo, all’inizio sembrava smarrito, con Prandelli sta ha cambiato ruolo e sta esprimendo le sue caratteristiche.

TURIN, ITALY – JANUARY 29: Franck Ribery of Fiorentina celebrates with team mates after scoring the first goal during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on January 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fa_774 - 4 settimane fa

    Forse adesso si capisce un po meglio perche Belotti non e mai diventato un grande giocatore. Piccolo uomo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Horsenoname - 4 settimane fa

    Io mi auguro che il giudice sportivo punisca Belotti per questa cosa , comunque una squadra che non è capace di vincere 11 contro 9 , merita veramente di scendere in B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Wolfgang - 4 settimane fa

    Belotti, detto “Il Gallo”, è stato dimesso dall’ospedale? Penosa, ridicola e disgustosa sceneggiata di un giocatore che pensavo fosse una persona seria. Certi comportamenti andrebbero sanzionati severamente con la prova televisiva. E’ un malcostume che deve essere stroncato. Dybala e Chiesa giocherebbero 3 partite all’anno se ci fosse serietà da questo punto di vista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MAXgobbomai - 4 settimane fa

      Quando la tua squadra deve assolutamente fare punti o vincere purtroppo ci si attacca a tutto, cosí ha fatto Belotti, sfruttando il gesto infantile e macista di Milenkovic e le direttive date a gli arbitri dopo il caso lukaku-ibra.
      Nikola sicuramente se l’é cercata e poteva tranquillamente risparmiarsela, mentre l’arbitro non ha visto la plateale esagerazione del gallo, con tanto di ghiaccio e urla che nemmeno dopo aver pestato una mina, tanto meno il VAR che é rimasto in silenzio.
      Mi incazzerei molto di piú con il nostro giocatore e in secondo luogo con il direttore di gara e assistenti vari, solo alla fine e se mi avanza del tempo con Belotti; anche perché, in tutta franchezza, a parti invertite saremo tutti qui a difendere Milenkovic e dire che Belotti é stato “”poco furbo” a cercarsi il testa a testa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. antonio capo d'orlando - 4 settimane fa

        Avevo fatto dei commenti su cairo, ma la redazione ha provveduto a non pubblicarli. Cosa non si fa per un pezzo di pane….. FV

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ViolaBelugi - 4 settimane fa

        Non sono d’accordo. Per una qualsiasi simulazione prevederei un anno di squalifica e in caso di recidiva la radiazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Renato - 4 settimane fa

        Non sono d’accordo: sono per un calcio pulito e le simulazioni mi hanno sempre fatto schifo, ancor più se fatte da giocatori della mia squadra. Chiesa è un ottimo calciatore, per esempio, ma è anche un simulatore seriale (come il suo collega Dybala) e Gasperini aveva ragione quando lo sosteneva.La simulazione è la celebrazione, la “sublimazione” della disonestà e della della mancanza di etica: è l’antisportivià scambiata spesso per “malizia” che viene anche insegnata nelle scuole calcio nostrane.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy