L’appello contro l’emendamento: “Cancelliamo lo sblocca stadi, è anticostituzionale”

L’appello contro l’emendamento: “Cancelliamo lo sblocca stadi, è anticostituzionale”

Una raccolta di firme della Società italiana restauro dell’architettura. Il presidente della Sira: “E’ in contrasto con la tutela dei beni culturali”

di Redazione VN
Franchi

Una firma per evitare agli stadi italiani «lo smantellamento, il sezionamento, l’alterazione, il decadimento del vincolo in tempi veloci e certi». Come si rischia che avvenga per l’Artemio Franchi. Maurizio de Vita, presidente della prestigiosa Sira (Società Italiana Restauro dell’Architettura), ha inviato a 140 docenti di restauro e a persone vicine al mondo della conservazione un appello per il Mibact “contro l’emendamento stadi”.

«L’emendamento ignora o addirittura si pone in contrasto con i principi della tutela dei Beni culturali e della Costituzione – afferma De Vita a La Nazione –, ricordando la necessità di preservare la memoria e la conservazione del patrimonio culturale, favorendone fruizione e valorizzazione. Si vuole sottolineare dunque il carattere anticostituzionale dell’emendamento ed anche la negazione del principio legislativo attraverso la sottrazione alle Soprintendenze delle loro funzioni, che comprendono per legge la trasformazione, l’innovazione e l’adeguamento ma secondo il principio della compatibilità del progetto con il bene». Per questo si chiede la cancellazione o la profonda modifica dell’emendamento.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. viola47 - 2 settimane fa

    La solita LOBBY burocratizzata che non vuole mollare niente del potere che hanno acquisito negli anni………..e’ l’ora di mandarli in pensione e di iniziare a pensare come una citta’ che vuole crescere e non rimanere al medio evo come vogliono lobbisti burocratizzati……………………………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 2 settimane fa

    Avrei piacere succedesse solo per vedere la faccia di Renzi. Povera Fiorentina….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nacchero - 2 settimane fa

    Avessero rotto meno le pelotas magari non c’era bisogno di fare una legge per sbloccare le cose, invece sono sempre li come vecchi parrucconi del 1800 a dire no su tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. woyzeck - 2 settimane fa

    Penosi e imbarazzanti. Anticostituzionale è il loro cervello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dodo - 2 settimane fa

    cosa significa anticostituzionale la costituzione e’ un pezzo di carta scritto da uomini politici di un altro millennio ora siamo in una fase di progresso che alcune cose di questa costituzione sono opsolete quindi c’e’ bisogno di cambiamento questo governo si e’ accorto che qualcosa deve essere cambiato ora e’ LEGGE a chi piaccia o no i politici attuali hanno votato per questa legge chi non la vuole rispettare e la critica sta nel torto FUORILEGGE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dodo - 2 settimane fa

      il problema e’ tuo tanti auguri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dodo - 2 settimane fa

    cosa significa anticostituzionale ? un pezzo di carta scritto da uomini polici di molti anni fa il mondo cambia con il progresso la costituzione non e’ la bibbia quindi quello che decidono i politici attuali che sia giusto o no e’ il volere attuale E’ LEGGE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TintaUnita - 2 settimane fa

      Alcuni la pensavano allo stesso modo durante il fascismo per le leggi razziali.
      Fortunatamente esiste anche chi usa il cervello, e di solito sono quelli che hanno un profondo rispetto per la nostra Costituzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Prospero - 2 settimane fa

    Prestigiosa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Thanos73 - 2 settimane fa

    Parole….fatti….nessuno…lo stadio lo mantiene l associazione ingegneri/architetti…se si…andiamo a campi almeno possono portare i loro cani a giocare nel prato…mi raccomando i sacchetti per raccogliere la pupu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Paolo - 2 settimane fa

    Ormai tutto gioca a favore della costruzione di uno stadio nuovo.

    Che senso avrebbe che Commisso andasse ad infilarsi in un caos del genere per il Franchi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. banAle - 2 settimane fa

    Se uno stadio è un monumento allora non ci può giocare una società professionistica nel 2020.
    Quindi nessuno blocchi Commisso se cerca di farlo nuovo altrove.
    Nessuno si permetta di dire a chi mette i soldi ”lo fai qui e lo farai solo come ti si dice noi”.
    Nessuno al mondo considera realmente il Franchi un monumento.
    Se durante degli scavi per realizzare anche un centro commerciale di trova un reperto anche di grosse dimensioni di trasferisce altrove e si continua a construire, perché non si può fare con i singoli elementi del Franchi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aliseo - 2 settimane fa

      Affinché la Soprintendenza ai beni culturali metta il parere non c’è bisogno che il bene sia un monumento ma basta che abbia carattere architettonico o storico, io che a Formia abito in un centro storico, per poter modificare un balcone ho dovuto richiedere il nulla osta dei beni culturali perciò non capisco se per un mortale cittadino ci deve essere questo vincolo e per una società sportiva no, non entro poi in merito alle decisioni di Pessina se possono essere giuste o meno.
      Per me ha perfettamente ragione il Presidente della Sira.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lukkka - 2 settimane fa

        Sei mai stato in una città del nord europa? fra 10 anni potremmo anche far diventare storiche le palazzine anni 70, perchè no..? Il porblema è che gli Architetti si dovranno riconvertire tutti in restauratori, perchè sennò mi domando dove costruiranno fra 50 anni perchè il suolo non è infinito ed il tema ambientale non è più trascurabile.. non metto in dubbio che l’opera di Nervi abbia una valenza storica dal punto di vista architettonico, ma delle scelte a volte vanno prese, forme di conservazione alternative (spostiamole queste benedette scale), perchè poi mi devono spiegare cosa ci farà quello stadio vuoto, con quali soldi verrà restaurato per non farlo crollare ecc ecc..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. nacchero - 2 settimane fa

        Ma infatti è una m******a anche per un comune cittadino dover sputare sangue per spendere 2 soldi e migliorare un balcone!!!! Posso capire quando si parla di cose realmente storiche con valore artistico, ma quando si ragiona di uno stadio che cade a pezzi o di un balcone di un palazzo non possono rompere i c***ioni su tutto come fanno ora, sembrano una setta massonica ven via

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. TintaUnita - 2 settimane fa

    Al di là della rabbia per non riuscire ancora ad avere uno stadio all’altezza delle attuali esigenze, tecnicamente non è possibile dargli torto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy