Fiorentina, Chiesa è imprescindibile. Per alzare l’asticella è necessario trattenerlo

Il partitone di Federico con l’Inter ha dimostrato quanto il suo apporto alla manovra della Fiorentina sia sempre fondamentale

di Redazione VN
Chiesa

Chiesa con l’Inter ha mostrato tutto il suo bagaglio tecnico, dimostrando anche ai più scettici che non solo può giocare a tutta fascia, ma che questa posizione lo esalta. La prova esemplare di Chiesa a San Siro arriva dopo una settimana vissuta col motore a massimo (Leggi le parole di Iachini in merito), e dimostra quanto il ragazzo sia un perno fondamentale nel 3-5-2 del tecnico. Accelerazioni improvvise, uno contro uno, cross e la ricerca della porta avversaria. Il ragazzo è partito alla grande e a una settimana dalla chiusura del calciomercato il messaggio è duplice. Questo quanto troviamo nell’edizione odierna di Repubblica Firenze. Oltre ad essere imprescindibile, se la Fiorentina vuol davvero alzare l’asticella e provare a centrare un piazzamento europeo, non può permettersi di cedere uno dei suoi giocatori più rappresentativi e di prospettiva a pochi giorni dalla chiusura del calciomercato. Pensare di ritrovarsi in pochi giorni a cedere Federico Chiesa diventa un azzardo. Con l’Inter è emerso quanto la Fiorentina non possa fare a meno di lui. Il nodo però è sempre il contratto: in scadenza nel 2022 e con l’incertezza più totale su un eventuale rinnovo. Commisso permettendo, visto che non è escluso che il presidente viola parli proprio col giocatore per capire se poter avanzare una ipotesi di rinnovo, con prolungamento e adeguamento intorno ai 3,5/ 4 milioni di euro a stagione. Oppure muoversi rapidamente per trovare un sostituto alla sua altezza

L’analisi – Sì, Chiesa può fare il tornante, anche con le grandi. La Fiorentina ha il suo Eto’o, ma per quanto?

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Niko74 - 4 settimane fa

    finalmente un articolo logico e razionale

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy