Pradè, futuro rebus. Ma quando Commisso tornerà in Italia…

Il ritorno del patron gigliato utile per capire meglio il futuro di Pradè

di Redazione VN

Il futuro di Danielè Pradè alla Fiorentina è ancora avvolto nel mistero. Sarà il campo a sancire se il rapporto tra il dirigente viola e il club gigliato proseguirà oppure si interromperà il prossimo giugno. Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, il ritorno in Italia del patron Rocco Commisso potrà essere importante per decifrare anche il futuro di Pradè.

Sconcerti: “Lotta Salvezza? Il Cagliari crescerà con Semplici, la Fiorentina deve stara attenta”

Il DS Pradè si è lamentato dopo la partita della posizione del giocatore dello Spezia.
12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Complimenti Pestuggia per permettere certe frasi. GALEOTTO SOVIETICO ci mancava e non avevo dubbi su chi lo avrebbe scritto. Continua così bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nacchero - 2 mesi fa

    ma si teniamolo dell’altro vai. . . ha speso milioni per mezze calzette bollite e rotte. . . un successone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoViola - 2 mesi fa

    Ora con tutta la buona volontà che prade ci ha messo, la classifica parla chiaro.. mosse azzeccate poche, programmazione zero, ci siamo rifugiati su parametri zero ad alto costo e per adesso zero rinnovi sui giocatori più richiesti e forti. Ora, allenatori a parte, scuse o mezzecolpe, anche un orbo non lo confermerebbe. Queste son due stagioni buttate in cui si dovevano gettare le basi a sentir loro. Ecco ci ritroviamo con un pugno di mosche e con tutto o quasi da rifare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. antonio capo d'orlando - 2 mesi fa

    Se verrà riconfermato Pradè, il discorso sarà chiaro e lampante. Ciò significa che Pradè aveva ingaggiato un allenatore e comprato giocatori che si confacevano alla linea di gioco del medesimo, non ultimo Callejon sicuramente trattato non all’ultimo soffio. Il fatto che Commisso abbia ricorfermato Iachini, destabilizzando il lavoro di Pradè/Barone, ha cambiato le carte in tavola. La sua riconferma è come un dargli ragione. Diversamente, con un nuovo ds, il mio discorso crolla completamente e sarà stata sicuramente tutta colpa del Ds. Chi vivrà, vedrà! FV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. damci - 2 mesi fa

    Io mi auguro che Commisso abbia già deciso anche il sostituto e che quest’ultimo stia già muovendosi.Altrimenti sarebbe scellerato riconfermare Pradè e pericoloso o dannoso aspettare ancora a decidere.Giusto,poi,non lasciar trasparire niente e lasciare che i media svolazzino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gerrone - 2 mesi fa

    prade e il peggiore ds dai tempi di luna e cinquini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. purplerain - 2 mesi fa

    Cosa deve combinare ancora per non essere rinnovato? cedere Drago e Milenkovic in cambio di un portiere sulla 40ina e di un centrale con i crociati stroncati che prende 2 milioni a stagione perchè 5 anni fa era un campione? No, fatemi capire, per curiosità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Valdemaro - 2 mesi fa

    L’acquisto del sovietico sarebbe stata la pietra tombale di qualsiasi Direttore sportivo. In un contesto dove avevamo bisogno come il pane di una punta pronta davvero.
    Ma Rocco pare seriamente intenzionato a confermarlo. A me sembra fantascienza….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 2 mesi fa

      che dire … hai ragione! E sai quanto mi costa dire una cosa del genere. Il galeotto sovietico tanta roba!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. antonio capo d'orlando - 2 mesi fa

        Barsine, il “galeotto sovietico” sarà sicuramente una schiappa, come confermato da Mancini e Capello. Ma noi che siamo intenditori, senza ancora vederlo in campo con una preparazione adeguata, sicuramente abbiamo già emesso la sentenza. E mi ci metto pure io, in mezzo. Ai miei amici dico sempre che è più facile buttare discredito che tessere le lodi di una persona. FV

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Aldo - 1 mese fa

          Secondo il tuo ragionamento posso andare anche io a giocare in serie A. Mi avete mai visto giocare per poter dire che non sono all’altezza? Diciamo che dovrebbe bastare il curriculum, dato che ho smesso da 10 anni dopo una carriera da amatore. Anche per il galeotto russo si può sperare sia il nuovo salah, ma il curriculum dice altro..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Colosseo viola - 2 mesi fa

    Ma perché comisso avrebbe ancora dei dubbi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy