Flachi: “Prandelli mi ha colpito, da giocatore mi avrebbe galvanizzato”

L’ex “enfant prodige” Flachi commenta le ultime novità di casa Viola, in primis Prandelli

di Redazione VN

Francesco Flachi è intervenuto ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno:

Le convocazioni in Nazionale sono deleterie: i giocatori sono costretti a girare per il mondo, ma così si contagiano e mettono a rischio i propri club di appartenenza. Prandelli? Mi è piaciuto come si è presentato. Conosce molto bene la città e l’ambiente, mi ha colpito come abbia dato importanza alla squadra e ad ogni singolo giocatore. Il gruppo deve ritrovare il sorriso e la disinvoltura nello scendere in campo. Nelle ultime uscite vedevo una Fiorentina bloccata: ha bisogno di ritrovare le motivazioni. Da giocatore mi avrebbe soddisfatto vederlo arrivare con questo biglietto da visita. In questo momento di incertezza tutto può succedere, ma potrebbe essere la persona giusta per far ripartire la Fiorentina e Firenze. Con un equilibrio ed un identità questa squadra può fare un buon campionato. Con Iachini li vedevo tristi in campo, adesso non hanno più alibi: vediamo se saranno in grado di risollevarsi da questa mediocrità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy