Biraghi: “Iachini mi ha fatto sentire importante. Possiamo mettere in difficoltà il Milan”

Il mancino della Fiorentina si è concesso in un’intervista sulle pagine di Tuttosport

di Redazione VN
Cristiano Biraghi è tornato a vestire il viola in questa stagione. L’ex Inter si è concesso sulle pagine di Tuttosport.

Falsa partenza e riscatto

Per Biraghi non c’è un solo colpevole nel complicato inizio di stagione dei Viola. Se la Fiorentina non è riuscita a rendere come ci si aspettava la responsabilità è anche dei calciatori. Il numero 3 ci tiene a ringraziare Iachini, che ha creduto in lui facendolo sentire importante. Con Prandelli la Fiorentina ha iniziato un lavoro diverso, lo definisce un ottimo allenatore, come dimostra la sua carriera. Allo stesso tempo sa che ci vorrà un po’ di tempo per assimilare le sue idee di gioco, ma la strada è quella giusta. Il ritorno alla vittoria con l’Udinese è stato fortemente voluto, è servito a dimostrare che il gruppo sa compattarsi nelle difficoltà. Adesso non bisogna fermarsi – chiosa Biraghi. Attaccamento alla maglia? Ha ragione Prandelli: lui e i suoi compagni devono essere consapevoli di indossare una maglia gloriosa che rappresenta una tra le città più famose al mondo. Ai tifosi promette di dare tutto per onorare la maglia e regalare gioie.

Classifica e calendario ostico

La squadra è consapevole di non essere quella scesa in campo finora, c’è fiducia nel poter fare molto di più. La ricetta per il terzino passa dal lavoro duro: dare sempre il massimo, a prescindere dall’avversario. Col Milan una partita affascinante e complicata, in cui non avere paura. Servirà la giusta carica perché non esistono squadre imbattibili: la Fiorentina può mettere in difficoltà chiunqueUn derby per lui? Non ha mai nascosto di essere legato ai colori nerazzurri, per cui la sfida col Milan è sempre speciale. Adesso però è un calciatore della Fiorentina: “legatissimo a questa maglia e a questa città che mi ha dato tanto”.
GERMOGLI PH:
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy