Aiuto: Drago è il migliore (e ne prende tre). Società furibonda, clima pessimo a Firenze

Nuova battuta a vuoto, da stasera giocatori in ritiro. Situazione sempre più complicata, raramente si era visto un clima così compromesso

di Redazione VN
Commisso

Anche su La Nazione troviamo il commento al 3-0 subito ieri dalla Fiorentina in casa dell’Atalanta. Il migliore alla fine à il portiere, scrive Angelo Giorgetti. Difficile trovare spunti incoraggianti che spostino il senso di un confronto fra una squadra che gioca al calcio e un’altra che prova a resisterle. Prima o poi, uno spiraglio per passare ci sarà. E infatti così è stato, nonostante il tentativo di Prandelli di irrobustire le fasce. Il gol di Gosens alla fine del primo tempo ha fatto riprecipitare la Fiorentina nella propria fragilità, del resto già messa in evidenza ieri dalla netta differenza di valori in campo. L’Atalanta perfino senza Gomez e Ilicic ha messo sotto senza problemi una Fiorentina senza Ribery e Callejon. Pezzella e Milenkovic – entrambi cercati dal Milan la scorsa estate – sono stati protagonisti in negativo dei primi due gol.

La situazione è sempre più complicata, raramente si era visto un clima così compromesso a livello di compattezza. La società ha fatto sapere di “essere furibonda”. Tutti, a cominciare da Commisso e Barone, hanno motivi per ritenere che i giocatori debbano dare risposte diverse sul campo; e siccome evidentemente non si riescono, la scelta è stata quella di portarli in ritiro da stasera. Fosse stato per Commisso, la squadra sarebbe rimasta in clausura da ieri sera, ma motivi logistici hanno impedito di avviare subito il ritiro. Comunque la si veda, il clima è pessimo. E mentre i tifosi non sanno più con chi prendersela, avendo esaurito in pratica il giro dei bersagli (giornalisti compresi) la sensazione è che prima o poi si arriverà al confronto finale, finora rimandato.

Pezzella-Toloi

40 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. france - 1 mese fa

    Intanto Pezzella in tribuna fino a fine campionato.Si va in B senza il “prezioso” contributo di Pezzella!
    Poi,prendere Milenkovic e il suo procuratore da una parte e riferire che,avendo lui ancora un anno di contratto con la Fiorentina,in caso di retrocessione il prossimo campionato lo gioca in serie B.
    A seguire,con la stessa dinamica procedura si prende Ambrabat e il suo procuratore e gli si dice la stessa cosa,non potendo credere noi che questo sia lo stesso calciatore che giocava a Verona.
    A pulgar non si può dire niente perchè questo è Pulgar,poca roba…di più non può fare.
    Poi si passa da Biraghi e mentre gli si mette una bandiera dell’Inter sulle spalle gli si da una pedata nel culo e lo facciamo accomodare in panchina fino a fine stagione facendo giocare Barreca SUBITO.
    Prima di andare a fare qualche regalo di Natale si passa da Venuti e gli si dice Bravo perchè si impegna sempre e lo si fa giocare TUTTE le partite.A Castrovilli si fa presente che nonostante la sua fragilità muscolare,che non è colpa sua,deve mettere un pò più di foga nei contrasti e darsi più da fare che i mezzi lui li ha.Borja Valero lo lasciamo sotto il plaid a guardarsi qualche puntata di Barnaby comodo in tribuna.Kouamè e Vlahovic con Prandelli tutti i giorni un ora dopo la fine dell’allenamento in esercizi di controllo palla sul limite dell’area e tiri di collo,SOLO DI COLLO verso la porta.Duncan in campo al posto del già citato Pulgar.Ribery gioca SOLO qundo usiamo una maglietta diversa da quella binca perchè il bianco mette troppo in risalto la pancetta,quella viola snellisce.Bonaventura in licenza premio per Natale perchè più di così non può dare.Callejon tanto è ancora a Napoli quindi lasciamolo li e Caceres gli si fa parla dalla federazione Uruguaiana che gli comunica che con più di due cazzate a partita nel suo campionato non potrà venire convocato in Nazionale.
    Nel frattempo per Prandelli una settimana di corso sulla comunicazione che gli possa evitare di dire scempiaggini tipo:dopo il terzo gol ci siamo sentiti come liberati..
    Tutto ciò per la squadra….
    Dopo le feste di Natale si parla anche con la dirigenza….A termine…MOLTO a termine….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 1 mese fa

      mi sei piaciuto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. france - 1 mese fa

        Ti ringrazio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rudy - 1 mese fa

    A centrocampo abbiamo ballerini e pensionati in quantità, ma ci mancano giocatori tignosi. Con questa rosa Juric avrebbe distrutto la sua carriera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dallapadella - 1 mese fa

    Si può anche cambiare titolo “Società pessima, clima fuoribondo”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pino.guastell_9534945 - 1 mese fa

    Col senno di poi…Ma per favore solo un Direttore Sportivo incompetente poteva collezionare tanti giocatori scarsi spacciandoli per dei talenti. E oltre al signor Prade’ bisognerebbe mandare a quel paese il signor Presidente arrivato dall’America per aver comprato Amarabat, che sta dimostrando di essere un mediocre giocatore che noi abbiamo pagato carissimo come se fosse un fuoriclasse e per avere impedito l’ingaggio di Juric un allenatore umile ma assai preparato a resuscitare i morti e farli diventare degli ottimi calciatori. Invece il nostro amato presidente ci ha rifilato tre allenatori tutti fuori moda e incapaci di rinnovarsi adeguandosi al nuovo corso del calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Prima dici che Anmrabat è mediocre (è la nuova moda…) e poi dici che dovevamo prendere Juric che su Amrabat aveva basato il gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fabio - 1 mese fa

    Bene ora non va bene nemmeno Commisso,sono d’accordo con alcuni commenti ( ma sono pochi) si forse la colpa sarà di Commisso (cosa che non credo) che non ha ascoltato i consigli dello staff tecnico.
    ma io credo che quando Commisso ha preso la Fiorentina non c’erano i tempi di allestire la squadra che già da tre anni navigava nelle ultime in classifica, pertanto i problemi erano evidenti ( tenere i giocatori forti è difficile quando non si vince e non si va in Europa)quindi i procuratori lavorano per far andar via i propri assistiti.
    la mia domanda è cosa ci sta a fare Antognoni ( prendere la paga?) non consiglia il Presidente, non consiglia Barone, non parla con il figlio di Commisso? insomma queste sono domande che uno si pone forse succede allora vuol dire che i consigli non vengono ascoltati.
    mi sembra di essere nella squadra del paesino che fa il campionato amatori e il primo che passa lo tesseriamo anche se zoppo.
    Ora capisco perche i Della Valle se ne sono andati, il perche? a Firenze siamo legati ai ricordi basta vincere una gara con la juve e siamo a posto per tutta la stagione,
    se viene uno che vuol cambiare allora non va bene , allora la dobbiamo smettere di stare a criticare questo o quello , sono sicuro che non va bene nessuno. i tempi sono cambiati e noi restiamo fermi da oltre 10 anni.saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Labaroviola72 - 1 mese fa

    Pare che a molti giocatori non importi una ceppa di giocare a Firenze, eppure siamo tra’ le poche societa’ a pagare gli stipendi puntualmente, strano non conti nulla. Forse i problemi di spogoiatoio son molto piu’ grandi di quel che si pensa.
    P.S. dietro di noi ci son solo 3 squadre, fra cui Torino e Genoa, non proprio due squadrette, se il Torino cambia allenatore son guai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cosimo de' Medici - 1 mese fa

    E dal ritiro che si spera di ottenere?
    Siamo una squadra morta, dovremmo mandare in tribuna le mele marce (Pezzella, Milenkovic, Ribéry e Vlahovic) per le ultime partite di dicembre e inizio gennaio, prendere (con un DS ad interim – Pradè va cacciato) in prestito secco giocatori funzionali a gennaio e così ci salviamo.
    A giugno, repulisti.
    Altrimenti, via anche Commisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      In tribuna Milenkovic e Vlahovic così si deprezzano definitivamente e ci salutano, tanto i soldi non sono tuoi.
      Prestiti secchi a gennaio, vedrai chi arriva e con quali motivazioni.
      A giugno repulisti e altri soldi persi, tanto non sono tuoi.
      Via anche Commisso? Tanto i soldi dei fiorentini, sempre a palate vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cosimo de' Medici - 1 mese fa

        Invece che cercare di distruggere un costrutto fatto, proponi qualcosa te?
        Vuoi che giochiamo a chi ce l’ha più lungo? Bene.
        “Milenkovic e Vlahovic si deprezzano se in tribuna”: se in campo, invece, vedo che raddoppiano i loro prezzi, vero? Considerando pure che a fine stagione rimane loro un anno di contratto, a quanto pensi di venderli?
        “Vedrai chi arriva in prestito secco e con quali motivazioni”: ad esempio, con la motivazione di rimettersi in gioco ed essere rivalutati?
        “Tanto i soldi dei fiorentini a palate”: qui ti do ragione, infatti la mia di “Via Commisso” è una provocazione di pancia (fino a un certo punto), ma posso dire che sono deluso da questo presidente, oppure va tutto bene, madama la marchesa?
        Voglio vedere se rispondi costruttivamente, se rispondi e la butti in caciara, lascia perdere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. dallapadella - 1 mese fa

          Saluti Cutrone che è stato un esperimento nato male e con Ribery verifichi cosa vuol veramente fare.
          Con gli altri nessuno in tribuna, nessuno titolare e lasci carta bianca a Prandelli per verificare cosa non va nello spogliatoio e se c’è bisogno intervenire. Va di moda dare la colpa a Pezzella ma io non ci credo.
          Stringi i denti e a gennaio compri solo se hai un paio di occasioni in mediana e in attacco. Non ha senso investire con un allenatore e un progetto traballanti, per me la rosa se vuole si salva senza problemi.
          La tribuna solo come ultima risorsa, spero che Pradè sappia trovare altre soluzioni più furbe.. infatti a parte casi sporadici (Khedira, Gomez, Allan) nessuno lo fa.
          FV

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Cosimo de' Medici - 1 mese fa

            Grazie per l’analisi che, in parte, posso arrivare a condividere.
            Non mi dilungo troppo sulle ragioni del perché i giocatori hanno tirato i remi in barca ma, secondi me, sono semplicemente l’attaccamento a Pioli e i procuratori sciacalli.
            Un saluto.

            Mi piace Non mi piace
  8. fornamas63 - 1 mese fa

    In questo momento di isteria collettiva, leggo tra i vari commenti discorsi senza costrutto riferiti ai progetti dello stadio e del centro sportivo ascrivibili al fallimento tecnico della squadra.
    La proprietà va criticata per la pessima gestione tecnica, sta infilando acquisiti sbagliati uno dopo l’altro e non dà segni di voler cambiare rotta in questo senso.
    La proprietà non la si può accusare di non aver speso (la vecchia storia dei braccini corti in nuova versione) e tantomeno di avere attenzione ai due progetti trascurando quanto avviene sul campo.
    Che piaccia o no la Fiorentina è una società che ha bisogno di questi due impianti per tenersi al passo con le altre, l’occuparsi di questo non esclude di poter allestire una squadra decente.
    Chi dice che la Fiorentina è stata la quinta squadra d’Italia per 90 anni, non tiene di conto che il calcio è cambiato e di molto da 15 anni a questa parte. Servono solidità e programmazione i mecenati sono spariti, tutti le proprietà dei top club e non solo non versano un euro nelle società che gestiscono, vivono e prosperano degli enormi indotti di cui godono, stadio compreso.
    Se vogliamo crescere dobbiamo avere infrastrutture, continuare a sperare in Lorenzo il Magnifico è anacronistico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. BVLGARO - 1 mese fa

    col senno di poi tutti sono bravi, anche io ho sopravvalutato Cutrone e Kouame e ho pensato che Vlahovic fosse più pronto. Ma gli errori di Pradè sono purtroppo molto evidenti, troppi soldi spesi male per calciatori di bassa qualità e per altri a fine carriera. Sono sicuro che prenderemo un grande attaccante e soprattutto un mediano che serve come il pane. Non credo che un imprenditore abbia interesse a svalutare i propri “assets”. L’unica paura che ho è che la squadra giochi contro l’allenatore e scenda nel baratro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fa_774 - 1 mese fa

    Pazienza e sopporto ! Forza viola !

    L’Atalanta e di un altra categoria… Sostitui fortissimi, e giocano tutti di memoria..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 1 mese fa

      parole sante, la squadra ha vinto ad Anfield ed è di un altro pianeta sotto il punto di vista della qualità, del gioco e degli schemi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ottone - 1 mese fa

    Società furibonda? Chi è causa del suo mal pianga se stesso! Ad ogni modo stiamo all’essenziale: dirigenza sfasata, confusa, incompetente. Prandelli mi ricorda tanto l’Agroppi che dopo il 3° posto dell”86 ci accompagnò in B nel ’92. Disorientato è dir poco (altro cavallo di ritorno disastroso dopo Perdella). Un gruppo di giocatori che è eufemismo chiamare “gruppo”. Meglio sarebbe chiamarli accozzaglia di gente in pantaloncini corti. Un clima attorno ovviamente stressato e rancoroso. La retrocessione è praticamente dietro l’angolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. i'campigiano - 1 mese fa

    Tanto per dire: Sottil a Cagliari sta facendo assist e gol che è un piacere, a noi ci faceva schifo ed oltretutto lui voleva stare a Firenze a qualunque costo. Io di calcio ci capisco poco ma forse qualche dirigente Viola ne capisce ancora meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. gianni - 1 mese fa

    Quale sarebbe il confronto finale paventato dall’autore del pezzo giornalistico ? Occorre chiarezza e sincerità, oppure si tace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. andrea333 - 1 mese fa

    Commisso deve si deve arabbiare con se stesso ,Pradè ,che deve andarsene perchè ha preso ex giocatori che non corrono, almeno aveva preso Juric e Rocco invece ha conferamto Iachini. Poi la ciliegina sulla torta pradè barone e Commisso hanno ingaggiato un ex allenatore e la frittata è fatta. squadra costruita male e allenatori bolliti sono gli ingredienti di questa ricetta che potrebbe portarci in serie B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 1 mese fa

      guarda che con Juric era la stessa cosa,avrebbe fallito anche lui a Firenze. hanno cambiato allenatori a go go, Pioli, Montella, Iachini, Prandelli. sempre colpa degli allenatori? Montella e Prandelli sono stati i migliori a Firenze negli ultimi anni? che sia un tantino colpa dei calciatori (in particolare di uno spogliatoio marcio fino al midollo e di gente che vuole andarsene?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea333 - 1 mese fa

        L’ho scritto che la squadra è piena di ex giocatori ed è chiaro che è stata costruita male. amrabat migliore centrocampista della scorsa stagione è diventato un giocatore normale perchè non è messo in condizione di giocare. Juric sta facendo miracoli con una squadra inferiore alla Fiorentina e se fosse venuto a Firenze avremmo visto tutto un altro campionato. Ovviamente ne io ne te possiamo avere la controprova di quello che diciamo. Comunque speriamo bene e cerchiamo di salvarci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. jackfi1 - 1 mese fa

    Al di là di quanto si sia realmente speso. Questa è una squadra costruita malissimo e gestita anche peggio. L’esempio più lampante a mio parere è il centrocampo dove abbiamo dei giocatori che presi singolarmente sono forti ma che non stanno si amalgano per niente e questa è una grande colpa di Pradè. Iachini in sede di mercato non è stato minimamente preso in considerazione perchè se sostituisci chiesa con callejon, quando il tuo tecnico fa il 352 (dove callejon non lo puoi inserire) vuol dire che non avevi minimamente programmato il dopo chiesa. Per le punte hai fatto in grave errore di valutazione. La difesa l’hai praticamente silurata con la conferenza di inizio anno dicendo che per te se ne potevano andare ma nessuno li ha reputati degni di quanto chiedevi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Assolutamente d’accordo con le prime righe: i giocatori in sè non sono pippe ma c’è qualche problema di assemblaggio, di condizione fisica aggiungo e una gestione deficitaria da fine mercato estivo.
      Pradè compra giocatori che gli allenatori non usano, è successo anche con Pedro, Cutrone e tanti altri. La dirigenza lavora a compartimenti stagni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Leonard_21 - 1 mese fa

    squadra costruita male, con difesa per difendere a tre e il resto che invece è congeniale per una difesa a 4. a centrocampo ci sono giocatori il cui ruolo è indefinito vedi pulgar e duncan (25 mln spesi) e altri che non giocano (saponara e esseric altri 13 mln), tutti portano troppo palla. sono stati ceduti tutti gli esterni salvo rimpiazzarli con un 33 enne finito tanto che non aveva trovato squadra. poi troppi vecchi: va bene qualcuno di esperiernza ma qui abbiamo caceres, valero, bonaventura, callejon, ribery tutti abbondantemente sopra i 30 e con l’ambizione di giocare (pretendiamo poi ritmo e intensità). non parliamo poi della questione allenatore che tutti conosciamo. s c’è da essere adirati, come qualcuno qui sotto dice, c’è da esserlo con la società e permettetemi anche con buona parte della stampa fiorentina che ben si guarda (non si capisce se per incompetenza e piaggeria) a sollevare critiche decise e serie ma anche costruttive all’operato della proprietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hatuey - 1 mese fa

      Hai scritto tutte cose che condivido, ma anche se la squadra è costruita male, piena di vecchietti, etc., io non credo siamo da retrocessione. Deve esserci altro nello spogliatoio che noi non sappiamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BVLGARO - 1 mese fa

        lo spogliatoio è spaccato e sta rivivendo l’esonero di Pioli, stesso copione, stessi protagonisti.è ora di voltare pagina, serve una nuova notte delle pernici (ma senza Montella)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13889043 - 1 mese fa

    Proclami, scontri con la politica, butto giù tutto, compro tutto, fast fast fast, ufficio lega in USA, ecc ecc.
    Risultati zero…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Rissofiorentino - 1 mese fa

    Nel calcio i soldi non bastano.
    Nel calcio, come altrove, conta la competenza e in mancanza di quella serve umiltà. L’ umiltà di affidarsi a chi è competente.
    Cimmisso, come molti ricchi, non è umile e non è competente di calcio.
    Un progetto tecnico è qualcosa che si costruisce partendo da dirigenti capaci che sappiano dove e come mettere le mani altrimenti butti via tempo e denaro.
    In questi due anni la nostra proprietà ha parlato molto più di stadio e di centro sportivo che di calcio.
    Purtroppo non comprendendo che l’entusiasmo che generano risultati calcistici creano i presupposti per smuovere l ambiente politico, sociale ed economico per realizzare anche quei progetti.
    Quello che mi fa male è constatare che anche i tifosi si sono lasciati trascinare nell’ansia del nuovo stadio pensando che quello era il primo problema della Viola.
    Adesso il re è nudo e vediamo tutti che i problemi sono altri. Speriamo non sia troppo tardi.
    Onore al popolo viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vb - 1 mese fa

      E poi, ma siete davvero convinti che i soldi li abbia e che non siano solo i soliti discorsi??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. BVLGARO - 1 mese fa

    diciamo che se non mandano via Pradè e sistemano la squadra a Gennaio saranno complici della retrocessione. ho visto il calendario (chiudiamo il girone d’andata terzultimi, se va bene)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Jacob Arjouni - 1 mese fa

    Com’è difficile parlare di Fiorentina in questo momento, com’è difficile anche pensare alla Fiorentina.
    Però in queto momento vince la rabbia sull’apatia e sulla rassegnazione in cui questa squadra ci sta spingendo, ecco perchè scrivo questo commento
    Dall’esterno risulta difficile capire dovè il male di questa squadra, trovo uno sport inutile e dannoso sparare su Commisso, Barone, Pradè, Antognoni e Prandelli i veri responsabili sono i giocatori.
    Vero che la società ha commesso tanti errori (nel calcio è bravo chi sbaglia meno), che la squadra è assemblata male e incompleta ma nessuno può affermare che questo sia un organico coerente con questi risultati.
    Sull’onda della rabbia mi verrebbe da sperare in un repulisti completo col mercato di gennaio, enucleare il bubbone marcio che sta avvelenando tutti, ripulire a fondo ogni angolo dello spogliatoio senza guardare in faccia a nomi e cognomi: tenere quei 4-5 giocatori che dimostrano di avere palle, testa e attaccamento e via tutto il resto, comprando gente che forse avrà meno pedigree, forse con caratura più modesta ma che quando va in campo è capace di dare l’anima per questa maglia, per questa città, per il nostro grande Amore.
    Mi sento tradito, schifato da questa mancanza di rispetto, di voglia, di appartenenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. bobosmdg - 1 mese fa

    Il problema è che ci sono ancora parecchi tifosi che credono a Mister OK, un presidente che per risparmiare i soldi dell’ingaggio di un nuovo allenatore mantiene il primo anno Montella, e il secondo anno commette di nuovo lo stesso errore mantenendo Iachini, andando contro il parere della sua dirigenza.

    Ma sono sicuro che tra massimo un paio di anni quasi tutti i tifosi avranno aperto gli occhi e riusciranno a vedere Commisso per quello che è: IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 1 mese fa

      Per come si è comportato con Iachini è una gran persona. Anche con Chiesa ha rispettato l’accordo e lo ha mandato alla Juventus. Un uomo di parola, come pochi ce ne sono. Il suo difetto è pensare che nel calcio i dipendenti (i calciatori) sono come i lavoratori Mediacom, è un mondo di m…a diciamocelo chiaramente, dove conta solo il dio denaro. Trovami un altro presidente che ha fatto un progetto per il centro sportivo, trovamene un altro così battagliero per fare lo stadio. Che dire, se ci facciamo sfuggire una persona del genere ci meritiamo il Cairo di turno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bobosmdg - 1 mese fa

        Commisso ha già 71 anni e al momento il suo unico pensiero sono le costruzioni: lo stadio e il centro sportivo.
        Non avendo ancora molti anni di presidenza davanti a sè per evidenti limiti di età, se fosse venuto a Firenze per vincere come ha sempre sostenuto, il suo problema prioritario dovrebbe essere ALLESTIRE UNA SQUADRA COMPETITIVA.
        Invece questo sembra un contorno al problema principale, ovvero l’EDILIZIA.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 1 mese fa

          sono d’accordo che va allestita una squadra competitiva, ma è qui da poco più di un anno. agli altri sono stati dati 18 anni di tempo e a lui che ha pagato la Fiorentina e immette capitali in sponsorizzazioni e cerca di creare le strutture non perdonate niente, non vi sembra un pò tantino?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Cosimo de' Medici - 1 mese fa

          Beh, quello è abbastanza lapalissiano.
          Ex tifoso della Juve, ha provato già a comprare, senza successo, Milan e Sampdoria, è venuto a Firenze a fare mero business, lo si è capito dal giorno uno quando è andato a parlare con Nardella dello stadio.
          Io speravo che, tra un affare e un altro, avesse pure a cuore le sorti della squadra, ma a quanto pare non gliene può fregar di meno.
          Totalmente deluso da Commisso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Larry_Smith - 1 mese fa

    La società fa bene a essere furibonda, ma con se stessa

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy