Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Italiano: “Alla squadra chiedo maturità. I tifosi ci aiutino. Vlahovic…”

GERMOGLI PH: 11 DICEMBRE 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS SALERNITANA NELLA FOTO MISTER VINCENZO ITALIANO

Le parole del tecnico viola alla vigilia della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus

Simone Bargellini

Poco più di 24 ore e sarà Fiorentina-Juventus, primo atto della semifinale di Coppa Italia. Una gara che acquista ancor più significato con il ritorno di Dusan Vlahovic da avversario, a distanza di qualche settimana dalla sua cessione (anche se non è detto che giochi titolare). In conferenza stampa Vincenzo Italiano presenta così la partita del Franchi:

"Non so quali saranno le scelte di Allegri in attacco, per noi qualsiasi sarà la formazione sappiamo che domani dobbiamo essere squadra vera e affrontare la Juve da squadra vera. E' una sfida che si gioca in 180' e serve grande maturità da parte della squadra. Speravo di preparare questa partita con umore diverso, dispiace per la sconfitta col Sassuolo ma questo ci dà ancora più voglia e attenzione. So quanto è importante per la città, ma è importante anche per noi, siamo in una semifinale e cercheremo fin dalla prima partita di essere attenti a tutte le situazioni.

Se mi aspetto fischi per Vlahovic? Non saprei cosa rispondere. Mi è successo qualcosa di analogo (a Spezia, ndr) e non fa parte della preparazione alla partita. Le mie preoccupazioni sono che lì davanti loro sono forti, hanno frecce che possono far male in ogni momento, sono molto forti in difesa e arrivano da 13 risultati utili. Per me la preoccupazione è quella, non se lo stadio accoglierà bene o male un nostro avversario. Io mi auguro che i tifosi spingano soprattutto noi, quando la gente vuole sa essere 12esimo o 13esimo uomo e ne abbiamo bisogno.

Le espulsioni? Ci sono da fare distinzioni, su situazioni di gioco ci stanno, possono accadere. Dobbiamo togliere espulsioni per proteste e comportamenti di campo, ne abbiamo parlato dopo Sassuolo. Non esiste da qui in avanti che altri calciatori mettano in difficoltà la squadra per queste situazioni. Penso che avendo a che fare con gente intelligente questo non accadrà più, poi le situazioni di gioco sono un altro discorso. All'andata con la Juve abbiamo perso al 94' in 10 uomini, su una situazione per me dubbia che però ci è costata un punto. Mi auguro che domani si entri in campo con quella stessa attenzione della partita di campionato.

Cosa abbiamo in più della Juventus? L'ambiente e il clima che si respira in vista della partita di domani, percepiamo la rivalità e cercheremo di onorare al massimo questo tipo di appuntamento. Quando vai a lavorare nei posti devi anche imparare a conoscere le situazioni, domani dobbiamo cercare di portare il pubblico dalla nostra parte per avere un valore aggiunto. Per il resto, ripeto, affrontiamo una grande squadra e per metterla in difficoltà servirà una super partita senza perdere di vista che si gioca sui 180'.

Abbiamo tutelato in funzione di questa partita giocatori che non erano al 100%, avete visto che chiunque va in campo riesce a far mantenere intatta la nostra identità. Col Sassuolo abbiamo fatto un'ottima partita, decisa da alcuni episodi, ma ho visto una grande Fiorentina che ha creato tante palle gol e chi ha giocato ha fatto bene. Per essere una squadra di livello dobbiamo avere un po' più di cinismo. Torreira veniva da un problemino, adesso è recuperato al 100%.

Vantaggio di conoscere Vlahovic? Sono situazioni particolari, dove il nostro avversario conosce tutto ciò che noi andremo a proporre ma anche noi sappiamo i suoi pregi e i suoi difetti. E' un 50 e 50, noi alle volte siamo un po' leggerini e percepiamo poco il pericolo. E allora domani conoscendo il nostro avversario, per quanto riguarda la concentrazione e percezione del pericolo non possiamo sbagliare, anche perchè Dusan in questo momento se ha 3 palloni ne butta dentro 2".

 

tutte le notizie di