Quarta, il quinto nelle rotazioni di Prandelli. Ma la Fiorentina non può disperdere l’investimento

L’argentino è sparito con Prandelli, che gli ha preferito anche Igor

di Pier F. Montalbano, @____MONTY____

Sei milioni, più sei di bonus da versare nelle casse del River Plate al raggiungimento di determinati obiettivi. Lucas Martinez Quarta è stato l’investimento più oneroso dell’estate viola, vissuta a suon di parametri zero (Bonaventura, Callejon, Borja Valero) dopo la pesante immissione di denaro liquido – peraltro nemmeno troppo fortunata – dello scorso gennaio. L’ufficialità del suo arrivo giunse quasi sul gong, proprio il 5 ottobre, in un ultimo giorno di mercato pazzo dove l’operazione rischiò di saltare per via delle visite mediche in Argentina e dei tempi tecnici ristrettissimi per chiudere l’affare.

La ricostruzione

Martinez Quarta infatti in quei giorni si trovava a Ezeiza, quartier generale dell’Argentina, per preparare gli impegni con Ecuador e Bolivia. E non potendo lasciare il ritiro dell’Albiceleste, ventiquattrore prima del termine ultimo del calciomercato i viola incaricano il medico della nazionale di far svolgere i test medici che il calciatore supera. Chiusi i termini economici con il River, non restava che attendere. Il Chino infatti sbarcò a Firenze quasi alla vigilia del match con lo Spezia, dopo un viaggio intercontinentale sulle spalle, lo scalo a Roma e un mezzo allenamento al Centro Sportivo per prendere familiarità con i nuovi compagni.

L’esordio

Una settimana dopo, complice l’infortunio di Pezzella durante il match con l’Udinese, Martinez Quarta fa il suo debutto in maglia viola nella staffetta tra ex River Plate. Entrato al 38′ gioca un’ora senza particolari sbavature nel successo (l’ultimo – ahinoi – in campionato della Fiorentina) per 3-2 contro i friulani, che nel finale rischiano di portare a casa un pareggio più che meritato. Il capitano non recupera, e nel match successivo all’Olimpico contro la Roma, Iachini gli da nuovamente fiducia. L’argentino non ripaga, in quella che col passare dei minuti diventa una gara da incubo, votata esclusivamente alla fase difensiva. Spesso fuori posizione contro le bocche di fuoco giallorosse, nel finale di gara si fa pure cacciare per un “grave fallo di gioco” su Edin Dzeko. Da lì in poi, i suoi minuti in maglia viola sono… zero.

Scontato il turno di squalifica contro il Parma, salta Iachini e arriva Cesare Prandelli, lui vola nuovamente in Argentina per la nuova tornata di match internazionali ed esce dalle rotazioni del nuovo tecnico. Contro Benevento e Udinese, Prandelli gli preferisce Igor e nella nuova difesa a quattro da fiducia ai tre pilastri Caceres, Milenkovic e Pezzella. Da prima alternativa – o quarto titolare – Quarta diventa il… quinto di un reparto tutt’altro che impermeabile. E anche domani le ultime di formazione lo danno nuovamente in panchina. Probabilmente il periodo di adattamento al calcio italiano non è concluso e la posizione traballante dei viola non aiuta il suo inserimento a tempo pieno, ma la Fiorentina non può permettersi di disperderdere l’investimento più oneroso dell’estate 2020.

Verso il Genoa, conferma del 4-3-3. Spazio a Callejon

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ammazzalavecchiacolgas - 1 mese fa

    Come tutti ho potuto vederlo poco, ma mi è parso inadatto al ruolo di centrale in Italia, debole di testa e troppo irruento, avrebbe bisogno di un compagno di reparto capace di guidare la difesa, un Gonzalo o Dainelli. Ma visto il fisico, il dinamismo e una certa visione di gioco lo proverei davanti alla difesa, in quel ruolo di regia bassa che per l’appunto ci manca e che è stato quello in cui è nato calcisticamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SOLOROGER - 1 mese fa

    Speriamo vivamente non sia quello che abbiamo visto nelle poche apparizioni perché sarebbe l’ennesimo disastro! Certo è che è proprio brutto nelle movenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 1 mese fa

    Non vedo problemi su Quarta, il ragazzo è arrivato da poco più di due mesi, tra nazionali, infortuni e comprensione del calcio italiano è normale ci sia una fase di assestamento anche per lui. Se è bravo arriverà pure il suo momento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Para73 - 1 mese fa

    Capito che lirola in difesa è penoso quanto biraghi e caceres ne sta combinando una a partita, forse troverà spazio proprio a destra. A me pare buono proprio li non certo come centrale, basso ed un pò irruente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      L’unico pronto per gli schemi di Prandelli a dx, è Venuti. Purtroppo ha problemi muscolari e non ha potuto giocare.FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Aldo - 1 mese fa

    “ Entrato al 38′ gioca un’ora senza particolari sbavature nel successo” .. A me spiace, perché sono fiorentino e spero che ogni giocatore sia il nuovo Passarella, ma in quella partita ha quasi interamente perso i due gol e solo un miracolo di Drago ha evitato il terzo mostrando irruenza e di non saper marcare tanto che la successiva partita di campionato ha rimediato un rosso. Da li in poi con l’avvento di Prandelli non ha rivisto il campo. Spero di sbagliare ma tutto fa pensare all’ennesimo colpo del mago di Roma..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marco pennaviola - 1 mese fa

    Vista la propensione ad andare avanti e ai buoni piedi, lo proverei nel ruolo che fu di Ufo Ujfalusi, ovvero difensore che spinge a destra, ma anche capace di reggere come un centrale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      Per me quello è il suo ruolo, per adesso. Poi, quando avrà trovato un po’ di quadratura e assimilato la lingua, allora potrà fare il centrale puro. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bianco - 1 mese fa

    Caro commissario lo dice lei stesso il giocatore si deve ambientare e in questo momento difficile della squadra Prandelli si affida a giocatori più esperti se la squadra si riprenderà e sarà più tranquilla non si preoccupi Quarta avrà il suo spazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. biongborg - 1 mese fa

      Giusto. Ma tutto serve per alimentare polemiche

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy