Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'opinione

Ficini: “Bravo Italiano, Torreira grande giocatore. Castro? Questione di fiducia”

Ficini: “Bravo Italiano, Torreira grande giocatore. Castro? Questione di fiducia”

L'ex viola e azzurro a 360°: "Italiano può fare ancora meglio. Vlahovic? Lo paragono ad Haaland". Poi parla anche di Zurkowski

Redazione VN

Fabrizio Ficini, doppio ex di Empoli e Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio presentando la gara in programma sabato prossimo al Castellani. Queste le sue parole: "Per la Fiorentina può valere nella corsa Europa, ma anche per l'Empoli è importante. Bravo Andreazzoli, ma sono anni ormai che con Corsi la società va bene, sia in B che in A. Viola? L'importante è che chi sta attorno alla squadra non inizi a bofonchiare, va lasciata tranquilla. Soprattutto gente giovane come Vlahovic, che io paragono a Haaland. Italiano? Bisogna farlo lavorare, perché è bravo. Io ci ho giocato contro, era un gran bel centrocampista, forte davvero. Se ritiene di far giocare a sinistra una volta Duncan e l'altra Castrovilli o Maleh, vuol dire che qualcosa sta pensando. Può fare ancora meglio".

Ficini si è poi concentrato su alcuni singoli: "Zurkowski è tosto, quando è in campo si sente, ma Empoli e Firenze sono palcoscenici differenti. Il suo futuro in viola dipende da come saprà rispondere alle aspettative. A Firenze devi giocare bene e vincere, sempre. Torreira? A Genova con la Samp ha fatto dei campionati incredibili, è un grande giocatore. Solo che poi all'Arsenal è diventato uno dei tanti, un infortunio qua e là e ha perso il posto. Il palcoscenico conta, a Firenze può far girare la squadra perché ha queste qualità. Castrovilli? Questione di fiducia. Se un giocatore non ce l'ha è difficile che renda al 100%. Secondo me ha qualità, ma gli serve continuità".

 GERMOGLI PH 20 NOVEMBRE 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A FIORENTINA VS MILAN NELLA FOTO ITALIANO
tutte le notizie di