Cambi tardivi, ma panchine troppo diverse. E dal mercato invernale sono arrivati tanti “no”

La Nazione analizza un particolare che fa riflettere

di Redazione VN
Callejon

Troppi piccioni, cambi tardivi e una distanza dal terzultimo posto che rimane invariata. La Nazione riparte dai dettagli per analizzare il k.o. di Marassi. Nonostante la sconfitta di Genova, il distacco dal Cagliari non è cambiato ma oltre alle ingenuità c’è stata per la Fiorentina una discreta dose di sfortuna: il palo di Quarta, la respinta sulla linea di Colley su Biraghi, il colpo di testa di Milenkovic al 95′ e altre chance fallite di poco. La falsa chiamata di Dragowski e il blackout difensivo penalizzano – scrive il quotidiano – una squadra che ha giocato meglio, ma è imperdonabile aver lasciato Candreva e Quagliarella liberi di impostare e raccogliere il tiro al limite dell’area. Se nel primo gol il concorso di colpe è tra Dragowski, Venuti e Vlahovic, nel secondo Castrovilli e Bonaventura si disinteressano ed acutizzano i problemi di attenzione, singoli e di squadra, della Fiorentina.

Il quotidiano evidenzia anche i cambi tardivi di Prandelli. Callejon e Malcuit hanno giocato gli ultimi sette minuti più cinque di recupero, mentre Ranieri dopo un’ora di gioco ha inserito Candreva e Quagliarella. In panchina sono rimasti Terracciano, Barreca, Caceres, Eysseric, Igor, Montiel, Maxi Olivera, Rosati, Kokorin, Borja Valero: troppo poco per cambiare la storia di un match. Il mercato di gennaio non ha aggiunto giocatori pronti all’uso e alla lunga questo può diventare un problema: non è stata probabilmente la mancata volontà della Fiorentina di cercare rinforzi più funzionali, ma la mancata volontà dei rinforzi più funzionali di accettare le proposte della Fiorentina. Un particolare che fa riflettere.

Ingenuità e distrazioni, per la Fiorentina sempre i soliti errori. E la classifica…

GENOA, ITALY FEBRUARY 14: Fabio Quagliarella of UC Sampdoria celebrates during the Serie A match between UC Sampdoria and ACF Fiorentina- Serie A at Stadio Luigi Ferraris on February 14, 2021 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. flanari69 - 2 settimane fa

    Mah, si segna col contagocce e vabbè ma il problema è che da 20 partite la punta avversaria fa sempre goal. Se prendi 1-2 gol a partita già sai che parti con l’handicap.
    Tutte le prime punte avversarie ti hanno fatto gol…tranne Ronaldo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pino.guastell_9534945 - 2 settimane fa

    Resto basito nel leggere interpretazioni diverse sul momento no della Fiorentina. Fino a quando l’allenatore sarà Prandelli non si uscirà dalla crisi. Se dobbiamp scendere in serie B chiamiamo Montella e vediamo se ci tirerà fuori dalla palude.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cosimo de' Medici - 2 settimane fa

      Sì, dai, ora pure Montella…siamo alle comiche, davvero! Montella ha davvero dimostrato di “tirare fuori le squadre dalla palude” (vedasi Siviglia o anno in cui eravamo fuori palude e con 2 punti in 9 partite, ci stava facendo sprofondare nella palude). Io mi chiedo: ma le dite con cognizione di causa queste cose o dalla pancia?
      Qualcuno qua che invochi qualche altro allenatore? Beppe Guerini? Aldo Agroppi? Delio Rossi? Pietro Vierchowood?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sinistro viola - 2 settimane fa

    la squadra si trascina stancamente da due campionati e mezzo nei bassifondi..a tirarla fuori a suon di gol.. un millenials e una vecchia gloria acciaccata.. e tanti birilli messi assieme senza sapere perché..le due colonne centrali (lo zoccolo duro) sono con le valigie in mano..il centrocampo non ha anima (solo giocatori bravini), le corsie laterali sono distoniche..il progetto è sempre stato quello di fare meglio dell’anno prima..la gloria di Firenze è stata annientata dal cemento..le vittorie e i punti sono stati soppiantati dal centro sportivo…l’orgoglio dei tifosi viola è stato dato in pasto a re Mida dall’America con amore..il covid ha spento i cori della curva..sempre vigili, sempre obbiettivi quando c’è da cantare..SOSTENIAMOLA LA FIORENTINA..ora si leccano le ferite..domani si vedrà..la strada è segnata..dalla Calabria a New York..una tappa a Firenze..e di nuovo a mordere la Mela..come disse il Poeta..”non ti curar di lor ma guarda e passa”..FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alex9000 - 2 settimane fa

    Una volta il rinnovo dei contratti veniva fatto durante la fase precampionato, tra un allenamento e l’altro. Oggi si rimanda fino a che ci si accorge che il giocatore sta per andarsene e non vuol rinnovare.

    Ebbene: Ribery, Caceres e Borja V. a giugno scadono. Pezzella Milenkovic han già manifestato il desiderio di andarsene. Vlahovic nicchia. Pulgar Castrovilli Biraghi sono continuamente in discussione per le prestazioni carenti …… mi dite uno in questa squadra che la percezione di senso d’appartenenza ‘

    Uno che gliene freghi qualcosa della Fiorentina ?

    Ah già, la colpa è sempre del … maggiordomo, cioè l’allenatore !
    Quì a Firenze dal dopo guerra in su tutti scarsi, non ce n’è stato uno che non sia stato fatto fuori. Sempre !

    I giocatori, povere creature, tutte vittime, tutti innocenti …

    Come rimpiango quelle corse sul viale dei Mille …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cosimo de' Medici - 2 settimane fa

      Un allenatore un minimo decente ce l’avevamo, con una squadra poco più forte di questa è arrivato in semifinale di C. Italia, stavamo a ridosso dell’Europa…ma non andava bene nemmeno lui per noi…quindi, da gran signore, ha fatto le valigie e se n’è andato (a differenza degli ultimi due allenatori prima di Prandelli – questo per chi ancora si cosparge il capo di cenere su Iachini)…con il risultato che, ora, si sta giocando lo scudetto con una squadra più che normale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tagliagobbi - 2 settimane fa

        Bravo, aggiungo che qui veniva chiamato Mr. Scarsone…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Xela - 2 settimane fa

    mah… incredibile che abbiano ricevuti tanti no. non hanno visto i rendering del centro sportivo? secondo la dirigenza e molti tifosi i campioni dovevano mettersi col numerino per poter venire in questa squadra grazie a quella struttura.
    forse non hanno voglia di aspettare 18 mesi, tra 2 anni ci toccherà mettere il buttafuori.

    il problema vero è che sanno che questa squadra non andrà da nessuna parte. i giocatori chiedono info dentro lo spogliatoio ed evidentemente nessuno dà buone recensioni. fatevi qualche domanda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Machiavelli - 2 settimane fa

      Perfetto Xela soltanto non sono i giocatori a sentire gli umori ma i procuratori stessi e chiedono alla società dettagliati piani di investimento anche negli anni successivi e progetti sportivi che intendono fare prima di parlare con il proprio assistito per fare si che il proprio assistito trovi la migliore collocazione per il proprio futuro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Xela - 2 settimane fa

        Diciamo che le cose vanno di pari passo. molti giocatori chiedono info magari ai connazionali o ex compagni. poi ci sta che i procuratori abbiano più voce in capitolo ma se i procuratori ascoltano i piani della società e non mandano i propri giocatori a svalutarsi qui la cosa è anche più grave.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Niko74 - 2 settimane fa

      credo che la fiorentina stia passando, e purtroppo ne diamo conferma, come una società poco seria e credibile… non diamo il giusto affidamento, purtroppo a rischio retrocessione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Barsineee - 2 settimane fa

      purtroppo tra le tante provocazioni spesso i grilli parlanti ci azzeccano spesso. Quello che dice Xela è assolutamente vero. Se oggi un procuratore o un giocatore chiede informazioni … cosa potrà mai sentire? Cosa può pensare un addetto ai lavori dell’acquisto di un terzo portiere di 37 anni come acquisto di punta di febbraio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. augustosandol_5670139 - 2 settimane fa

    Secondo me Commisso crede nella Fiorentina e controprova ne è il viola park. Purtroppo non capendo una mazza di calcio si affida a figure come Joe Barone, per lui unica persona di fiducia, che però ne capisce ancora meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Niko74 - 2 settimane fa

      Ergo che non capisce di calcio ne di affari anche lui, il che mi sembra molto starno. Secondo me è tutto pilotato per galleggiare finchè non ha sicurezze sullo stadio nuovo. Il gioco ne vale la candela fin quando il gioco dura poco, se questa situazione perdura per molto tempo ti si ritorce contro. Il brand fiorentina è in caduta libera, dopo per riprendersi ci vogliono anni. Intanto i tifosi sono maltrattati. Si è sottovalutato il fatto che la fiorentina veniva già da due o più annate molto negative e ora l’ambiente ha perso credibilità con i tifosi ma anche con gli addetti ai lavori, calciatori compresi. La proprietà è graziata perchè in questo periodo non si può contestare apertamente allo stadio. Questa nuova proprietà non ha dato il riscatto che ci si aspettava, anzi a proseguito lo scempio in modo maldestro e arrogante. Nessuno chiedeva la champions al primo anno, ma neanche di scadere nel ridicolo. Nel presidente ci credo anche io, ma non secondo questo schema. Ci vuole umiltà e dignità. Nel calcio se vuoi salvarti con tranquillità devi costruire una squadra che lotta per l’ Europa Legue, allenatore compreso!!! Se tutto va male sei salvo con tranquillità. E se vuoi salvarti nel girone di ritorno puntelli la squadra cercando di colmare le carenze con un organico pronto al via e non con scommesse che nessuno farebbe neache al casinò.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 2 settimane fa

      in cosa crede Commisso? Quale sarebbe il collegamento tra il Viola Park e il credere nella Fiorentina? Il Viola Park (notare che il nome non è Centro Sportivo Fiorentina Bagno a Ripoli ma Viola Park) è un progetto di accoglienza a tinte viola sulle pendici di una delle più belle città del mondo. Il fatto che si sia sfruttato il nome Fiorentina per farsi aprire dei vincoli che altrimenti con altri nomi non si sarebbero aperti è una cosa differente. Il Viola Park è un investimento che ha poco a che vedere con la Fiorentina. Chi pensa che a Commisso interessi vedere giocare la primavera assieme ai grandi e le women (quali che stanno andando via tutte?) accanto ai pulcini … sta raccontando una fiaba!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rudy - 2 settimane fa

    E l’anno prossimo sarà peggio. Ricavi in flessione causa Covid e quindi pochi soldi da spendere, appeal del brand Fiorentina ai minimi termini, rosa extra-large a causa di tutti i rientri dai prestiti, mancati rinnovi associati a richieste di trasferimento per i migliori, pensionamento di Ribery, Società isolata in Lega. L’unica nota positiva che ci può far stare tranquilli è la programmazione che Rocco ha detto non è mai mancata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. algiglio7_8188926 - 2 settimane fa

    La verità che la Fiorentina sui giocatori funzionali non è andata proprio, perché o doveva spendere 15mln per il cartellino o pagare ingaggi pesanti per gente a parametro zero,giocatori come Strootman,Pellè o Man ci sarebbero serviti eccome ma sono andati al Genoa e al Parma non al Real e Barcellona è su questo che bisogna riflettere,sui 3 anni e mezzo di contratto a Kokorin,ex promessa del calcio sovietico 10 anni fa ed ex calciatore oggi,che ieri probabilmente non era in condizione di fare 10min.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Niko74 - 2 settimane fa

    Esattamente quello che scrivevo ieri sera:
    -Ieri la KIm della squadra femminile ha chiesto la cessione in pieno campionato
    -La Bonetti ha chiesto la cessione qualche settimana fa, dopo la partita di Coppa Italia
    Durante il mercato hanno chiesto la cessione Lirolà, Duncan, Saponara. In estate Sottil, Chiesa già un anno prima. Non ne parliamo di tutti i giocatori contattati e che non sono voluti venire. La primavera, la squadra femminile e la maschile hanno tutte peggiorato le prestazioni e la posizione in classifica. I procuratoti di giocatori importanti anche in prospettiva non ci prendono proprio in considerazione, vedasi Man e altri, e preferiscono mandare a giocare i propri giocatori in squadre meno blasonate. IO mi chiedo perchè? Oltre a quello che già tutti abbiamo capito….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giglioviola - 2 settimane fa

    Seconde me è difficile dare la colpa alla presunta panchina corta: ad esempio un giocatore come saponara se fosse rimasto da noi sarebbe stato considerato un inutile esubero, alla Spezia è stato determinante contro il milan; borja valero ora viene considerato inutile perchè vecchio, ma la partita per la samp l’ha decisa quagliarella che è più vecchio di lui. E Igor? fino alla volta scorsa titolare fisso, caceres e callejon poi non sono proprio gli ultimi arrivati… Certo a gennaio ci siamo indeboliti, però difficile dire se è questa la causa delle sconfitte perchè a me pare impossibile che tutti i giocatori che arrivano da noi (anche a caro prezzo) si rivelino delle pippe e quelli che se ne vanno dei top. Vedo, invece, che ogni volta ci troviamo purtroppo a commentare prestazioni sul campo anche accettabili, se non addirittura discrete, vanificate dalle solite “ingenuità” “leggerezze” “cali di concentrazione”, ogni volta diverse l’una dall’altra ma sempre tali. E allora penso che il problema principale (non che sia l’unico) continua ad essere quello della insicurezza e della scarsa personalità di questa squadra a cui, probabilmente, mancano dei veri leader e che ogni volta scende in campo con la paura di perdere. Se non si risolve questo principale problema, tempo che le sostituzioni, i cambi di schemi di gioco e quant’altro serviranno a ben poco …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Barsineee - 2 settimane fa

    ma i nostri amici del 1926? L’ATF? Il Settebello? Il Marasma? Fuori dal Coro … Ad oggi esiste un club organizzato di tifosi viola che sono minimamente INCA..ATI per le vergognose performance offerte dalla squadra, dalla dirigenza e dalla società? Mi chiedo quanto ancora dovremo far finta di nulla e vedere la nostra Fiorentina andare a picco sprofondata da questo affarismo becero e inutile? I signori che lunedì scorso erano già pronti con lo striscione Grazie Rocco da affiggere al Centro Sportivo in costruzione, oggi che dicono? Ma possibile che NESSUNO SI FACCIA SENTIRE? è per caso sparito del tutto il tifo organizzato a Firenze? O se lo sono proprio comprato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 2 settimane fa

      No sie, Hanno dato già due anni fa. Dopo la scorpacciata di due anni fa sono sazi per minimo 4 anni. Al grido di “meritiamo di più” o “meglio in B che con loro” hanno stabilito che le loro ambizioni non erano pari a quelle della società. Ora che siamo davvero sul baratro della B ci sarebbe da chiedergli se sono soddisfatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Barsinee credi che questo sia il momento di contestare? Siamo tutti delusi da tutto e i nostri discorsi sono sempre gli stessi individuando responsabilità oggettive che questa società deve assumersi per la chiara evidenza dei fatti ma, a questo punto, è inutile girare il coltello nella ferita che sta sanguinando anche troppo. Adesso occorre far lavorare Prandelli al meglio, mettendo da parte ogni polemica perché gli uomini sono questi e la situazione è drammatica già di per se stessa. Tutto quello che c’era da dire è stato detto e, credo, che se questa società non è composta da totale incompetenti gli elementi per valutare un drastico cambio di rotta ci sono tutti. Inutile adesso contestare, farebbe peggio che meglio. Dobbiamo solo sperare che queste lezioni servano per rimettersi in riga quanto prima e programmare davvero nle stagioni che verranno con uomini giusti al posto giusto nella speranza che vengano individuati e messi nella condizione autonoma di lavorare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Leonard_21 - 2 settimane fa

        Può darsi che non sia il momento di contestare. ma è un discordso che sento fare da anni: aspettiamo la fine, aspettiamo la fine del mercato, aspettiamo gennaio, aspettiamo giugno… Aspettiamo ma fissiamo anche una data, una dead line perchè il signor commisso dovrà pur essere giudicato un giorno per il suo operato. o no?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

          Hai ragione da vendere. Ma in questo momento sarebbe peggio, credimi. In quanto a Commisso non ha capito solo chi non vuole capire, chiamiamoli “Gli Irriducibili” perché è stato giudicato dai risultati non c’è bisogno del nostro giudizio. Adesso può solo riscattarsi o lasciare (cosa che non farà).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Barsineee - 2 settimane fa

        si credo proprio sia il momento di contestare. Una sana contestazione furiosa oggi potrebbe far si che società e squadra decidano una volta per tutti di mettere la testa a posto. Ti ricordo che dopo l’umiliazione di venerdì scorso alla squadra è stata data una giornata di permesso in più. I signorini sono stati tenuti liberi dalle attività sabato, domenica e lunedì e sono tornati a lavorare solamente martedì per una partita di domenica e i risultati si vedono! Tu dici che occorre far lavorare Prandelli al meglio. Prandelli è da due mesi alla guida della Fiorentina e l’unica cosa che ha fatto è snaturare il suo modulo di gioco perchè i giocatori non erano a loro agio a giocare a quattro dietro. E infatti si vede come sono a loro agio a giocare a tre. Questa società è fatta da totali incompetenti, basta vedere il danno economico che hanno fatto aumentando il monte ingaggi rispetto alla classifica. Siamo consapevoli che nelle presunzione somma di Pradè, non avrà inserito per nessuno una clausola di retrocessione e di conseguenza andare in Serie B sarebbe un dramma finanziario pazzesco che potrebbe portarci al fallimento in pochi mesi? E continuate a predicare calma e pazienza? Ho visto infatti com’era spaventato ieri sera Prandelli. Aveva proprio il terrore negli occhi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. giusetex7_9905901 - 2 settimane fa

      Il tifo organizzato cominciò le sue lotte “disinteressate” verso la vecchia proprietà quando Cognini nello specifico su indicazione di Diego chiuse i rubinetti dei soliti privilegi dei quali godono. Questione per certi versi simile a quanto accadde alla Juve un paio di anni fa. Commisso questi privilegi sicuramente li avrà reintrodotti, un’avventura simile senza il consenso della curva non era possibile il tres d’union Barone lo certifica. Lodi sperticate al popolo viola sin dall’arrivo. Di sicuro il fatto che lo stadio sia vuoto paradossalmente ci aiuta perché dalle tribune sarebbero venuti giù fischi ad ogni prestazione e i giocatori, già deboli caratterialmente, sarebbero crollati ancor di più. Alle volte non tutto il male vien per nuocere. Che il Presidente faccia speculazione ci sta, lo fanno in quasi tutte le società, il problema è che il progetto tecnico lo hanno dimenticato per strada nonostante si dica che la programmazione c’è

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Xela - 2 settimane fa

        bugia, iniziarono quando stavamo in champions e si lamentarono perchè avevano comprato castillo. e comunque dopo anni di champions league. tifoseria vergognosa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. giusetex7_9905901 - 2 settimane fa

          Io mi riferivo al motivo. Farlo quando la squadra è in Champions spiega che le motivazioni non erano legate al campo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Barsineee - 2 settimane fa

        ma infatti giusetex … io quelli voglio stanare! Quelli che l’anno scorso hanno organizzato il flash mob con le gru! Quelli che urlano come ossessi durante tutta la settimana sui social e sui siti dandoti del gobbo se non sei a favore di Commisso ma poi durante il wend con le partite spariscono tutti. Tu dici che è un vantaggio che lo stadio sia vuoto? A me piacerebbe mettere un po’ di paura a questi ragazzini, far capire loro che fuori c’è una folla inferocita che vuole la loro maglia sudata. E invece i capi ultras sono contenti dei loro intrallazzi e preparano striscioni “Grazie Rocco” sul cantiere e i ragazzini viziati giocano a palla e vengono presi a pallate e nessuno dice nulla!

        Mala tempora currunt. Qua non ci si rende conto che se retrocediamo, la Fiorentina sparisce dal calcio professionistico!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mario - 2 settimane fa

    Abbiamo un sostituto di Vlaho? NO. abbiamo un sostituto fisico di Amrabat? NO. abbiamo un regista anche mediocre ma pur sempre di ruolo come era Badel che sta aiutando il Genova? NO. abbiamo un esterno dx che come tale copre la sua fascia d’attacco(da Chiesa al nulla lasciando andare Sottil)? NO. A tutto questo come se non bastasse, abbiamo un organizzazione di gioco decente come lo Spezia, il Verona? NO…allora possiamo continuare a chiacchierare del niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Barsineee - 2 settimane fa

    Ma la tifoseria organizzata è contenta di questo scempio? Sempre pronti ad osannare Commisso nelle sue battaglie immobiliari o politiche adesso sono tutti zitti e contenti? Li ha tutti imbavagliati o ne ha comprato il silenzio? Io mi chiedo ma se venerdì prossimo lo stadio fosse aperto la curva del 1926 cosa canterebbe?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Machiavelli - 2 settimane fa

      D’accordo con te, sul sito ufficiale andate a vedere l’organigramma societario ci sono Rocco uno sconosciuto tale Mark Stephan il figlio Joseph e Joe Barone e questa sarebbe l’efficenza statunitense iper tecnologica la comunicazione, il marcheting (a proposito quanti negozi nel mondo ha aperto Rocco) mi sembra che la società sia gestita in modo molto dilettantistico un po tipo una società di promozione/1 categoria boh a me comincia a venire un po di paura

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Machiavelli - 2 settimane fa

    Ma secondo voi se i giocatori buoni che abbiamo vogliono andare via e quelli degli altri preferiscono altre soluzioni a noi…a me a scuola hanno insegnato che 2+2 fa 4, alla Fiorentina per mille motivi non si sta al momento in un buon posto di lavoro perchè poi alla fine, il calcio di adesso non è sport ma una vera e propria grande azienda e come tale va trattata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. giusetex7_9905901 - 2 settimane fa

    Probabilmente vivo sulla luna io. Se io andassi da un tifoso della Samp e mi presentassi con Milenkovic, Pezzella, Quarta e Biraghi al posto di Berezinsky, Colley,Yoshida e Augello mi ringrazierebbero. Se poi mi presentassi con Bonaventura, Castrovilli e Pulgar al posto di Thorsby, Silva e Jankto mi ringrazierebbero. Io ho tutti nazionali e loro nessuno. Hanno un attacco sicuramente più completo ma io davanti mi presento con Ribery e callejon, più Vhlaovic che è un buon prospetto. Mi avanza Amrabat, Borja, Caceres. Per dire cosa? Che sicuramente manca qualcosa, ma è l’ambiente e la testa dei giocatori che manca. A mio avviso anche il gioco perché ribadisco che da Iachini a Prandelli il miglioramento è stato troppo leggero. Ballardini, non Guardiola, docet. Lo Spezia ha battuto il Milan con l’attacco titolare fuori e Maggiore e Bastoni mattatore della serata. Di che si parla? Di due ultratrentenni che entrano dalla panchina? È quello che ci farebbe svoltare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Enriquecastre - 2 settimane fa

    Mercato di gennaiio nullo perchè credo abbiano considerato la rosa sufficiente per la salvezza, e spero abbiano rimandato al prossimo anno gli investimenti in vista di un nuovo tecnico/direttore sportivo. Spero che il calcolo sia giusto, perchè a differenza nostra Parma, Genoa, Cagliari, per citarne alcune hanno provato ad aggiustare la rosa con giocatori pronti da subito. Lo stesso Crotone che è in una situazione disperata con un Ounas ha provato a migliorare la rosa. Non mi venite a dire che giocatori come Ounas, Candreva, Man, ecc. abbiano preferito il progetto Crotone o Parma in confronto alla Fiorentina. Sempre e solo Forza Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. StatutoViola - 2 settimane fa

    È chiaro a tutti che la gestione Commisso è un bluff

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leonard_21 - 2 settimane fa

      Sono d’accordo, ma visti i dislike che ti hanno messo ci sono ancora irriducibili giapponesi asserragliati nei loro fortini, altri innamorati di un vecchio che dopo aver dismesso i cosmos e ridimensionato la squadra femminile, sta proseguendo l’opera con quella maschile.
      Eppure basta confrontare la rosa di giugno 2019 con qulla attuale per rendersi conto del peggioramento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 2 settimane fa

      non è chiaro ancora a tutti, ma ci vorrà poco ancora per farlo capire!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Franco - 2 settimane fa

      nei commenti qui si legge di tutto
      in parte hanno un po tutti ragione
      io direi di aspettare la fine del campionato con la speranza di salvarci
      penso ma soprattutto spero che Commisso si stia rendendo conto di TUTTO
      dopodiche’una volta salvati(speriamo) se non c’e’ un cambio di”passo” un cambio gestionale ma sopratutto un cambio tecnico sportivo vedi investimenti nell’ambito squadra potremmo dire a TUTTI che

      ROCCO COMISSO E’ STATO UN BLUFF

      L’anno prossimo non ci saranno PIU’ ALIBI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. BatiBatigol - 2 settimane fa

    Basta! Pradè deve andare a casa! Ha portato solo giocatori inutili!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. simuan - 2 settimane fa

    …e allora il fallimento progettuale e’ completo. Penso che tutti abbiamo perfettamente in chiare in mente le lamentele del signor Prade’ sul numero esagerato di tesserati e le lamentele di Prandelli sul numero eccessivo di giocatori in rosa…e’ stato praticato uno sfoltimento deciso e non si e’ sostituito i partenti in maniera opportuna, adesso siamo corti da un punto di vista numerico oltre che qualitativo. Noi un Candreva o un Quagliarella che subentrano non li abbiamo. Abbiamo si e no undici giocatori che si spera facciano il massimo e lo facciano bene perche’ in pance c’e’ poco e nulla. Ancora e sempre zero programmazione, solo tanta improvvisazione. Malgrado cio’ il rischio di ritrovarsi il prossimo anno ancora con Prade’, Barone e Prandelli resta alto. Fate voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vb - 2 settimane fa

      Mah, il rischio più grosso è ritrovarsi l prossimo anno con Commisso, altro che…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Barsineee - 2 settimane fa

    Si continua a giustificare tutti, adesso la colpa è dei giocatori che non sono venuti a Firenze. Se offri un progetto interessante e uno stipendio valido i giocatori vanno anche a Benevento e a Spezia. E infatti sono davanti a noi in classifica!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leonard_21 - 2 settimane fa

      il problema caro Barsinee è commisso in primis, ma molti opinionisti e tifosi continuano a ignorare i fatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Zosima - 2 settimane fa

    Sono curioso di vedere se qualche giornalista comincia a discutere seriamente l’operato di Prandelli, visto che fino ad ora ha goduto di una stampa ultra favorevole, al contrario di Beppe Iachini che è stato letteralmente massacrato fin dalla sconfitta con l’Inter (quella sì immeritata). Dopo 15 partite con una media punti da retrocessione, i continui errori nei cambi ed errori nella lettura della partita (ieri Ranieri lo ha annientato), credo sia arrivato il momento di riflettere su un eventuale ritorno di Beppe.
    Ricordiamoci che il Parma deve ancora giocare e non è affatto scontato che perda stasera.
    La situazione è molto complicata e noi dobbiamo iniziare a fare punti in modo serio!!! Anche in maniera sporca con catenaccio e palla in tribuna. Chissene frega se ieri non meritavamo di perdere, è il campo che parla e se dopo 22 partite siamo sedicesimi col settimo monte ingaggi significa che continuare così come adesso, ci porta dritti dritti alla retrocessione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 2 settimane fa

      Premesso che sono attaccato ad entrambi gli allenatori (Iachini e Prandelli), ma cosa vuoi imputare ieri a Prandelli se la squadra ha giocato meglio della Samp e se si sono fatti fare due gol da polli! Mica in campo ci va lui? Con Iachini non c’era uno straccio di gioco, ora, con gli stessi giocatori, almeno quello si vede…… FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Zosima - 2 settimane fa

        Prandelli non ha colpe?
        Se ieri avesse reagito per tempo ai cambi di Ranieri non avremmo perso, basta questo per capire che non è più adeguato anche perché non è la prima volta che sbaglia nel leggere la partita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Cosimo de' Medici - 2 settimane fa

          Invece Iachini era uno stratega per ridere, lo chiamano il Churchill del calcio!
          Vaia…ancora a ragionare di Iachini, voi avete la memoria di un criceto mi sa, io ho ancora in mente gli zero tiri in porta contro Roma e Parma…
          Che colpe ha Prandelli se in panchina ha giocatori peggiori di quelli in campo? E in campo avevamo Kouamè, che “non è andato via per non rafforzare le dirette concorrenti”…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Zosima - 2 settimane fa

            Iachini non sarà Von Clausewitz ma ieri un punto lo portava a casa, anche con zero tiri in porta, sicuro come l’oro.

            Mi piace Non mi piace
          2. Cosimo de' Medici - 2 settimane fa

            @Zosima: infatti s’è visto, all’andata, come ha portato a casa il punto con la Samp.
            Dai, su, per piacere, mettetevi in pace con l’anima: Iachini è uno scarso che ha raccolto esoneri su esoneri, qua state criticando uno che in carriera ha dimostrato, un minimo, essere capace.
            Con questo non lo difendo a spada tratta, ci mancherebbe, ma se tirate fuori la storia di Iachini scadete nel ridicolo, perché avete resettato lo schifo che facevamo con lui.

            Mi piace Non mi piace
  22. L'Omino di Ferro - 2 settimane fa

    2 Gennaio, Prandelli: “Ho espresso il desiderio di non continuare ad avere 28 giocatori per evitare di avere scontenti. Mi auguro si possano trovare delle buone soluzioni per tutti. Siamo perfettamente in sintonia con la società. Prima dobbiamo cercare di sfoltire la rosa, poi per gli acquisti abbiamo delle idee.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bob - 2 settimane fa

      Infatti quindi non avere fatto le sostituzioni è stato coerente

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy