Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

stampa

Ricordate Diks? Il procuratore condannato per razzismo

Il procuratore di Kevin Diks è stato giudicato colpevole di razzismo, nei confronti di un avvocato assunto dal calciatore

Redazione VN

Kevin Diks gioca nell'Aarhus, in Danimarca, ma è ancora di proprietà della Fiorentina. La Nazione, in edicola stamani, ripercorre la vicenda che ha visto imputato il procuratore dell'olandese. Hakim Slimani, in una chat comune apostrofò con frasi pesante Federico Scavetta. Il legale fiorentino a cui Diks si era rivolto per concludere il contratto di affitto di una villa e sbrigare le pratiche per la residenza e l’acquisto di un’auto di lusso. Scavetta pretendeva il suo onorario ed è stato diffamato dal procuratore del calciatore. Anche con frasi razziste. «Figlio di p., vedrai che ti fottiamo, italiano bastardo», disse Slimani nell’audio di una chat a 3. La disputa legale si è conclusa con una condanna.  Così la sentenza: «Oltre ad essere offensive dell’onore e del decoro dette espressioni hanno un tono minaccioso, ma ancor più grave appare il riferimento alla nazionalità italiana, in tono chiaramente dispregiativo e quindi razzista». Il giudice di pace di Firenze ha condannato Slimani al pagamento 4mila euro e delle spese processuali.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso