Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

La Nazione

Dainelli: “Calcio? Ora il vino, in futuro vedremo. Mi sono preso una pausa”

Dainelli: “Calcio? Ora il vino, in futuro vedremo. Mi sono preso una pausa”

La nuova vita dell'ex capitano della Fiorentina: "Presenteremo i nostri vini a marzo. Sono emozionato, lo ammetto"

Redazione VN

Lunga intervista all'ex capitano e dirigente viola Dario Dainelli su La Nazione. Tra gli argomenti trattati, oltre alla sua nuova attività legata ai vini, anche l'addio calcio: "Sto dietro a questo progetto dal 2008, quando comprai la casa qui a Cerreto. Davanti c’erano i vigneti. Avevo iniziato ad appassionarmi al vino durante le degustazioni che organizzavamo nel ristorante che avevo a Peccioli. Alla fine la scelta di produrre è venuta di conseguenza. Presenteremo i nostri vini a marzo. Sono emozionato, lo ammetto. Se ripenso a quando il traguardo era lontanissimo e io già immaginavo etichette e descrizioni. Ero ancora un calciatore, ma anche in ritiro passavo il tempo immaginando le bottiglie che un giorno sarebbero uscite dalla Cantina Dainelli".

Dainelli ricordando il momento della separazione dalla Fiorentina: "Quando la società mi ha offerto di fare l’allenatore del settore giovanile ho riflettuto un po’ e ho deciso di prendere una pausa per dedicarmi completamente alla cantina. Mia moglie era d’accordo. Quindi ho seguito questa strada. Se mi manca il calcio? Fino a oggi ho dedicato la vita al pallone. Ora mi dedico anima e corpo a questa avventura. Ma non escludo di tornare sul campo, magari ad allenare. Di sicuro temevo l’idea di non fare più movimento tutti i giorni. Ma avendo una azienda agricola il lavoro fisico certo non manca. E a me piace".

 foto ACF
tutte le notizie di