Corvino, Pradè e le pianticelle: se il raccolto vale (almeno) quanto la semina

Corvino, Pradè e le pianticelle: se il raccolto vale (almeno) quanto la semina

Il merito dell’esplosione di Castrovilli, Sottil e compagnia va condiviso. Ma questa Fiorentina ha avviato una nuova politica…

di Simone Bargellini, @SimBarg

La cara vecchia questione delle “pianticelle”. Tema portante del vocabolario di Corvino, rispolverata di recente anche da Pradè. Del resto la nuova Fiorentina poggia le sue basi su alcuni grandi saggi (Ribery, Pezzella, Caceres, Badelj) ma anche sui tanti giovani cresciuti nel vivaio della Fiorentina. Da Chiesa a Castrovilli, passando per Sottil, Ranieri e Venuti. Insomma dando a Cesare quel che è di Cesare, è doveroso riconoscere dei meriti al precedente responsabile dell’area tecnica, a prescindere dal giudizio sul suo operato complessivo. Ma se la semina è importantissima, non è da meno il raccolto. E su questo, in passato, le cose non sono riuscite benissimo. Do you remember Mancini, Zaniolo e compagnia?

Non vogliamo riaprire vecchie ferite, quanto semmai evidenziare che non era scontato puntare sul ‘fatto in casa’ come si è scelto di fare quest’anno. Scoprendo che ci possono essere delle risorse anche laddove non si vede subito un campione. Prima si preferiva perdere un Piccini per poi dover comprare un Gaspar o un Diks, lasciare andare Mancini e pagare un De Maio, regalare Capezzi per poi investire su un Cristoforo. La nuova linea tracciata da Commisso e Pradè sembra diversa: ottimizzare l’utilizzo dei giovani viola, così da concentrare gli sforzi di mercato sui calciatori che possano far fare il salto di qualità alla Fiorentina. E magari va a finire che ti ritrovi un Castrovilli tra le mani… E SONO IN ARRIVO I NUOVI CONTRATTI

Corvino: “Deciso io di andare via, decisione giusta nei confronti dei DV. Ci ho rimesso”

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ghibellino viola - 2 mesi fa

    Scusate tutti. Pradè, Corvino, ognuno ha fatto scoperte e cappellate, come normale quando fai quel lavoro. Dobbiamo dare merito alla vecchia proprietà di avere investito seriamente nel settore giovanile, poiché i frutti di questo investimento sono evidenti.
    Ma soprattutto, e qui faccio un appello a Bargellini, poiché penso che il buon lavoro vada evidenziato, credo che vada dato merito a tutti coloro che in questi anni hanno lavorato in quel settore, con Pradè e con Corvino. Possiamo avere un articolo dedicato alle strutture che in Fiorentina si occupano del sttore giovanile? Noi conosciamo Pradè, Corvino, anche Vergine, ma il resto delle persone? Come sono organizzate? Cosa fanno? Come lavorano? Penso se lo meritino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dallapadella - 2 mesi fa

    Ragazzi il discorso sui giovani è praticamente infinito, legato alla serenità della piazza, a come ragiona l’allenatore di turno, se il ragazzo è soggetto a sbandate caratteriali…
    E’ facile dire “do you remember Zaniolo”, ma si può allora dire “do you remember Diakhate”? Il nuovo Pogba che alla fine abbiamo venduto.. senza rimpianti.
    Se devo fare un addebito a Corvino è come abbia fatto a comprare Rasmussen a 5 mln, diventato adesso mister X, mentre il Napoli si è preso Di Lorenzo a 8.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. damci - 2 mesi fa

    se si giudicasse Pradè con la stessa severità che viene normalmente usata per Corvino,si affermerebbe polemicamente che acquistare Ghezzal e Pedro non è il miglior modo per valorizzare Sottil e Vlahovic e che se il concentrarsi sul mercato ha prodotto il discutibile doppione Badely-Pulgar,l’acquisizioe in prestito secco di Dalbert e l’acquisto di Lirola,che suscita per ora qualche perplessità,forse non ne è uscito il meglio.Ma tant’è!!! Peraltro sicuramente Corvino con il suo carattere ha determinato molto questa situazione e Pradè,che considero,comunque bravo,ha dalla sua la signorilità ed una certa carica di simpatia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsineee - 2 mesi fa

    Oggi si parla di Mancini, Zaniolo, Piccini e compagnia. Do you remember? Io non mi ricordavo molto ma fortunatamente Wikipedia ci aiuta a ricordare. Piccini cresce nelle giovanili della Fiorentina. Gioca nella Carrerese, Spezia e Livorno e tornato alla Fiorentina a fine stagione, svolge tutta la preparazione estiva con i viola fino al 27 agosto 2014, quando viene ufficializzato il passaggio in prestito al Betis. Allenatore? Montella. Direttore Sportivo? Pradè. L’anno dopo c’è il passaggio definitivo di Piccini al Betis. Direttore Sportivo? Pradè. Mancini? Mancini cresce nel settore giovanile della Fiorentina, con cui vince lo scudetto Giovanissimi Nazionali nel 2011. Nell’estate del 2014 svolge il ritiro precampionato in prima squadra agli ordini di Vincenzo Montella, che lo schiera anche in campo in alcune amichevoli. Non scenderà mai in campo in partite ufficiali con la maglia viola, raccogliendo però alcune convocazioni in Europa League. Il 10 luglio 2015 viene ceduto a titolo temporaneo al Perugia in Serie B. Direttore Sportivo nel luglio 2015? Pradé. Zaniolo. Zaniolo è un errore grave di Corvino. Viene scartato a 17 anni da Guidi/Sousa che non lo ritengono adeguato alla Primavera. Sapete chi giocava in quella squadra? Dragowski, Ranieri, Castrovilli, Hagi e Chiesa. Zaniolo prima di arrivare a Roma va all’Entella a 17 anni e gioca 7 partite in serie B, poi va all’Inter Primavera e da lì decolla. Decolla? L’Inter lo inserisce nell’affare Naingollan assieme a Santon come contropartita! Adesso andiamo a vedere la “compagnia”. Chi erano i possibili compagni di Zaniolo in Primavera (metà della Fiorentina di oggi?) Chi erano i compagni di Mancini in Primavera? Quelli di Piccini? Andate su Transfermarkt e guardate le rose e guardate quanti giocatori hanno una foto e quanti no. Chi sono quelli senza foto? Quelli spariti nel nulla. Tra i giocatori non funzionali di questa estate ci può essere un futuro Zaniolo? Oltre a guardare Wikipedia per scoprire che forse Pradè è coinvolto in alcuni “presunti fallimenti” sui giovani della Fiorentina non pensate che fare tredici la domenica sera sia facile per tutti. Il complicato era farlo il sabato sera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 2 mesi fa

      Mancini fu dato in prestito secco al Perugia da Pradè, l’estate dopo arrivò Corvino e fu lui a cederlo a titolo definitivo. Quindi esempio sbagliato. Al di là di questo, su Piccini è giusto quello che dici ma la Fiorentina aveva un diritto di riacquisto a cifre basse che avrebbe potuto esercitare sia con Pradè che con Corvino. Al di là anche di questo, non mi pare che l’articolo sia denigratorio nei confronti di Corvino, mi pare un dato di fatto che un Venuti in passato non sia mai stato preso in considerazione (pur avendo 4 campionati da professionista alle spalle) mentre adesso si preferisce riportare a casa lui per fare la riserva, anzichè prendere un Diks o un Gaspar. Fine del ragionamento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Burlamacchi - 2 mesi fa

      Caro Barsinee, uno degli ultimi giapponesi nella giungla, su Mancini ti è già stato risposto.

      Su Zaniolo ciò che dici avrebbe senso se Corvino fosse stato uno che discorre al bar. Invece parliamo di un Direttore sportivo con anni ed anni nel calcio professionistico, scopritore di talenti ecc ecc… tutte cose che dovrebbero insegnare a distinguere flanella dalla seta (per usare una metafore dello stesso Corvino).

      Io che sono un semplice tifoso, che non ho sotto mano tutti i giorni i giocatori, posso anche sbagliare il mio giudizio, Corvino può anche sbagliare, ma dovrebbe farlo di meno essendo il suo lavoro.

      Zaniolo, semplificando, è stato messo alla porta. Non è stato visto il potenziale. Corvino ha ritenuto che non valesse la pena trattenerlo.

      Ora, se Zaniolo fosse esploso 10 anni dopo, ci può anche stare di non aver visto tanto lontano. Ma qui parliamo di un giocatore che dopo pochi mesi ha esordito in serie B con l’Entella. Già questo darebbe da pensare che magari non valeva proprio zero.
      Non solo, dopo sole 7 presenze venne preso dall’Inter per 2 milioni.

      Io credo che l’errore di Corvino non sia tanto di non aver visto il potenziale poi esploso nella Roma, ma di aver valutato zero un giocatore che quantomeno poteva valere un paio di milioni. Quelli pagati dall’Inter circa un anno dopo.
      Sinceramente è preoccupante non vedere che un giovane da lì ad un anno può valere una cifra che molti altri non raggiungeranno mai in carriera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. LupoAlberto - 2 mesi fa

    Citate Chiesa e Castrovilli, ma li ha davvero scoperti Corvino?
    Nel marzo del 2016 Pradè portò Castrovilli in prestito al Torneo di Viareggio, dove dimostrò grandi qualità. L’acquisto poi lo fece Corvino, ma immagino su opzione della precedente gestione.
    Chiesa venne portato alla Fiorentina dal Presidente della Settignanese all’età di 10 anni. Corvino gli ha fatto il contratto, ma non so se si può dire che lo ha scoperto.
    Pantaleo ha sicuramente merito su diversi acquisti di giocatori che finiscono in “ić”, ma sappiamo in realtà chi li ha “scoperti”(spesso quando già seppur giovani giocavano nelle rispettive nazionali) e portati alla Fiorentina, lucrando grosse percentuali anche nelle successive vendite, sempre orchestrate dal medesimo procuratore. A dire il vero le migliori “scoperte” Corvino le ha fatte al Lecce: Bojinov, Chevantón, Vučinić, Ledesma e Konan, ma onestamente non so in questi casi come siano andate realmente le cose.
    Questo giusto per puntualizzare.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LupoAlberto - 2 mesi fa

      Dimenticavo: Sottil è arrivato alla Fiorentina nel febbraio 2016, Ranieri nel luglio 2015 e Venuti nel luglio 2012 (fonte TM) ovvero tutti sotto gestione Pradè (maggio 2012-maggio 2016), quindi “doveroso riconoscere dei meriti all’ATTUALE responsabile dell’area tecnica” e NON al PRECEDENTE che in pratica per i nomi citati ha merito forse su 1.
      Forse l’articolo andava meditato con un po’ più attenzione…
      SFV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LupoAlberto - 2 mesi fa

        Chiedo scusa, Venuti era già nelle giovanili nel 2012.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lipilini (Sarzana) - 2 mesi fa

    Io credo fortemente che gran parte del merito sia del prof. Vergine che il vero artefice del settore giovanile Viola che opera contornato da un ottimo scouting e da collaboratori seri tipo Cappelletti e Niccolini. Poi tutti possono commettere degli errori, soprattutto nella valutazione dei giovani però le famose pianticelle vengono coltivate con serietà e professionalità, poi spetta a loro dimostrare il proprio valore e spetta agli allenatori sapere cogliere le qualità e dare ai giovani calciatori la possibilità di esprimersi. Anche purtroppo nei settori giovanili delle squadre professionistiche i ragazzi vengono passati nel tritatutto e per questo molti si perdono o a volte non gli si dà il modo ed il tempo di palesarsi già nelle squadre under.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-2073653 - 2 mesi fa

    Si riconosce dei meriti alla precedente gestione e c’è una sequela di topiche colossali. Ok, sicuramente anche il Mostro di Firenze qualche buona azione nella vita l’avrà fatta, ma penso che tutti lo valutino per essere autore di 16 efferati omicidi…allora, non si può lasciare il mitico Mago di Vernole tranquillo nel Salento, senza continuare ad incensarlo senza neanche troppe ragioni?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 2 mesi fa

      Se ti sembra che questo articolo sia fatto per incensare Corvino forse non lo hai letto così bene. Un saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 2 mesi fa

      Solo una persona di bassissimo morale può scrivere quello che tu scrivi, portando ad esempio un criminale a persone che hanno solo lavorato sbagliando. Ma da te c’è da aspettarsi di tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dallapadella - 2 mesi fa

    Ottima disamina, se investi sui giovani credici di più.
    E’ vero anche che sui giovani ne esplode 1 su 10 e col senno di poi siamo tutti bravi a giudicare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 mesi fa

      Specialmente gli ex e i New lenzuolai

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy