Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'analisi

Mandragora corre verso Firenze. Regia o convivenza con Amrabat? Le possibilità

Mandragora corre verso Firenze. Regia o convivenza con Amrabat? Le possibilità - immagine 1
Come cambierebbe la mediana della Fiorentina con l’eventuale arrivo di Rolando Mandragora? Analizziamo le possibilità

Redazione VN

Con il passare delle ore Rolando Mandragora (SCHEDA)sembra semprepiù vicino alla Fiorentina. Il centrocampista, di proprietà della Juventus, è stato individuato dalla società gigliata come successore di Torreira. per questo è lecito attendersi un affondo in tempi rapidi, così da garantire a Vincenzo Italiano il nuovo metronomo della squadra, già nel ritiro di Moena. Come cambierebbe la mediana viola con l’eventuale arrivo del centrocampista? Analizziamo le possibilità.

Doppio binario per il 4-3-3

Come sostituto di Torreira è naturale pensare ad un suo impiego come vertice basso del classico 4-3-3 adottato dal mister. Il centrocampista napoletano assumerebbe i compiti della regia e dell’impostazione, da fulcro della manovra gigliata. Il ruolo di mediano è quello che meglio gli si abbina e con il quale si è mostrato al grande pubblico dopo la trafila nelle giovanili azzurre. E che succederebbe con Amrabat? La Fiorentina ha fatto intendere di puntare con forza sul marocchino, rivitalizzato da un finale di stagione in crescendo. Il grosso investimento fatto nell'estate del 2020 non può essere vanificato. Per questo è plausibile che l'ex Verona assuma un ruolo da protagonista, invece che la "riserva di lusso". Per Italiano, però, Amrabat nel 4-3-3 può occupare soltanto - almeno così la scorsa stagione - il ruolo di regista. Ecco perché potrebbe prendere piede l'ipotesi di un centrocampo a tre, con Amrabat schierato come vertice basso davanti alla difesa. Mandragora nel ruolo di una delle due mezzali, pronto a sfruttare la grande capacità di tiro mostrata nelle ultime stagioni. Questo tandem più "difensivo" potrebbe essere affiancato da un terzo centrocampista con spiccate caratteristiche offensive, come dimostrato dagli ultimi nomi circolati in orbita viola.

Cambio modulo?

Nell'ottica di una rivalutazione di Amrabat, un'ipotesi da non scartare potrebbe essere quella del cambio modulo, con un passaggio al 4-2-3-1. Una mediana a due formata da Mandragora e il marocchino garantirebbe tanta fisicità. I compiti di impostazione sarebbero affidati al nuovo arrivato, mentre a Sofyan toccherebbe ringhiare sulle caviglie degli avversari, per recuperare palloni. Italiano, nel corso della sua carriera, non ha mai mostrato la propensione a distaccarsi dal suo modulo, un vero marchio di fabbrica. Eppure, se le caratteristiche dei calciatori portano ad una (seppur lieve) variazione, non è utopico pensare che questo possa accadere almeno una volta nel corso della prossima stagione.

Mandragora corre verso Firenze. Regia o convivenza con Amrabat? Le possibilità- immagine 2
tutte le notizie di