Soprintendente Pessina: “Il Franchi come il Colosseo, è nel passaporto a pagina 31”

Soprintendente Pessina: “Il Franchi come il Colosseo, è nel passaporto a pagina 31”

Pessina si adegua alla legge e fornisce il proprio parere

di Redazione VN

Dopo le parole di ieri pomeriggio, il Soprintendente Andrea Pessina ha affidato a La Nazione altri ammonimenti sulla questione stadio. Per l’organo presieduto da Pessina la responsabilità era molto pesante, ma far rispettare i vincoli sul Franchi era un dovere da assolvere; adesso c’è preoccupazione per quello che lo sblocca stadi può permettere (QUI TUTTO L’ITER DETTAGLIATO). “Ci adegueremo ovviamente, ma non si capisce bene cosa succede se il progetto è irricevibile: quali sono i margini? Se venisse chiesto l’abbattimento per ragioni economiche?”

“Nelle pagine del nostro passaporto – ha detto Pessina -, in filigrana sono disegnati una serie di monumenti. Ben tre sono di Pier Luigi Nervi: uno è lo stadio di Roma, uno la Sala delle Udienze Paolo VI in Vaticano e a pagina 31 c’è l’Artemio Franchi. Questo dà l’idea dell’importanza che è stata data a questo edificio, che è stato ritenuto uno dei monumenti più significativi dell’architettura moderna nazionale e che fa parte dell’identità nazionale. Quindi io credo che le esigenze anche legittime di adeguare lo stadio agli standard di oggi, debbano tenere conto che il Franchi è come la Cupola di San Pietro o il Colosseo. E’ come abbattere qualcosa che sta sulle monete. Chi prenderà questa decisione, spero che lo faccia consapevolmente, perché legherà il suo nome a qualcosa di pesante”.

48 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. I'Generale - 1 settimana fa

    Parliamoci chiaro… lo stadio sarà anche stato avvenieristico per gli anni ’30, ma adesso è fuori da ogni schema logico… tralasciamo il fatto della forma che è stata disegnata così solamente per riempire l’ego di qualcuno (perchè a nessun errere umano senza imposizioni potrebbe mai venire in mente di schiacciare le curve in quel modo riducendone l’agibilità e la visuale) e parlamo di contenuti… questo stadio per essere al pari coi tempi deve essere coperto, aggiornato e completato. l’unico modo per farlo è aumentare gli spazi a servizio (perchè chi non va alle partite magari, caro dott. pessina, non ha mai visto i servizi igienici delle curve per esempio…) e quelli commerciali a scapito, anche, della capienza dell’impianto stesso…
    morale della favola: quando tutt oquesto popò di panegirico sarà completato il franchi, molto probabilmente, non farà più al caso di una società come la fiorentina che tutti speriamo possa riprendere il proprio posto anche in europa! magari potrebbe tornare buono per il camcio femminile, il rugby e tutte quelle altre attività sportive che non richiedano 40.000 posti a sedere…
    tra l’altro, nessuno parla mai delle infrastrutture (che praticamente non ci sono) e che avrebbero costi e tempi anche più alti dell’aggiornamento dell’impianto ed andrebbero anche a stravolgere l’assetto cittadino (strade, parcheggi, verde pubblico ecc ecc)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ForzaViolaSempre - 1 settimana fa

    non c’è tutto lo stadio ma solo la tribuna e non come è ora ma come era prima di Italia 90 sicchè poteva risparmiarsi sta boiata e vole dire che non va allo stadio minimo da 32 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Valter - 1 settimana fa

    L’emendamento previsto per alleggerire le responsabilità del sig Pessina non servirà a niente perchè per pessina lo stadio è una cosa personale.
    Siccome lui non ha fretta di cambiare lo stato delle cose al contrario di Rocco che ha bisogno di fare lo stadio il prima possibile, pessina farà di tutto per mettere i bastoni tra le ruote sollevando eccezioni su tutto e se le sue eccezioni non verranno accolte si appellerà a tutto il possibile coinvolgendo enti e chiunque può essere tirato in ballo per fermare i lavori.
    L’emendamento è solo uno spot pre elettorale.
    Tutti a Campi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il Viola di Gallipoli - 1 settimana fa

    Caro Pessina, quando inizierà a crollare del tutto sarà veramente come il Colosseo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOBIA - 1 settimana fa

    Caro Pessina, a ragione o a torto, ORA, non è che dovrete vedere, MA SOLO PRENDERE ATTO. Potere finito. Prima eravate contrari all’abbattimento parziale delle curve? Bene. Spero allora in una operazione stile TABULA RASA, CON ABBATTIMENTO TOTALE. Caro genio della Soprintendenza, chi semina vento raccoglie tempesta. Ciao cocco…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bottegaio - 1 settimana fa

    Ma il comune potrebbe veramente fare qualcosa di innovativo al Campo di Marte dato che se l’emendamento diventa legge lo può usare tranquillamente.
    Nardella è una fucina di idee, Olimpiadi, Coppa Cobram degli Archi star, Termovalorizzatore con pista di neve artificiale coperta perchè Firenze non è seconda a nessuno! Hai voglia con la fantasia. Però un momento, se fanno così lo stadio, Commisso lo fa a Campi. Alt! Calma. Renzi il “suo” areoporto lo vuole. Eccome se lo vuole. Ma come, hanno chiamato Cristiano Ronaldo Airport quello di Madera e lui nulla? Non sia mai che il nuovo Vespucci, pardon, il nuovo Matteo Renzi Airport non porti il suo nome? Con l’ego non si scherza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dave.087_273 - 1 settimana fa

    Se è così allora spero che Commisso lasci perdere. Nel caso che il Franchi venga toccato ci saranno strascichi di polemiche per anni. Lo stadio sarà costruito ex novo da qualche parte. Però mi viene in mente una cosa… se durante 800 non si fosse intervenuti sulla città demolendo le vecchie mura per creare i viali adesso Firenze come sarebbe? Operare adesso come fecero nel Risanamento di Firenze credo che sarebbe impossibile. Ma trovare un giusto compromesso penso sia doveroso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. simuan - 1 settimana fa

    …oh Pessina ma non ti suda la lingua no con tutto ‘sto parlare???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. LupoAlberto - 1 settimana fa

    Ho trovato la soluzione: facciamo tutti il passaporto elettronico così possiamo abbattere il Franchi. 😛
    E si fa per fa’ chiasso, non esagerate con i non mi piace 😉
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. claudiog197_3585294 - 1 settimana fa

    A parte che con tutto il bene che posso volere al franchi se uno lo paragona al Colosseo o a san Pietro come minimo bisognerebbe provargli la febbre . Comunque pessina sta dando per scontato che commisso spenda dei soldi nel franchi ma non si rende conto che tutta questa pantomima avvicina sempre di più campi alla fiorentina . Poi spetterà a pessina valorizzare il franchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Lallero - 1 settimana fa

    ma basta, lo intervistate ancora? bastaaaaa. il mediocre qui tutta questa visibilità non ne ha mai avuta, non li molla questi 5 minuti di celebrità neanche sotto tortura medievale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. monteviola - 1 settimana fa

    A questo punto credo che la soluzione sia una sola: lo stadio da un’altra parte e il franchi se lo gestisce pessina e vedremo come lo fa diventare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Larry_Smith - 1 settimana fa

    Quanti unni su questa pagina!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Nicco - 1 settimana fa

    Ma lasciatelo cascare a pezzi, con la morte nel cuore lo dico ma è quello che si meritano, se la Fiorentina va via da campo Marte il Franchi nel giro di 10 anni fa la fine del ponte Morandi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CippoViola - 1 settimana fa

    Perché non ci mettono le mura di Pistoia a pag.31?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. andrea_fi - 1 settimana fa

    Se Commisso si avventura nella ristrutturazione del Franchi andrà incontro a critiche feroci qualunque cosa faccia. Oltre problemi insormontabili e tempi comunque lunghissimi. Senza contare che Pessina vorrà metterci bocca. Nardella vorrà metterci bocca. L’opposizione politica vorrà metterci bocca. Gli opinionisti e giornalisti fiorentini vorranno metterci bocca. Chi il Franchi lo vorrà bianco. Chi nero. Chi troppo poco. Chi “troppo tanto”. Con grandi processi radiofonici, sui social, e sui giornali. Continuo a consigliare Commisso di scappare perché questo è un trappolone. Spenderà tanti soldi e scontenterà tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sblinda - 1 settimana fa

      Questo avverrà ovunque, anche a Campi, perché siamo a Firenze. Se Rocco ha preso la Fiorentina, ha adottato anche i fiorentini, che hanno il difetto di voler sempre metter bocca su tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea_fi - 1 settimana fa

        Vero ma con Campi almeno non entra nelle sabbie mobili della modifica del monumento Franchi. Io fossi in lui scapperei a gambe levate. Con tutto il macellaio di normative non escludo futuri interventi anche della magistratura. Ma poi sarebbe troppo legato agli umori della soprintendenza e del comune di Firenze. Ma t’immagini? Modificare il Franchi? Un vero delitto di lesa maestà. O accontenta tutti se ti riesce!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. fornamas63 - 1 settimana fa

    A me il personaggio lascia perplesso, soprattutto per lo stile delle dichiarazioni, sul merito fa il suo anche se molto ci sarebbe da dire sui termini del suo incarico. Detto questo sulla questione i più indecenti sono gli amministratori e i politici che all’unanimità stanno pervicacemente insistendo sulla soluzione Franchi.
    E’evidente anche a un bambino che l’impianto non può trasformarsi in uno stadio moderno e funzionale a meno di un intervento radicale che Pessina continua a osteggiare (forse a ragione), insistere su questa strada anzichè dare collaborazione alla proprietà della Fiorentina per una soluzione diversa anche fuori dall’ambito comunale.
    E per evitare strumentalizzazioni politiche sulla vicenda ricordo che tutti i partiti si sono schierati per la soluzione Franchi, il che da fiorentino mi fa disperare per l’evidente mediocrità della nostra rappresentanza locale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. aurelianodamacondo - 1 settimana fa

    Questo le fa girare più delle scale elicoidali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Coriandolo - 1 settimana fa

    Non riesco a capirne l’atteggiamento.
    Ricapitolando: fino all’altro ieri si è sostenuto che la Fiorentina NON avesse presentato alcun progetto, per cui, di fatto, si parlava del niente c.ca i lavori sul Franchi. In ogni caso si affermava che nelle valutazioni ci si sarebbe attenuti alle disposizioni di legge.
    Ora esce questo emendamento e, nello stesso tempo, mentre si parla di disponibilità a sedersi ad un tavolo, esce una premessa come quella circa la “paternità di eventuali oscenità sullo stadio”, che trovo fuori luogo perchè:
    – Sicuramente non contribuiscono ad una discussione pacata e costruttiva nell’interesse di tutti
    – Visto che Fiorentina, come ho sentito ripetere più volte, non ha presentato alcun progetto ufficiale, trovo queste parole un grosso scivolone, nei tempi e nei modi, perchè odorano di stizza e soprattutto di una posizione prevenuta (il progetto ancora non c’è), e non rivolta ad un dialogo costruttivo.
    Io credo che, come prima, ci si debba limitare al rispetto delle disposizioni vigenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Xela - 1 settimana fa

      mmm mi sa che ti sei perso dei pezzi… hanno fatto un emendamento per poter fare ciò che non avrebbero potuto fare. e quello che non potevano fare erano appunto delle oscenità. tipo demolire metà stadio. mi sembra incredibile che non ci arriviate… Ovvio che non c’è progetto ancora, ma se non devono fare queste demolizioni a cosa serve questo emendamento??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Coriandolo - 1 settimana fa

        Scusa Xela, mi devo essere espresso poco chiaramente. Io ritengo che, rilasciare dichiarazioni nei termini che ha usato il sovrintendente, a mio parere piuttosto astiosi con la Fiorentina (che non ha votato l’emendamento, mi pare), prima di poter esaminare un EVENTUALE progetto che ancora non c’è, mi pare non contribuisca ad una discussione serena. D’altra parte, semplificando e brutalizzando il concetto, quando Commisso sosteneva che era necessario costruire altrove, che al Franchi non gli facevano fare niente, gli veniva risposto: ma come, se non hai nemmeno presentato un progetto?! Allo stesso modo, oggi si potrebbe dire che, parlare di eventuali oscenità, potrebbe apparire un filo prevenuto, se non sai ancora cosa si vuole fare. Mantenere la Torre di Maratona, le scale, ed avvicinare le curve mantenendone però il più possibile la struttura, ricavare spazi per il commerciale rientrerebbe tra le oscenità? Io non lo so, e non lo può sapere nessuno finchè non visiona il progetto. Le stesse cose si possono fare in tanti modi, alcuni sorprendenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. andrea - 1 settimana fa

    Leggendo i commenti nodo sotto si capisce perché l’Italia non ha e non potrà più avere gli slanci artistici con cui è stata carattee resa unica. Ultimo degno di nota, di questo meraviglioso paese è il razionalismo, che nonostante il fascismo e la barbarie di quella ideologia, segna per primo il distacco dall’arte medievale sia concettualmente che strutturalmente nei materiali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LoreBBB - 1 settimana fa

      si ma le supercazzole andavano di moda 20 anni fa oramai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea - 1 settimana fa

        Se oltre a violanews si leggesse anche altro, probabilmente si comprenderebbero cose che altrimenti potrebbero essere scambiate per supercazzole.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sblinda - 1 settimana fa

      Non è una discussione sul valore di un’architettura, ma sul fatto che c’è una distinzione netta tra gli esempi portati da Pessina. La Manifattura è rimasta abbandonata a se stessa per 40 anni e oltre e i dibattiti sono sempre stati di nicchia, nel frattempo nessuno se ne è preso cura. Poi ci faranno un hotel e sono curioso di vedere che opere faranno per tutelare un edificio meraviglioso.
      Il Franchi è uno stadio e come tale deve essere fruibile in modo sicuro ed avere un senso da un punto di vista di resa economica, altrimenti perde il senso e diventa un’opera, visitabile, come il Colosseo citato, ma con molto meno appeal e fa la fine della Manifattura.
      Porti idee Pessina, ma se la proposta è lasciarlo così non è ascoltabile, perchè a differenza delle opere che cita il Franchi è vivo e ospita oltre 20000 persone. Se si vuol fare i sofisti ok, ma cerchiamo di essere obiettivi. Nessuno parla di radere al suolo, ma di mantenere le parti di interesse e costruire al loro servizio un impianto che sia in linea con la modernità.
      Secondo la tua logica Santa Maria del Fiore non avrebbe visto la luce, e comunque non avrebbe avuto l’attuale rivestimento, non avremmo i viali di Poggi e il famoso razionalismo da te citato non avrebbe avuto lo spazio che ha. Perché in una dittatura era facile costruire senza star dietro troppo ai sovrintendenti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Xela - 1 settimana fa

        ma basta citare poggi e santa maria del fiore!! ma lo volete capire che siamo in un’epoca diversa con un concetto diverso della tutela? ti curi con le sanguisughe tu? o ti sei evoluto? No sai, perchè prima facevano così….

        qui hanno fatto una legge per poter demolire mezzo stadio, quale tutela c’è in questo?

        Andava fatta una discussione precedente, andava fatto un concorso di idee, andava chiesto parere a progettisti ed invece… nulla.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Sblinda - 1 settimana fa

          Carissimo, non sono io che ho comparato COLOSSEO – SAN PIETRO e FRANCHI.
          La mia non era una comparazione in senso stretto, era un riferimento ai paragoni che vengono fatti. Le epoche cambiano e acquistano valore le opere con il trascorrere del tempo, ma ci si deve evolvere, se il Franchi verrà fatto bene, nel rispetto della sua storia, si parlerà di un’opera esemplare per la tutela e la commistione di stili. Credo che nessuno voglia fare un impianto tirato via, credo ci sia la disponibilità massima, quello che urta è la chiusura manicheista di Pessina, perchè è completamente avulso dalla realtà.
          Il Poggi come esempio è abbastanza calzante con le dovute proporzioni, perché la sua opera è stata proprio funzionale alla modernità. Poi ognuno è giusto che abbia le proprie idee, l’importante è argomentare, cosa che mi pare non faccia Pessina.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. andrea - 1 settimana fa

        Ip ho puntato l’indice sul relativismo estetico di chi dall’alto del proprio gusto decreta la distruzione di un’opera d’arte. Se poi si ha voglia di entrare nello specifico, ritengo sia giusto buttare giù tutto se lasciato all’abbandono e al conseguente degrado. Però questa cosa ci apre spunti su riflessioni diverse, tipo quella secondo cui in questa città tutto ciò che sia moderno o distante dall’arte medievale non meriti di esistere. Pensa a quante discussioni ci sono state sul palazzo del tribunale, senza guardare cosa in quella zona di Novoli, fatta di palazzi orrendi e inespressivi, sia veramente e tragicamente brutto per una città come Firenze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. andrea - 1 settimana fa

        Secondo la vostra logica tutto ciò che si discosta da la Firenze del 500 è brutto. Lasciare la torre di Maratona fuori dal contesto, quello è veramente brutto.
        Io ho puntato l’indice sul relativismo estetico di chi dall’alto del proprio gusto decreta la distruzione di un’opera d’arte. Se poi si ha voglia di entrare nello specifico, ritengo sia giusto buttare giù tutto se lasciato all’abbandono e al conseguente degrado. Però questa cosa ci apre spunti su riflessioni diverse, tipo quella secondo cui in questa città tutto ciò che sia moderno o distante dall’arte medievale non meriti di esistere. Pensa a quante discussioni ci sono state sul palazzo del tribunale, senza guardare cosa in quella zona di Novoli, fatta di palazzi orrendi e inespressivi, sia veramente e tragicamente brutto per una città come Firenze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Dellone68 - 1 settimana fa

      Scusa Andrea, io concordo con te sul razionalismo ed anche sulla tutela di questi beni, ma possibile che sullo stadio non si possa fare niente? E’ un oggettino dove ogni domenica vanno a sedersi in media 30.000 persone che si calpestano per non vedere un tubo; in tutti gli altri giorni nessuno va ad apprezzarne lo stile; peraltro, per apprezzare la forma a D, e tutta la struttura che era stata concepita allora, non doveva neanche essere concesso l’abbassamento del terreno di gioco ma doveva rimanere tutto com’era compreso la pista di atletica. Perchè se vogliamo fare i raffinati allora lo Stadio non doveva essere toccato in alcun modo. Lo stadio aveva il suo fascino con la pista, e addirittura, ti dico, con le aste delle bandiere che partono dalle curve ed adornano tutta la D e che oggi sono soltanto pali di ferro che guardano il cielo perchè da decenni, da quando vado allo stadio, ho mai visto issata una bandiera. Ma a chi giova tutto questo? A nessuno, neanche ai fiorentini di cui non interessa nulla la partita e la Fiorentina ma pensano, giustamente, ad altro. Toccherà a tutta la comunità pagare per tenere in piedi il bellissimo stadio razionalista mentre sarà quasi impossibile fare un’altro stadio altrove. Invece questa volta Renzi&Company hanno fatto bene (te lo dice uno che non lo reggeva….ma bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare). Lo stadio si potrà completamente modificare, se vogliono salvaguardare le scale ed il resto di pregio della struttura potranno adibire un’area a museo, lo spazio c’è, ma non è pensabile che in questa città NON SI POSSA FARE NULLA. Basta con questi veti. Di questo passo rimarremo un museo dove i cittadini spariscono dalla città per tornare nelle periferie e qua vivranno solo i kebabbari e tutti quelli che sono per il turismo mordi e fuggi. Città che vivrà solo sulle rendite, nessuno sviluppo, nessuna prospettiva. E’ questo quello che si vuole? Il mondo va avanti, Firenze è stata il suo centro nel trecento/quattrocento, ora è una città totalmente irrilevante. Vogliamo dare un futuro a questa città o si continua così? Se è questo quello che vogliamo possiamo trasformarci tutti in un Pessina. Almeno staremo tranquilli. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea - 1 settimana fa

        Vogliamo parlare del Ridolfi, ex militare, fatto nuovo qualche anno fa e inutilizzato tranne che per un europeo di atletica. Vogliamo parlare delle piscine costoli, oramai riflesso degradato di un tempo che fu. Del palazzetto dello sport nato come piscina olimpionica al coperto, poi successivamente passata a palazzetto dello sport a causa di errate misurazioni. Tutto in quella zona andrebbe buttato giù e ricostruito prima del Franchi. Opere senza arte e storia. Un’amministrazione lungimirante avrebbe pensato di spostare al Franchi tutto lo sport all’aperto della zona, facendone una struttura polivalente, e costruire uno stadio per il calcio in quell’area. Questo io penso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Dellone68 - 1 settimana fa

          Guarda, io qua ho scritto da qualche anno che ero per la ristrutturazione del Franchi. Peraltro anche Rocco era inizialmente concorde. Ha presentato un progetto dove salvaguardava le scale (della maratona), la torre, la pensilina. Avrebbe buttato giù altre due scale (quelle delle due curve) per avvicinare le stesse al campo di gioco. E’ quello che io ho sempre pensato, si può rifare lo stadio Franchi salvaguardando questi elementi e concependolo in una logica di modernità e di fruibilità dignitosa per le persone che vanno allo stadio. Adesso, così com’è, scusa la volgarità, ma è un cesso sul quale si fa anche fatica a sedersi. Il risultato della prima proposta di Commisso è stata l’ascesa irresistibile del dottor Pessina con tutti i suoi distinguo, le sue negazioni, il suo attaccarsi a norme interpretabili solo a modo suo. Se questo è quello che si vuole allora ben venga la legge attuale che permette di valorizzare gli elementi di pregio ma relegandoli ad area museale. Il Franchi come era stato concepito è già morto da trent’anni, da quando lo rifecero nel novanta. Quello stadio, che era certamente bello, non c’è più. Pessina, mi spiace dirlo e senza volerlo offendere, non è che un dinosauro. Deve rendersi conto della realtà e lo farà perchè l’unica strada è quella di rifare il Franchi. Purtroppo per Campi non c’è e non ci sarà spazio. Come da nessun’altra parte. E’ la logica che ce lo dice. Ciao.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Ordinanza - 1 settimana fa

    Questo qui straparla tutti i giorni dello stadio, forse se si occupava di altri beni sotto la sua tutela era meglio, per esempio le mura crollate a Pistoia, per cui non mi sembra che abbia detto una parola…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bob - 1 settimana fa

    Campi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Sblinda - 1 settimana fa

    Ok, allora perché la Roma non gioca a calcio con 30000 spettatori al Colosseo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Dellone68 - 1 settimana fa

    Ogni giorno che leggo le dichiarazioni di questo signore rimango senza fiato. Ma come si fa a mettere il Franchi in questo….passaporto…ma chi ha avuto l’idea di mettercelo dentro? Delle volte si ha l’impressione di avere a che fare con gli UFO. Insomma, secondo questi personaggi il Franchi è totalmente, a questo punto, immodificabile perchè sta nel passaporto! Roba da urlo. E’ uno stadio!!!! La gente va al Franchi solo per vedere le partite. Ha ragione Thanos 73 qua sotto, non ho mai visto file di gente a vedere le scale elicoidali…..solo Pessina si è accorto che il Franchi è in questo fantomatico passaporto, ma nessuno, forse lo 0,000000000001% della popolazione sa addirittura che esiste. Forse qualche studente di architettura o qualche impiegato della sua Sottintendenza…. Ma per favore! Fossi Rocco farei una proposta eccezionale alla Sottintendenza. Visto che, finalmente, non contate più nulla (almeno sugli stadi, per il resto continuerete a vessare tutti quanti) regalerei un mattoncino di una scala elicoidale al signor Pessina (diciamo un pezzo di cemento armato) e raderei al suolo tutto. Mi va talmente di traverso tutto quanto a sentire quest’uomo che la reazione più logica non potrebbe essere che questa. Per fortuna ha a che fare con Rocco che ha giudizio. A questo punto facciamo pure lo stadio a Campi. Ma Pessina, lui personalmente, dovrà pagare in eterno, compreso i suoi eredi, i costi di manutenzione del rudere che interessa solo a lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Murcielago - 1 settimana fa

    Idea: prendiamo una delle scale elicoidali e mettiamola al cento di una nuova rotonda da fare al posto del semaforo del poggio imperiale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. bpaolo6_13576411 - 1 settimana fa

    sarebbe bene che pessina usasse il suo passaporto alla pagina 31 per andare a vedere ciò che accade nel mondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MAXgobbomai - 1 settimana fa

      Pensavo per andare a quel paese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. jackfi1 - 1 settimana fa

    Se è come s. Pietro e il Colosseo che lo si apra al pubblico almeno si aumenta gli incassi del comune. Però i cinesi son pecoroni, vaglielo a spiegare che le scale elicoidali e la tettoia sono un capolavoro. Quegli ignoranti continuano a voler andare al Colosseo o agli uffizi. Il rilancio post covid di Firenze saranno le scale elicoidali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Thanos73 - 1 settimana fa

    Infatti ci sono anche le giude turistiche che vengono con milioni di turisti ogni anno a vedere uno stadio che cade a pezzi….sopratutto le scale…ma chi se ne frega….tutti a campi…non lo state a sentire sindrome dell onnipotenza crede di essere dio e di poter decidere x gl altri…voglio vedere lo stadio tra qualche anno senza partite in che stato e…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. federic_3552710 - 1 settimana fa

    Sta uscendo totalmente dalle sue mansioni professionali mettendo un’inutile pressione sulla Fiorentina. Mai sentito un Soprintendente straparlare come questo, il Ministro Franceschini, suo capo, dovrebbe metterlo a tacere. Pessina è uno Stadio, se non viene rifatto secondo standard che aumentino entrate e ricavi la Fiorentina o l’abbandonerà o diventerà una squadrerà marginale, cosa che a lei frega il giusto ma anche solo come volano economico per Firenze sarebbe un danno importante. Rifletta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Gasgas - 1 settimana fa

    Stadio a campi. E a questo signore e al comitato la responsabilità della manutenzione del grande monumento Franchi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Tagliagobbi - 1 settimana fa

    Io propongo di lasciargli in giardino 2 o 3 calcinacci insieme alle scale elicoidali così sarà felice…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. jude89 - 1 settimana fa

    Mo basta! … Che la smetta di sparare cavolate, a Roma il colosseo fa milioni di turisti all anno che vengono per visitarlo da tutto il mondo…vorrei sapere da questo ridicolo sovrintendente Gobbo, chi cavolo viene dalla Cina o dal Giappone x es., a Firenze per visitare il Franchi. Ma non ti pole più sentì , hai strarotto pessimo pessina e ti faccio un complimento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Campi Bisenzio unica soluzione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy