Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Corriere Fiorentino

Ambrosini: “Viola da Europa, che sfida tra Italiano e Pioli. Vlahovic? Agenti…”

FERRARA, ITALY - NOVEMBER 15:  Italy U21 head delegation Massimo Ambrosini looks on before the International friendly match between Italy U21 and England U21 on November 15, 2018 in Ferrara, Italy.  (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L'intervista al doppio ex di Fiorentina-Milan: "I viola possono crescere ancora nei singoli. Mercato? Salto di qualità con Berardi"

Redazione VN

Lunga e interessante intervista a Massimo Ambrosini stamattina sul Corriere Fiorentino. Per il doppio ex di Fiorentina-Milan non ci sono dubbi: sabato al Franchi "si affrontano due tra le squadre più belle e convincenti del campionato". Merito dei due allenatori, con Pioli "cresciuto moltissimo rispetto a Firenze e promotore di un'idea di calcio moderna ed Europea" e Italiano "tecnico che più di ogni altro ha inciso sulla propria squadra". Ambrosini sottolinea come a parità di squadra (rispetto alla scorsa stagione), le idee del tecnico viola stiano facendo la differenza: "La Fiorentina oggi è una squadra forte, aggressiva, sempre convinta dei propri mezzi. Può giocarsi l'Europa fino alla fine con Atalanta, Lazio e Roma". Per il commentatore i pochi punti raccolti dai viola contro le big sono riconducibili ai dettagli che fanno la differenza in queste sfide, come la malizia, l’esperienza e la qualità individuale, "ma la Fiorentina se l'è sempre giocata alla pari".

Per Ambrosini la Fiorentina può crescere ancora nei singoli e cita tre nomi sopra tutti: Castrovilli, Sottil e Nico Gonzalez, quest'ultimo mai in campo con continuità. "Con questi tasselli al loro posto ci sarà da divertirsi. E contro la Juve ho visto che Quarta sta diventando fortissimo". L'ex viola dice la sua anche sul mercato: "Il gap con le grandi c'è e là davanti manca qualcosa, serve sicuramente un aiuto della società a gennaio. Con Berardi i viola farebbero un salto di qualità enorme". Sul caso Vlahovic, infine, Ambrosini punta ancora sulla strada della diplomazia: "Penso che la società debba mettere da parte i rancori, cercando in tutti i modi di mettersi al tavolo col ragazzo e col suo agente per trovare un’intesa che li porti a fine stagione nella massima serenità. Sui procuratori mi sento di dire che le regole entro le quali agiscono sono state approvate dai club. Troppo facile prendersela con loro, si responsabilizzi piuttosto i giocatori, sono loro che decidono".

 TURIN, ITALY - NOVEMBER 06: Dusan Vlahovic of Fiorentina gives their team instructions during the Serie A match between Juventus FC and ACF Fiorentina at Allianz Stadium on November 06, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Chris Ricco/Getty Images)
tutte le notizie di