news viola

Pioli, Hugo, Lafont e Ceccherini, quattro personaggi… con un autore preciso. Il velo è caduto

Dietro agli errori dei singoli (Lafont e Ceccherini gli ultimi della serie), si cela una Fiorentina costruita male e che fallisce da tre stagioni consecutive

Simone Bargellini

All'andata era colpa di Pioli e Vitor Hugo, se la Fiorentina aveva concesso così tanto all'Atalanta. Nel match di campionato a Bergamo la sconfitta era, di nuovo, imputabile all'allora allenatore viola. Ieri Pioli non c'era e neppure il difensore brasiliano, ma stavolta a peccare fatalmente è stato il suo sostituto Ceccherini. E poi Lafont. Quattro personaggi con un autore preciso, colui che ha scelto tutte le pedine per ricostruire la Fiorentina. E come si è visto ieri, gli errori individuali di cui spesso si è discusso erano solo il velo dietro cui si (mal)celava la mediocrità di questa squadra. Ma cambiando l'ordine degli addendi il risultato non è cambiato. Del resto se in classifica sei undicesimo e più vicino alla zona retrocessione che al settimo posto, forse la proprietà dovrebbe farsi qualche domanda anzichè professarsi "convinta di avere una squadra forte e composta da professionisti di ottima qualità". E forse dovrebbe chiedere conto di questo fallimento a chi, al netto di un budget sempre più contenuto, ha trasformato una Fiorentina reduce da 4 piazzamenti europei consecutivi in una squadra da tre stagioni senza alcuna competitività. E ORA CORVINO RISCHIA

[poll id="460"]

 

http://redazione.violanews.com/altre-news/il-blog-di-guetta-si-impone-una-riflessione/

tutte le notizie di

Potresti esserti perso