Martinez Quarta, il futuro è già ora. Ricordando il “caso Pedro”

L’investimento fatto in estate va tutelato, provando a dargli presto altre chance. Anche perchè la difesa viola va incontro ad un rinnovamento

di Simone Bargellini, @SimBarg

Quarta di nome, quinto nelle gerarchie (di fatto l’ultimo). Della posizione del difensore argentino vi parlammo già un mese fa e le cose nel frattempo non sono migliorate, anzi. Dopo le due presenze (+1 in Coppa Italia) con Iachini, l’ex River Plate ha collezionato panchine ed è l’unico difensore a non aver ancora messo piede in campo sotto la gestione Prandelli. Eppure Martinez Quarta è stato il principale investimento del mercato estivo della Fiorentina, nonchè un titolare – in tutte le ultime 4 gare di qualificazione ai Mondiali – dell’Argentina, dove al momento è più considerato di Pezzella. La spiegazione potrebbe essere legata all’ambientamento, che dal Sudamerica all’Italia non è sempre immediato.
.
Do you remember Pedro?
Ecco, l’errore da non ripetere assolutamente sarebbe bocciare prematuramente Martinez Quarta. Anche perchè l’attuale difesa viola non è troppo futuribile, tra carte d’identità avanzate (Caceres) e situazioni contrattuali complicate (Milenkovic e Pezzella). Ma il futuro è già adesso, perchè il giocatore – che ufficialmente non ha mai fatto trapelare malumori – ha bisogno di sentirsi inserito nel progetto, almeno gradualmente. Anche per non perdere il posto in nazionale di cui sopra. L’inizio di 2021 con 5 partite in soli 15 giorni potrà, forse, spingere Prandelli ad offrire un’altra possibilità a Quarta.

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violaviola - 4 settimane fa

    Certo d’altra parte noi s’è terzo o quarti e si ha risorse infinite, per cui ci si può permettere di spendere 10 milioni per un giocatore che giocherà (?) quando sarà pronto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Violaviola - 4 settimane fa

    Un altro colpo da maestro del nostro ds

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Hatuey - 4 settimane fa

    Mi piacerebbe vederlo al posto di Milenkovic a fianco di Pezzella che comanda la difesa. Quando ha giocato il centrale era Milenkovic che non è abituato a comandare la difesa e questo ha reso tutto doppiamente difficile. Io credo sia un buon difensore che ha solo bisogno di tempo. Il piede è buono e abbiamo bisogno. One il pane di difensori che impostano. Con lui a dx e Igor a sinistra avremmo una difesa in grado di far partire l’azione. Certo Milenkovic è una certezza oggi, ma se non rinnova bisogna preparare il futuro, naturally appena siamo fuori dalla mischia della retrocessione e penso il piano sia questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tagliagobbi - 4 settimane fa

    Gli va dato tempo e fatto giocare all’inizio in partite sulla carta non troppo difficili. Quando ha giocato ha fatto delle cappelle pericolose. Si vede che è forte e che ha il piede educato ma ha ancora bisogno di un po’ di tempo e dei consigli di Prandelli e dei compagni della difesa. Arriverà ma adesso non cominciamo a rompere con la storia dei bidoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. renesviola - 4 settimane fa

    Questo è forte..diamogli tempo non ripetiamo il gravissimo errore fatto con Pedro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lallero - 4 settimane fa

    Lavorrri così: Drago; Milenkovic, Pezzella, Igor; Man, Amrabat, Torreira, Biraghi; Castrovilli, Ribery; Vlahovic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. SOLOROGER - 4 settimane fa

    L’avete visto giocare??? È roba da amatori questo….. Facundo Roncaglia in confronto era un fenomeno!!! Entra fuori tempo, brutto a vedersi in campo…… e non diciamo che gioca nella nazionale argentina perché vi ricordò che il portiere di quella nazionale era Willi Caballero che non l’avrei voluto neppure in prima categoria!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

      Te, o sei un fenomeno, come credo che tu ti ritenga, oppure sei uno che ragiona sempre di pancia. Se riesi a stabili re tutto quello che hai scritto in una presenza in squadra mi chiedo perché non tu abbia ancora trovato squadra. Va bene che oggi ci saranno i postumi della fine anno ma a quest’ora…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marcofiz - 4 settimane fa

    Tutti quelli che hanno qualche anno come me si ricorderanno quando arrivò a Firenze Daniel Passarella, in quel momento capitano della nazionale Argentina campione del mondo. Il primo anno fu un disastro e tutti ci chiedevamo come potesse essere il pilastro di quella nazionale. Poi in tutti gli anni a seguire dimostrò il suo grandissimo valore.
    Non è così automatico, a questi livelli, entrare nei meccanismi e nelle dinamiche di una squadra in un paese completamente diverso.
    Ha fatto vedere che temperamento e tecnica, lasciamogli il tempo necessario per ambientarsi e dimostrare quello che sa.
    Semmai, e non nello specifico, mi meraviglio di tanti difensori che dopo anni di serie A continuano a giocare a questi livelli e non sanno stoppare un pallone……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

      Anche se sarà impossibile accostare Quarta ( mi auguro di sbagliare, ovviamente) a Passarella ti dico Bravo, questo è un commento da apprezzare e ragionevole non come certi deliri che si leggono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maur49 - 4 settimane fa

    Montiel solo tribuna lo vorrei almeno in panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. maur49 - 4 settimane fa

    Vorrei Montiel almeno in panchina. Buon Anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dallapadella - 4 settimane fa

    Mi sembrano due casi diversi e inserire un centrale difensivo è ancora più delicato perchè influisce su meccanismi difensivi e fuorigioco vari. Se Quarta è intelligente avrà capito che deve inserirsi con gradualità ed esser pronto a rimpiazzare Pezzella la prossima stagione.
    Da qualche parte avevo letto che lo avremmo prestato al Fenerbahce ecco quella sarebbe la cavolata del secolo.
    Tornando su Pedro l’articolo cosa vorrebbe dire, che avrebbe dovuto giocare di più nonostante due tecnici l’avessero bocciato? In quel caso difendo Pradè, è riuscito a piazzare Pedro nell’unico campionato/squadra dove poteva tornare a segnare ed ha recuperato l’investimento.
    Se Pedro avesse giocato in serie A, anche in prestito, forse adesso avremmo avuto in mano un giocatore invendibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Viola da Cremona - 4 settimane fa

    Non credo ci sia da preoccuparsi. È stato un acquisto per il futuro, preso adesso per giocare ogni tanto e per adattarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Violapersempre - 4 settimane fa

    Ma spesso si parla sti giocatori sud americani devono adattarsi al nostro calcio e ridicolo e come stessimo parlando delle Republiche Domenicane ragazzi sveglia ma qui parliamo di Nazionali come Brasile Argentina uraguai nazionali che hanno fatto la storia del calcio dove sono usciti i più grandi campioni di tutti i tempi e poi parliamoci chiaro non è che noi ultimamente siamo messi tanto bene si vedono i risultati in campo internazionale detto questo a me sorge un dubbio ma non è che per caso molte volte i nostri allenatori si incaponiscono di alcuni giocatori e di alcuni moduli e non vedono oltre il loro naso fino a qualche settimana fa già si parlava di esonerare Prandelli adesso solo perché a battuto la Juventus sembra come stessimo parlando di Guardiola sveglia qui ancora non si è vinto niente la salvezza e ancora lontana sembra che per adesso siamo l’unica squadra che abbia problemi a rinforzarsi se non si incominciano a fare acquisti mirati la serie B rimane dietro l’angolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Greg - 4 settimane fa

      Magnifico! Flusso di coscienza alla Joyce nell’Ulisse, una montagna di parole senza un barlume di punteggiatura! Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Violapersempre - 3 settimane fa

        Ma qui si parla di calcio o di grammatica??????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Bob - 4 settimane fa

    A Sassuolo hanno fatto i busti di bronzo a Pradè per i 17 milioni dati in tutta fretta per duncan (allora in panchina) e vi meravigliate per Quarta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. adrian sbrodi - 4 settimane fa

    Beh diciamo che nella ultima partita, eccetto il solo amrabadt, il pranda ha lasciato in panchina tutti i maggiori investimenti di prade’: quarta (12 mil), lirola (13 mil), pulgar (10 mil), duncan (17 mil), e kouame’ (12 mil), per un totale di 64 milioni spesi.
    Direi che i dati parlano da soli e non c’e’ da aggiungere altro, in ogni caso per me il piu’ grande capolavoro rimane veretout venduto per 16 e duncan acquistato per 17.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco pennaviola - 4 settimane fa

      Veretout voleva andarsene da mesi… chiunque ci fosse stato lo avrebbe dovuto vendere per forza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. adrian sbrodi - 4 settimane fa

        Beh certo, ma sicuramente poteva rinvestire meglio il gruzzoletto fatto amziche’ dilapidarlo per duncan

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. dallapadella - 4 settimane fa

        Forse non sta contestando il fatto di averlo venduto ma di averlo fatto ala stessa cifra con cui acquisti un panchinaro del Sassuolo.
        Tanto che adesso Veretout vale già 25/30 mln.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Etrusco - 4 settimane fa

    Se Prandelli non lo schiera è perché ad oggi non merita di essere schierato. Strano che invece di cercare le motivazioni per cui l’argentino non scende in campo, si tenti con un giochino di “Remember” di pensare ad una passata azione di mercato…..e menomale che VN voleva disinnescare le discussioni con la società viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 settimane fa

      Non sono discussioni, ma solo considerazioni senza il minimo accenno di polemica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Etrusco - 4 settimane fa

        Il giocatore visto in campo era inguardabile, non teneva la posizione ne riusciva a contrastare figuriamoci ad impostare. Come molti giocatori che arrivano dalle Americhe, ha bisogno di tempo per capire ed imparare il calcio italiano, lasciamolo in pace ma soprattutto se dobbiamo discutere della società, questa non è la scusa giusta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Saverio Pestuggia - 4 settimane fa

          E’ quello che ha scritto Bargellini non vedo dove sia il problema.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Etrusco - 4 settimane fa

            Se non fosse stato ricordato l’affare Pedro, avrei preso questo articolo come una corretta disamina tecnica fatta ad un giocatore che dovrebbe per noi diventare importante, però il “Remember” mi ha fatto pensare ad altro e non sono l’unico.

            Mi piace Non mi piace
        2. Disaba - 4 settimane fa

          A me sembrava bravo proprio a verticalizzare, falloso ma con piedi buoni, secondo me può fare bene.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Etrusco - 4 settimane fa

            Ma certo che può fare bene ma diamogli il tempo di capire perché alla fine l’argentino è arrivato ad ottobre.

            Mi piace Non mi piace
      2. lyx - 4 settimane fa

        Sì, ma scusi: contro la Juve i difensori della Fiorentina hanno fornito tutti una buona prestazione. Da Milenkovic a Pezzella, passando per Igor che è stato eccellente contro giocatori di livello come Ronaldo (e senza aver giocato per diverso tempo per altro) e per non parlare poi di Caceres (sicuramente la sua migliore prestazione della stagione finora). Cioè in una situazione del genere ci si chiede come mai Martinez Quarta non giochi?? Legittima l’opinione, ma a che serve porre una questione del genere ora?? Ha ragione chi dice: meno male si dovevano disinnescare le polemiche…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. claudio.godiol_884 - 4 settimane fa

    Per le poche volte visto mi sembra un ragazzo con gli attributi e personalità. Spero di rivederlo presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy