Laudrup ricorda: “La contestazione dei tifosi viola, scene spaventose. Quando tutto andò a rotoli”

I ricordi dell’ex giocatore della Fiorentina nell’incredibile stagione 1992/93: “Eravamo secondi, poi Vittorio Cecchi Gori cacciò l’allenatore e…”

di Redazione VN

Mentre qualcuno intravede fosche analogie tra la Fiorentina di oggi e quella della incredibile retrocessione del 1993, torna a parlare uno dei protagonisti di quella squadra. Nelle ultime ore Brian Laudrup, chiamato a commentare le dure contestazioni dei tifosi del Celtic nei confronti della squadra (intanto anche a Firenze spunta uno striscione), ha ricordato: “So come ci si sente ad affrontare quel tipo di rabbia. Mi riporta alla mia stagione con la Fiorentina. C’era Batistuta, arrivammo io ed Effenberg dal Bayern Monaco e le aspettative erano alle stelle. Eravamo secondi in campionato (in una classifica molto corta, con 14 squadre comprese in soli 4 punti, ndr) poi dopo una sconfitta con l’Atalanta il figlio del proprietario licenziò il tecnico davanti alla squadra. Ed è iniziato il disastro” ha detto Laudrup al Daily Mail, citando poi un episodio: “Ricordo il ritorno da una trasferta con i giocatori più anziani preoccupati di quello che poteva accadere. Ci ritrovammo centinaia di persone che urlavano contro di noi lanciando cose contro l’autobus. Ci minacciavano con mazze da baseball, c’erano scene davvero frenetiche con la polizia in tenuta antisommossa. Uscii dallo stadio nascondendomi nel bagagliaio della mia auto, che guidò mio padre. A fine stagione tutto è precipitato e siamo retrocessi, io ho lasciato il club poco dopo” riporta lo Scottish Sun.
-> Differenze punti: male Fiorentina, Atalanta e Juventus

Pubblicità Numericalcio

LEGGI ANCHE:
Numeri e curiosità sulla Serie A
– Tutte le classifiche del RANKING UEFA e RANKING FIFA
– Da Baresi a Pellissier, l’elenco completo dei numeri ritirati in Italia

– TUTTITALENTI.COM – Le schede dei giovani talenti

 

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Slipperman1967 - 2 mesi fa

    Faccenda ha smentito il tutto. Biondino ripigliati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gasgas - 2 mesi fa

    Mi ricordo un fiorentina samp 4-0 con spettacolo puro. Poi il matto ruppe tutto… Nulla toglie che una squadra del genere non poteva retrocedere se non per colpa della poca professionalità dei giocatori e delle ben note malefatte di certi signori vestiti di nero… e di quello di Bari.
    Comunque ci hai voluto in b ci hai mandato in b, ma la coppa la vinta il Brasil….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MASO72 - 2 mesi fa

    Sempre con riferimento al 1992-93 c’è un episodio che da l’idea del disastro di quella stagione: cambio di allenatore dopo fiorentina atalanta, arriva Agroppi e la prima partita è a Udine. Ebbene dopo 15 secondi non di più subito gol incassato, lui disse che non si era ancora messo a sedere!!! È un fatto che noi tifosi ricordiamo bene.Per anni è stato il gol più veloce della storia della serie a. Quel record è stato poi superato (sempre da noi ci mancherebbe) in fiorentina Piacenza nell’anno della retrocessione del 2002 e questa volta non sarà più possibile batterlo; curioso il fatto che il calcio d’inizio lo battemmo noi, se non sbaglio Amoroso scivolò e lasciò una prateria a Hubner!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. jameslabriexxx - 2 mesi fa

    Non fu solo un problema tecnico quell’anno…ci furono anche diversi problemi di spogliatoio, ma il buon Laudrup se me guarda bene da raccontarlo…eh!!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. MASO72 - 2 mesi fa

    Che annata che fu. Mi ricordo le 2 autoreti a Genova contro la samp dove avevamo dominato (la prima autorete di Pioli fu comica, mancini fece un tiro sballato lo colpi al volto e la palla andò nell’angolino); poi ricordo l’autorete di batistuta contro l’atalanta; e poi un sacco di pareggi in partite dominate. E poi gli arbitraggi vergognosi. Comunque allora 18 squadre e 4 retrocessioni. Adesso 20 squadre e 3 retrocessioni: è un po’ più difficile retrocedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Etrusco - 2 mesi fa

    Mandar via Radice fu una cosa oscena, del resto chi lo fece fu colui il quale ci fece pure fallire, quindi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 2 mesi fa

      dopo l’esonero di Radice che aveva battuto anche la Juventus di Trapattoni perdemmo 4-0 contro l’Udinese di Sensini, Balbo e Branca. fu l’inizio della fine. eravamo una bella squadra, Bati Effenberg, Laudrup. se è andata in B quella rosa, questa davvero può finirci per direttissima

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vb - 2 mesi fa

        Ti sbagli, all’epoca esistevano le sette sorelle che lottavano per lo scudetto, ma anche in basso c’era lotta vera per non retrocedere. Oggi, tralasciando la partenza a sorpresa destinata a rimanere un fuoco di paglia, per Crotone, Benevento e Spezia non c’è alcuna speranza di salvezza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 2 mesi fa

          Preferirei avere Glik o Chabot in difesa anzichè gioca-contro German Pezzella. Il Crotone è in B, ma le altre squadre non sono spacciate, anzi attualmente sopra di noi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tagliagobbi - 2 mesi fa

    Pischello…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. simo911 - 2 mesi fa

    Ci ritrovammo centinaia di persone che urlavano contro di noi lanciando cose contro l’autobus. Ci minacciavano con mazze da baseball, c’erano scene davvero frenetiche con la polizia in tenuta antisommossa.

    come si può pensare di spronare un giocatore con comportamenti del genere ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 2 mesi fa

      Bisogna essere più sportivelly correct. Ma te in piazza Savonarola nel maggio 1990 che c’eri??? Legnate a queste m***e che si ingelosiscono per un like in più o in meno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mediacom Corporation - 2 mesi fa

    Forse ha ingigantito troppo quegli episodi, all’epoca il calcio era più sanguigno di oggi e lui proveniva da un calcio più tranquillo.

    Comunque sono andato sul canale YouTube” te la do io la Fiorentina ” e mi sono rivisto il riassunto della stagione 92/93.

    Che squadra! Si segnava e si dava spettacolo, poi nel girone di ritorno non si vinceva quasi mai, errori singoli e torti arbitrali oltre che l’orribile carnevale. Ma tutto cominciò con l’esonero di radice. L’indemoniato e tarantolato Cecchi Gori faceva gli show in diretta TV e prese un allenatore odiato dal sistema come Agroppi bravo a criticare come opinionista ma pessimo a gestire il gruppo.

    Ora quei fantasmi vanno scacciati con una vittoria già lunedì ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vb - 2 mesi fa

    A quei tempi il tifo a Firenze esisteva. Se la squadra andava male era contestazione dura, tanto che i giocatori a volte preferivano organizzarsi con mezzi propri piuttosto che rientrare a Firenze da una trasferta con il pullman della società. Oggi abbiamo la tifoseria più camomillata d’Italia. E i calciatori, che lo sanno, se ne fregano delle sorti sportive della squadra, tanto i soldi li beccano lo stesso e non gli succede nulla. Tra l’altro, il clima da teatro durante le partite facilita sempre le squadre ospiti che, a differenza di anni fa, oggi vengono a Firenze a fare razzia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mediacom Corporation - 2 mesi fa

      Non mi pare che quelle contestazioni o eventuali ritiri servirono ad evitare una tragicomica retrocessione. I problemi erano in primis tecnici, Agroppi perse l’amalgama del gruppo dopo l’incredibile esonero di radice. Certo avesse preso un allenatore di calcio e non opinionista probabilmente ci saremmo salvati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eziogòl - 2 mesi fa

      Esatto! Ringraziare, fra una camomilla ed un tappeto viola, i fratelli e tutti i media che non aspettavano altro. Come se il fallimento della Fiorentina fosse stato determinato dalla tifoseria che “osava” tifare la propria squadra ed i propri colori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. simo911 - 2 mesi fa

      lanciare oggetti contro il pullman e minacciare non è tifo, è violenza e basta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dallapadella - 2 mesi fa

    Grande Vittorio, distrusse una delle Fiorentina con il gioco più bello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. The Count of Tuscany - 2 mesi fa

    Eravamo secondi ma qualcuno vada a rivedersi le classifiche di quel campionato. Secondi, insieme a varie squadre, ma a 3 punti dalla retrocessione. Sembra strano eh? Nessuno si ricorda più?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mediacom Corporation - 2 mesi fa

      C’è da dire che con i due punti le classifiche erano più corte, poi quando esonerano radice eravamo sesti. Il girone di ritorno fu disastroso con solo 2 vittorie mi pare. Con i della valle un paio di volte ci siamo andati vicini alla retrocessione, primo anno di Mondonico Zoff e ultimo di pioli/ Montella. Anche in quello di Delio Rossi abbiamo rischiato ultime giornate ma meno intensamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy