La buonanotte da Moena – Cambio della guardia in Val di Fassa, Veretout via in solitaria. Montella…

La buonanotte da Moena – Cambio della guardia in Val di Fassa, Veretout via in solitaria. Montella…

Ultimo giorno di ritiro per la Fiorentina, che ha lasciato la Val di Fassa attorno alle 15. Giornata fitta tra allenamento, le parole di Montella e la soluzione (vicina) del caso-Veretout

di Redazione VN

Ultimo giorno di ritiro per la Fiorentina “A” in Val di Fassa prima della partenza verso gli Stati Uniti dove la squadra viola giocherà l’International Champions Cup. La truppa a disposizione di Vincenzo Montella si è allenata al mattino per circa un’oretta: ancora un po’ di lavoro fisico per mettere benzina nelle gambe prima del lungo trasferimento negli States. Piccolo problema muscolare per Marco Benassi, che durante la partitella a campo ridotto ha accusato un risentimento dietro la coscia e ha abbandonato anzitempo la seduta.

Poco dopo Vincenzo Montella si è presentato in sala stampa dove ha tracciato un bilancio di questa prima parte di ritiro: Chiesa, Dragowski, De Rossi, Balotelli e molto altro nella conferenza del tecnico viola che avrebbe preferito restare ancora in Trentino a preparare la nuova stagione.

Nel pomeriggio invece, fari puntati sull’Hotel Dolce Casa, che la Fiorentina ha abbandonato attorno alle 15 per dirigersi – intanto – verso Milano. Osservato speciale Jordan Veretout, il quale ha lasciato l’albergo in solitaria (tra i fischi dei tifosi). Poco dopo in Val di Fassa è arrivata la Fiorentina “B”: agli ordini di Bigica tanti giovani e qualche esubero come Schetino, Illanes, Zanon, Bangu. Montella invece ha lasciato a Moena Gori, Thereau, Nannelli, Baroni e Pierozzi.

Simeone o Vlahovic? La Fiorentina ha la sua poltrona per due. E continua la caccia al bomber

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy