“Nardella si muova sul Franchi. Gara internazionale per progetto restyling”

“Nardella si muova sul Franchi. Gara internazionale per progetto restyling”

Il commento del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Paolo Marcheschi, sullo stadio Franchi

di Redazione VN

Il consigliere regionale Paolo Marcheschi (FdI), stamani (venerdì 11 settembre, ndr), ha accompagnato il capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida in visita all’aeroporto di Firenze e allo stadio Franchi.

Prima l’incontro con i ‘sorvolati’ di Brozzi e delle Piagge e poi il sopralluogo a Campo di Marte. ”Finalmente siamo in una nuova fase per le infrastrutture fiorentine. La politica nazionale, con l’emendamento ”sbloccastadi”, ha fatto la sua parte adesso tocca al sindaco Nardella fare la propria. La politica nazionale ha fatto ciò che, negli anni, non è riuscito al Comune di Firenze – ha detto MarcheschiDa Nardella ci aspettiamo che bandisca subito una gara internazionale per un nuovo progetto di restyling del Franchi. Uno nuovo stadio per una grande proprietà e una grande Fiorentina”. Lo scrive l’agenzia di stampa Adnkronos.

 

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valter - 1 settimana fa

    Si.. per il progetto facciamo giochi senza frontiere.
    Venghino si’ori da tutto il mondo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ViolaLuke - 1 settimana fa

    Pienamente d’accordo con estrellaroya. Il Comune dovrà fare una gara per la vendita o la concessione del Franchi. Poi il progetto lo farà il nuovo proprietario o il concessionario, secondo la disciplina normativa vigente e le clausole contenute nella concessione.
    I politici parlano perché hanno la bocca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. estrellaroja - 1 settimana fa

    Fa impressione constatare il pressappochismo e la becera inadeguatezza di un politico che, pur di tirare acqua al suo mulino, dichiara che si aspetta che il sindaco bandisca una gara d’appalto internazionale per il restyling dello stadio, che dovrà pagare un privato di tasca propria. Sarà Commisso, immagino, a decidere chi/come/a che cifra dovrà fare il progetto e i lavori… al più il Comune vaglierà il progetto e lo approverà o meno.
    D’accordo che siamo in campagna elettorale, ma un minimo di decenza sarebbe gradita… non siamo proprio tutti riportati dalla piena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13966502 - 1 settimana fa

      D’accordissimo con te , ma guarda caso l’emendamento l’hanno approvato la settimana prima delle elezioni!
      Comunque io credo che il maggiore intoppo non siano i bandi per la demolizione e per la costruzione , che comunque li sceglierà chi tira fuori i soldi da sempre , e non dal comune o dal consiglio comunale , ma la vendita del bene .
      Rocco è ed è stato chiaro : pieno controllo e piena decisione sul da farsi .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. estrellaroja - 1 settimana fa

        Sì sì, infatti mi sono guardato bene dal farne una questione di parte politica. È ovvio anche a me che la corsa a far approvare questo emendamento era un tentativo di captatio benevolentiae in vista delle regionali.
        Mi sgomentava solo l’ignoranza dei principi più basilari del funzionamento delle cose pratiche.
        Però non capisco perché il gobbostadium in concessione 99ennale per gli strisciati sia fruttuoso, mentre per noi sia indispensabile la proprietà…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy