CorSport duro su Belotti: “Che brutta sceneggiata. Perfino il ghiaccio…”

Il giudizio sull’episodio chiave che ha costretto la Fiorentina a giocare in 9 contro 11 dal 70′

di Redazione VN
Belotti - Milenkovic

Non è sicuramente passato in osservato l’episodio chiave della sfida di ieri sera tra Torino e Fiorentina. Intorno al 70′ Milenkovic e Belotti vanno a contatto, in un episodio che sembra (con le dovute proporzioni) un déjà vu di quanto accaduto tra Lukaku e Ibrahimovic nel tanto contestato derby di Coppa Italia. In questo caso però la valutazione dell’arbitro è diversa, non una doppia ammonizione, ma bensì un rosso diretto al centrale viola e un giallo all’attaccante granata. Nelle pagelle del Corriere dello Sport sul giudizio di Belotti pesa moltissimo quanto accaduto. Ecco la valutazione della prova dell’attaccante, che nonostante la rete segnata arriva soltanto alla sufficienza. “Belotti, 6: Che brutta la sceneggiata. Perfino la borsa del ghiaccio, nemmeno se Milenkovic avesse un’incudine in cima al collo. In partita è presente, con l’assist per la traversa di Zaza e poi mettendosi in proprio con la rete dell’1-1.“. Lo stesso giornale non esenta da colpe il centrale serbo, ingenuo nella circostanza, ma punito ingiustamente dall’arbitro (La Moviola, Di Bello sbaglia tutto): “Milenkovic 5: Potrebbe evitare, anzi, dovrebbe evitare quel testa a testa con Belotti. Ma di sicuro non merita il rosso. Sulla traversa di Zaza sbaglia il controllo su Belotti che fa l’assist. Sale spesso nella metà campo granata.

L’analisi: “Ribery e Di Bello, ecco i protagonisti di Torino-Fiorentina”

TURIN, ITALY – JANUARY 29: Andrea Belotti of Torino scores during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on January 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

 

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. progetto viola - 1 mese fa

    Vorrei un’opinione dal Sig.Gasperini visto che se ne intende perché mise alla gogna Chiesa con l’epiteto sia simulatore….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iG - 1 mese fa

    La partita la vincevi anche in 9 se solo Prandelli avesse cambiato Biraghi con Caceres e bonaventura non con esseryc ma con valero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bob - 1 mese fa

      La partita è stata giocata bene perché in panchina c’era Prandelli che devi ancora ringraziare per essere venuto al posto di cappellino

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LupoAlberto - 1 mese fa

    Belotti è stato furbo: erano testa a testa da un secondo o due, Milencovich continuava a spingere e lui si è ritratto indietro di scatto dando l’impressione di aver ricevuto una testata (anche il movimento improvviso in avanti della testa di Milencovich quando gli è mancata la resistenza della testa di Belotti ha aiutato la pantomima). Ok, ma la correttezza sportiva non dovrebbe essere obbligatoria? Tutti i rantoli e la necessità del ghiaccio erano chiaramente un modo per ingannare l’arbitro, e questo dalle immagini TV non è equivocabile. Se un contatto leggero può essere accentuato ed è difficile capire di quanto, l’assenza di contatto chiara delle immagini registrate non permette dubbi.
    E allora i giudici sportivi non dovrebbero intervenire? L’arbitro ha giudicato sul campo, ma è stato tratto in inganno volutamente. Lo so che purtroppo non è possibile, ma per me quando ci sono immagini che non lasciano dubbi (la famosa “prova televisiva”), se l’arbitro viene tratto in inganno ci dovrebbe essere una punizione. Io sarei per autorizzare l’arbitro a interrogare ufficialmente il giocatore (tipo: hai segnato toccando la palla di mano?), e se poi si scopre che ha mentito darei una dura condanna a chi non è sportivamente corretto, con tanto di punti persi per la squadra che si è avvantaggiata dell’episodio. Solo così abbiamo speranza che la smettano, invece ora sono tutti contenti, tanto che continuano ad insegnare anche ai pulcini a fare le sceneggiate o negare i falli, che è una cosa indegna.
    E intendiamoci, la punizione l’avremmo meritata anche noi in altre situazioni… vero Chiesa?
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 1 mese fa

      Allora hai scritto un oapiro quando tutto si dovrebbe spiegare in 3 lettere VAR

      che però funziona solo x chi oaga di più evidentemente o in base alle simpatie o tifo di chi lo amministra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vilipendio - 1 mese fa

      Belotti non è stato furbo.
      È stato uno schifoso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. I'Generale - 1 mese fa

    In un mondo ideale, nel quale ognuno fa il suo mestiere decorosamente, oggi tutte le testate giornalistiche dovevano riportare la foto di belotti con la borsa del ghiaccio con titolo: BUFFONE!
    E sottotitolo: con una plateale simulazione non degna di un giocatore della nazionale il giocatore ha platealmente indotto l’arbitro ad una interpretazione errata dell’accaduto. anche non esente da colpe e colpevole di avere utilizzato tue pesi e due misure, soprattutto dopo i fatti di coppa italia…

    Il giudice sportivo, a mio riguardo, dovrebbe fare una bella ammenda e dare un turno di squalifica per simulazione aggravata dal comportamento seguito al contatto! e dovrebbe farlo tutte le volte che succedono queste cose… affinché queste sporcizie vengano debellate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pablo70 - 1 mese fa

      Domanda:
      Premessa la leggerezza di Mile il Var non è abilitato a valutare queste situazioni?
      Inoltre il giudice sportivo non potrebbe eliminare il rosso così almeno gioca con l’Inter?
      Ah già dimenticavo non abbiamo la maglia con le strisce.
      Pablo70

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Detto della serata no di Di Bello occorre riflettere sul fatto che se assegna il rigore (Sacrosanto!) Avremmo potuto andare in svantaggio con il conseguente affanno di rincorrere il risultato è. Quindi fare una gara tutta in salita. La squadra ha dimostrato personalità ed abbiamo visto anche in discreto gioco. Purtroppo ci sono delle evidenti la une tattiche che dovrebbero essere corrette ma che comporterebbero l’esclusione del giocatore più rappresentativo della squadra. Castrovilli e Ribéry di pestano costantemente i piedi. Abbiamo due esterni ridicoli e quindi bisognerebbe avere il coraggio di cambiare e sfruttare Ribéry per l’autonomia che ha e non per tutta la partita. Continuo dicendo che questa squadra deve giocare a 4 dietro e con 4 difensori veri, 4 centrocampisti con due punte (VERE).Ranieri con un organico molto inferiore al nostro ha dimostrato che questo tipo di squadre (Assemblate male) devono giocare abbottonate e basta. Quando sarà pronto Kokorin vedremo cosa ne pensa Cesare. L’importante è salvarsi ed adesso vi aspetta l’Inter senza Castro e Milenkovicnon sarà facile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. simocor_5399687 - 1 mese fa

    Belotti è un tuffatore poco serio, l’arbitro un disastro, ma Milenkovic come fa a cadere in queste trappole? In 10 vincevamo la partita.Pezzella oramai è evidente che in fase calante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Julinho - 1 mese fa

    Solo una considerazione. Quello che è accaduto in occasione dell’espulsione di Milenkovic è qualcosa di devastante per il calcio. Fa davvero male. Un vero scandalo.
    L’episodio.
    Milenkovic sbaglia alla grande nel mettersi testa contro testa con Belotti a quel punto della gara e a tentare di allontanarlo con la testa che dà l’impressione di tirare una testata all’avversario. Indipendentemente dalla carica nervosa e agonistica un giocatore con la sua esperienza non può cascare in trappole di questo tipo. Non è ammissibile. Specie se la squadra è addirittura rimasta in dieci. Proprio dai giocatori della sua caratura ci si aspetta cervello ancora prima dei gesti tecnici.
    Belotti è semplicemente scandaloso e immorale. Senza avere subito danno alcuno si butta in terra come se lo avessero scavezzato. In serie A non può esistere. Sono professionisti del più alto livello. La sua è una simulazione come quella che fanno gli attaccanti in area di rigore per farsi concedere il calcio di rigore. Marchiana, evidentissima. Da cartellino arancione.
    L’arbitro non inquadra e non accerta la valenza dei fatti. Se ammonisce Belotti perché ha simulato e quindi riconosce il dolo del giocatore del Torino non può cacciare Milenkovic. Lo deve sanzionare con un cartellino giallo e fermarsi lì.
    La tecnologia.
    Ma il var a cosa serve? Se hai, e spero che li abbia avuti se no è malafede, dei dubbi vai a rivedere l’episodio. E se poi vedi che il signor Belotti dopo la prima simulazione continua e si fa addirittura mettere il ghiaccio, che forse gli starebbe stato bene sul cervello in modo da raffreddare i bollenti spiriti, a simulare gli mostri il cartellino rosso per ulteriore grave simulazione e lo cacci insieme a Milenkovic che ripeto non meritava il rosso.
    Chiudo dicendo che da ripetuti gravi errori rischi che una squadra che ieri sera aveva meritato di essere in vantaggio e in 10 contro 11 avrebbe portato a casa i tre punti se ne tornasse a casa a mani vuote e per giunta contro una diretta concorrente per la salvezza. Con grave compromissione del suo esito finale al termi del campionato.
    Davvero rimpiango i vecchi grandi arbitri che senza var errori di questa portata non ne facevano, eccetto quelli pagati come l’arbitro di Juventus Roma sul gol di Turone a Torino o quello di Inter Juventus sul fallo di Ronaldo in area a Milano. Ma questa è un’altra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Zosima - 1 mese fa

    Belotti ha fatto una sceneggiata indegna che ricorderemo per un pezzo e se ne accorgerà quando tornerà a Firenze con lo stadio aperto al pubblico.
    Milenkovic è stato ingenuo ma umanamente non mi sento di condannarlo, l’adrenalina e la provocazione subita gli hanno giocato un brutto scherzo.
    Piuttosto bisognerebbe ragionare di usare il var contro le provocazioni e le simulazioni perché episodi come quello di ieri falsano completamente le partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. simuan - 1 mese fa

    …io prenderei Milenkovic e gli riempirei i’capo di nocchini…non esiste fare una roba del genere senza aspettarsi conseguenze disastrose…ha fatto un assist al bacio per quell’incapace dell’arbitro e dei suoi colleghi altrettanto incapaci al var. Poi si puo’ dibattere sullo spessore morale di Belotti quanto vi pare ma se Milenkovic si comporta come deve noi s’e’ vinto la partita. Iniziamo piuttosto a farci delle domande serie e dovute sul nostro grande capitan Pezzella che non azzecca piu’ nulla da mesi e anche ieri n’ha combinata un’altra clamorosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fiore - 1 mese fa

    Milenkovic ha abboccato altra provocazione questo denota la sua scarsa intelligenza dove pensava di essere sul set di un film western?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Axel - 1 mese fa

    Belotti si è dimostrato un piccolo ominide e nulla più. Voglio anche capire il buttarsi a terra ma quello accaduto dopo è solo un qualcosa che denota una mentalità da truffatore incallito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Claudio50 - 1 mese fa

    Belotti prima ha provocato poi ha fatto la sceneggiata tutto pensato, ma Milencovic si deve fare una bella svegliata. Mettiamola così perché si potrebbe anche pensare male…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy