Commisso e il Franchi: “Caro Nardella, non posso aspettare 20 anni. E a Giani dico…”

Le parole del presidente anche sul centro sportivo: “Voglio finire prima di settembre 2022 e mi aspetto che finiscano presto anche la tramvia”

di Redazione VN
Commisso

Così Rocco Commisso, nell’intervista di oggi al sito ufficiale, sul tema infrastrutture:

Centro sportivo pronto a settembre 2022? No, io spero prima, almeno agosto. Ho messo dei paletti nel contratto perchè le cose si facciano in tempi certi, ci saranno edifici come la villa e la sede che saranno finiti già a Primavera o ad inizio estate. Col sindaco Casini ho scommesso che il nostro centro sportivo sarà finito prima che la tramvia arrivi a Bagno a Ripoli, che è un’opera importantissima. Lo stadio? Ringrazio il sindaco che sta cercando di portare avanti il suo progetto per Campo di Marte, però ad ora ho sentito solo quando si può cominciare ma non quando si può finire. Essendo a Firenze da due anni ho le mie perplessità sui tempi, ho visto che davanti agli Uffizi c’è una gru da 20 anni per terminare un progetto approvato. Caro sindaco per il Franchi non si possono aspettare 20 anni, noi vogliamo sapere i tempi e che tipo di accordo potremo fare, visto che l’attuale contratto scade tra un anno e tre mesi. L’ipotesi Campi Bisenzio? Non ho ancora deciso se andare avanti o no. Ringrazio il presidente Giani che si è detto disposto a darmi un appuntamento, ma per come la vedo io la politica dovrebbe facilitare gli investimenti del privato, invece mi pare che qui in Italia la politica voglia soprattutto controllare e non facilitare. Se ci sono investitori come me disposti a spendere molti soldi, dovrebbero prenderli a braccetto.

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Axel - 2 settimane fa

    Da una parte ha ragione, e cioè che si dovrebbe agevolare chi vuole investire, ma deve però capire che agevolare non significa fare quel che cavolo gli pare. Per me agevolare era far fare uno stadio velocemente al posto del Ridolfi. Agevolare non era pretendere l’abbattimento del Franchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 2 settimane fa

    Rocco Sindaco! Li sta sbugiardando tutti… Bravo Presidente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Up The Violets - 2 settimane fa

    Altra inesattezza di Commisso. La gru alla Loggia di Isozaki è colpa del Ministero dei Beni Culturali, che da vent’anni rimpalla una decisione definitiva sul nuovo ingresso degli Uffizi. Il sindaco in questo caso non c’entra nulla, non a caso si parla di “vent’anni” mentre, appunto, Nardella è sindaco di Firenze solo da sei, per la precisione dal 3 giugno del 2014.

    Beh, in ogni caso non è neppure la più assurda che abbia sparacchiato durante quest’ultima intervista: i “sette punti in cinque partite buona media” o la “programmazione che c’è sempre stata” sono roba veramente da mani nei capelli. Soprattutto se si pensa alle prospettive future della Fiorentina. Fortuna che adesso, dopo aver piantato un paio d’olivi, se ne tornerà per un po’ nella sua New York: altra città, non certo vittima della burocrazia italiana, nella quale non gli hanno fatto fare lo stadio (ma evidentemente è colpa di Nardella anche lì, aukkey?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paob - 2 settimane fa

      I casi sono due: o hai il prosciutto sugli occhi o sei Nardella con un alias. Sono cose che vedono e pensano TUTTI..Firenze è amministrata da incapaci, presuntuosi ed arroganti ormai da decenni. Non potete autolegittimarvi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 2 settimane fa

        Ah sì? Teppensaunpo’ amico mio, a me risultava invece che alle ultime Amministrative del maggio 2019 Nardella fosse stato riconfermato al primo turno (molto raro) con il 57,07% dei voti… Oltre che in stampatello quel “TUTTI” puoi scriverlo anche in grassetto, magari alla fine ci credi davvero 😀

        Ascolta bene ragazzo, io non sono il difensore d’ufficio di Nardella, abitando in provincia non ho votato per lui e in generale non voto neppure per il suo partito, nel quale non mi riconosco più da quando ha cominciato a correre dietro a quelli della decrescita (in)felice. Non m’interessa quindi fare politica in un sito in cui si dovrebbe parlare di calcio, A DIFFERENZA TUA e di altri personaggi che evidentemente ancora faticano a riprendersi dall’ultima scoppola elettorale (leggasi Giani vs. la pisana del settembre scorso), e si attaccano a tutto pur di recuperare un po’ di terreno.

        A Commisso riconosco ragione quando si lamenta della lentezza della burocrazia italiana. Sbaglia totalmente il modo, pretendendo cose impossibili in una situazione simile anziché cercare una mediazione con quella politica senza la quale non potrà fare niente, e sbaglia a inimicarsi Nardella che a differenza di molti altri sindaci è uno che le cose (compatibilmente con le lungaggini burocratiche e i Pessina di cui sopra) le fa. D’altronde è uno di quelli che alle Presidenziali americane ha votato Trump… In linea generale, comunque, Commisso ha ragione. Qua però ha detto una clamorosa inesattezza, forse per provocare Nardella (ben sapendo che la massa non è informata su ciò e lo avrebbe seguito alla cieca, come stai facendo te) o forse perché a sua volta male informato. LA REALTÀ afferma quanto segue:

        1) la realizzazione della Loggia Isozaki (con relativa gru) è competenza del Ministero dei Beni culturali e NON del sindaco. Se ci passi accanto, anche se capisco che te di lì al massimo ci sia passato per andare a prendere una schiacciata all’Antico Vinaio, vedrai che c’è affisso un cartellone bello grosso con su scritto “MIBACT” e non “Comune”;
        2) la vicenda si protrae da oltre vent’anni e Nardella è sindaco “solo” da sei;
        3) se Commisso è arrivato qua, tra le altre cose, è perché dopo lungo peregrinare in stadietti siti tra Brooklyn e Long Island, non è stato in grado di fare lo stadio neanche lì, per dispute con la politica locale. Basta fare una ricerca su Google, è letteralmente pieno di articoli di due o tre anni fa sull’argomento. Com’è finita con i Cosmos è poi notizia di pochi giorni fa.

        Allora, amico, qua mi sa che quello che deve levarsi il prosciutto dagli occhi sei te e quella massa di multinick del pollice verso (del quale, per inciso, non me ne può fottere di meno, mettete pure che io intanto continuo a scrivere). Se poi invece sei davvero convinto che la realtà sia diversa, che davvero i campioni si attraggano con una decina di campi d’allenamento e d’olivi a Bagno a Ripoli anziché con le prospettive di crescita economico-sportiva, e che magari sette punti in cinque partite siano davvero una buona media e la società si sia sempre mossa con programmazione, mancando i risultati solo per sfiga, fai pure. Ma poi non dire che non te l’avevo detto, aukkey?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paob - 2 settimane fa

          1 Non sono tuo amico
          2 Ascolta “ragazzo” , immagino ti riferisca a tuo figlio
          3 Politica, vedi bene, la stai tirando dentro te o, meglio, ci sei andato dentro te sin dall’inizio
          4 ” poi non dire che non te avevo detto” immagino tu sia il profeta sceso in terra, altrimenti non si spiega la tua affermazione
          5 sarai anche di “provincia” ma vedo che sai bene come girano le cose a Firenze.
          Quindi, scartato il prosciutto sugli occhi, immagino tu sia un Nardella con alias diverso. Fattene una ragione perchè chi ha votato in un certo modo ha votato così perchè “non c era di meglio” ( mi tocca dire che ho votato Giani)
          6 ( e concludo) Commisso avrà tutti i peggior difetti di un italo americano sbarcato in Italia ma non nessuno potrà mai negare che , almeno lui, parla chiaro ..o almeno si capisce anche se dice “aukkey”. Almeno lui ha messo mano al portafogli e sta cercando di portare in fondo qualcosa. Fumo negli occhi? Può darsi ma mi sento di dar maggior credito ad uno che si fruga e cerca di fare le cose che a qualcuno che discutediscutedicute e non fa un ca..o cercando di tirare avanti senza un minimo di programma
          O vuoi che ti faccia un riassunto della vicenda Mercafir, dell’approccio al “restyling” del Franchi? ( ah , no…avevo detto che la chiudevo qua)
          Addio, compagno allineato!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. chivuolesserlietosia - 3 settimane fa

    dalle mie finestre vedo Palazzo vecchio e la gru,viene usata raramente durante la giornata,la sento distintamente muoversi! Venite a vedere come è il Loggiato degli Uffizi, uno scempio,da anni!si vergogni chi passandoci davanti quasi tutti i giorni per andare a lavoro se ne disinteressa totalmente.vorrei poi sapere quanto costa al giorno l’appalto della gru (per periodi cosi lunghi dovrebbero essere 200 euro circa al gg) e chi li paga.guardate cosa c’è davanti al Louvre o alla Tate vecchia o nuova che sia. caro Rocco non risolverai i problemi della mia amata Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. federic_3552710 - 3 settimane fa

    Rocco, noi siamo con te, in poco tempo (per le eterne liturgie politiche italiane!) hai svelato le menzogne e il pressspochismo dei 4 amici al bar! Hai alzato il velo sul nulla, sulla mancanza di prospettiva che ha la modesta classe politica locale, sul fatto che non si capisce cosa vuol dire programmare e decongestionare, aprire nuove prospettive urbanistiche e dunque logistiche. Ma che te lo dico a fare, tu sei un uomo che hai costruito, hai dato lavoro e prosperità a migliaia di persone, sei una persona realizzata che ha voluto provare a cimentarsi in una competizione difficile, fatta di poteri costituiti (locali e nazionali) e buchi neri inconfessabili, eppure tutti e sottolineo tutti lo sanno; hai comunque avuto il merito di alzare il velo su un mondo polveroso, pieno dii gente che parla, anzi straparla senza arrivare mai ad alcunché! Aeroporto, stazione Foster, Pensilina Isozaki, ponte di Varlungo (moncone da 35anni), bypass del Galluzzo (da 30nni c’è un ponte militare che grida vendetta e causa vergogna), ecc ecc ecc. Non ti fermare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianni69 - 3 settimane fa

    Lo stadio si farà ma a Empoli. Prepariamoci a fare 30 km.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. giovanni dalle bande solo nere - 3 settimane fa

    Ottimo esempio la terribile gru vicino agli Uffizi: sta’ rovinando da decenni il panorama che racchiude i piu’ importanti monumenti della nostra splendida città, di certo splendida grazie a chi l’ ha governata nel Rinascimento tantissimi anni fa’ e non certo per questi incapaci politicanti di adesso, personaggi che stanno cercando di chiudere in gabbia il leone Commisso per i loro sterili giochi di partito. Ricordarsi di questo alle prossime elezioni, gente di Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco 2 - 3 settimane fa

      guarda che non si va a votare per lo stadio o la gru degli Uffizi, ma per cose che hanno più impatto sulla vita di tutti: sanità, viabilità, servizi pubblici, scolastici, sociali.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. batistuta1926 - 3 settimane fa

    AVANTI TUTTA A CAMPI BISENZIO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. batistuta1926 - 3 settimane fa

    Ma vi rendete conto che c’e’ uno che metterebbe i soldi e non gli danno un pezzo di terra per fare lo stadio!!!!Uno stadio nuovo che rimarrebbe a Firenze!!!Mica se lo porta in America…roba da matti!!!I Rosiconi…come diceva Diego sarebbero da processare e condannare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. 29agosto1926 - 3 settimane fa

    Ma….. ame sembra che si scopra l’acqua calda, Ditemi quali lavori pubblici sono stati rispettai nei tempi e nei costi. Siete tutti qui a becerare ma questi li avete votati voi e se non avete votato questi avete votato quelli prima e se non avete votato nessuno prendetevi quello che c’è e zitti. Il popolo si atteggia sempre a vittima senza sapere che è COMPLICE, proprio così cari ragazzi, siete/siamo complici di questo sistema creato da TUTTI I POLITICI CHE SI SONO AVVICENDATI NEL TEMPO DI TUTTE LE RAZZE E DI TUTTI I COLORI e li avete votati voi, proprio voi che siete qui a meravigliarvi per le scempiaggini che avete autorizzato a realizzare.

    Ma cosa credeva di trovare Rocco quando è ritornato in Italia? Il Parlaento Norvegese o quello Finlandese?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giovanni dalle bande solo nere - 3 settimane fa

      ma qui a Firenze i politici che si sono avvicendati da anni sono sempre dello stesso colore…a cambiare una volta ? Nemmeno a pensarci lontanamente ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 3 settimane fa

        Quando le opposizioni si presentano con Galli,Stella o Bocci… L’impressione è che alla destra non interessi nemmeno mettersi in competizione per Firenze perchè il rischio di perdere è troppo alto e mettere il nome forte qui e perdere vorrebbe dire perdere tanti consensi a livello nazionale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Violaversilia - 2 settimane fa

          Perché Nardella e Giani sono nomi forti? Il problema é che la Toscana é ormai incancrenita dao 50 anni dal rosso

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. jackfi1 - 2 settimane fa

            Che piaccia o no Nardella o Renzi sono delle Ferrari rapportati a Galli, Stella o Bocci. L’esempio lampante di quello che ti dico lo puoi vedere nelle scorse regionali. Uno come Giani lo battevi a mani basse mettendo un nome di spicco della lega ma hai praticamente deciso di regalare la vittoria al PD candidando la Ceccardi che aveva già perso anche prima di iniziare con le dichiarazioni ai limiti del grottesco che faceva. Poi potete riconoscerlo o meno ma la realtà mi pare abbastanza evidente. Quando a sindaco di una città candidi un ex calciatore della fiorentina nella speranza di racimolare un paio di voti in più vuol dire che sei alla frutta

            Mi piace Non mi piace
  11. Max13 - 3 settimane fa

    La cultura politica di Commisso è tipicamente americana di stampo repubblicano. La politica deve favorire solo gli investimenti privati in una visione lobbistica rinunciando alla sua funzione di controllo pubblico per il bene comune.Se ha deciso di investire in Italia doveva conoscere la cultura politica, legislativa e amministrativa italiana e invece sembra nato ieri. Inoltre anche la gestione della società viola non funziona perché è lontana da una moderna gestione di una società di calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco 2 - 3 settimane fa

      E dov’è che la politica italiana controlla per il bene comune? A Roma, dove vivo da qualche anno hanno comprato autobus che non andavano nemmeno in moto, appaltato servizi di verde pubblico ad aziende multiservizi che non avevano nemmeno un tagliaerba, ma garantivano il personale che poi vedevi seduto sulle panchine col giornalino delle corse dei cavalli o a giocare col telefonino, hanno finto di non vedere i danni delle discariche, hanno finto di non sapere che le società appaltatrici della raccolta differenziata buttavano tutto in discarica e che la discarica era abusiva… e non è che Roma sia Sodoma e Gomorra, tutta l’Italia è così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. vecchio briga - 3 settimane fa

    Ha ragione da vendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. jackfi1 - 3 settimane fa

    Io non so se l’intervista è stata riportata correttamente ma sembra una supercazzola. Non vuole andare da Giani perché la politica a detta sua non lo facilita (sulla base di cosa poi non ci è stato ancora detto). Ma se non va a parlarci come può saperlo? Ci vorrebbe un passo avanti da entrambi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. SoloViola - 3 settimane fa

    A Giugno la precedente Giunta Regionale della Toscana, presieduta da un pisano, Enrico Rossi, era favorevole allo stadio nuovo a Campi.. purtroppo è subentrato Giani che ha capovolto tutto.

    Gli andrà ricordato per tutta la vita questo scempio economico, finanziario e sportivo… buttati via 300 milioni di un privato, da un politico pseudo fiorentino… soldi che adesso dovrà tirarli fuori il Comune di Firenze, a spese dei cittadini ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco48 - 3 settimane fa

      Buono anche quello!! A Prato con una cittá triplicata col numero di abitanti ha fatto un ospedale nuovo che ha un terzo dei posti letto di quello vecchio. Basta ragioniamo di calcio è meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Kewell - 3 settimane fa

    su queste cose ha ragione… il problema è che ormai non credo più faccia tutto questo per la fiorentina, sempre più modesta, ma per le sue tasche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. massimopr_744052 - 3 settimane fa

    In Italia la burocrazia la fa da padrona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. massimopr_744052 - 3 settimane fa

    Ineccepibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Emigrato - 3 settimane fa

    Anche qui come nell’altro articolo, sempre senza far polemica per carità, ma non è la fedele trascrizione delle parole pronunciate. Le estrapolazioni riportate così come sono a mio avviso distorcono non poco il senso dei discorsi fatti nell’intero contesto dell’intervista.Sempre senza polemica ripeto,ma magari se poi uno si inalbera perché dai sunti si capisce completamente un altro significato è poi difficile dargli torto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-2073653 - 3 settimane fa

    Rocco, avanti tutta su Campi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. viola viola - 3 settimane fa

    Parole sante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Dellone68 - 3 settimane fa

    Purtroppo Rocco ha capito in che mondo è venuto a cadere. La politica vuole controllare, non agevolare. E’ il nostro mondo che funziona così. In generale nell’Europa continentale, da noi in maniera devastante. Qua la pubblica amministrazione è un potere fortissimo e tutti gli interventi fatti negli ultimi trent’anni per rendere i procedimenti più trasparenti ed a portata dei cittadini non hanno risolto le cose. Il controllo della pubblica amministrazione è totale, ma muove soprattutto da un concetto di base che è la sfiducia verso il cittadino ed un modus operandi ammantato di atteggiamento punitivo, che è un retaggio quasi impossibile da modificare. Per cambiare questa cultura ci vorranno altri cento anni e Rocco, ahimè, ma neanche molti di noi, potranno vedere qualche beneficio.
    Detto questo, spero che Rocco resista e rimanga a lungo il nostro presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. foglionco - 3 settimane fa

      hai ragione, qui in Italia c’è un eccesso di burocrazia, ma devi chiederti il perchè, e per come siamo arrivati a questi eccessi.La risposta è molto semplice,la nostra storia è farcita di mancati rispetti delle leggi, di un continuo aggirare le norme per ottenere dei vantaggi personali e ora ci lamentiamo anche delle tutele che abbiamo voluto per arginare i comportamenti illegali che portavano a continui abusi. La burocrazia siamo noi, i politici siamo noi, sono li perchè ce li abbiamo messi noi, sono li perchè abbiamo girato la testa dall’altra parte per non vedere quando ci faceva comodo, quindi inutile piagnucolare di continuo dando la colpa al politico di turno atteggiandoci come anime pie offese da quel sistema che abbiamo creato noi. In America è tutto molto più semplice, vai dal senatore di turno con la tua bella borsa odorante di dollaroni e in poco tempo ottieni vantaggi e concessioni, li funziona così

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Tato - 3 settimane fa

    Con i soldi pubblici, ci sarà la corsa ad arraffare. Con i soldi privati, è più difficile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. viola47 - 3 settimane fa

    Grande Rocco hai pienamente ragione ……in Italia e non solo nel calcio e’ estremamente difficile portare avanti idee ed infrastrutture tanto che persino l’Europa ci impone la riforma della P.A.. Pero’ questo vuol dire stravolgere il modus vivendi di tante classi privilegiate che fanno di questi lacci e lacciuoli una forma di potere. Per quanto riguarda la programmazione mi permetto modestamente di sollecitarti a renderla piu’ incisiva e reale perche’ vivere alla giornata e’ demotivante. Comunque buon ritorno in USA attendendo un tuo nuovo ritorno a Firenze il prima possibile perche la squadra e la dirigenza ne hanno bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Paolo - 3 settimane fa

    Giustissimo quello che dice Commisso, soprattutto sui tempi incertissimi (si presume molto lunghi) per la realizzazione del restyling del Franchi e di tutto ciò ad esso collegato, come la linea della tramvia, creazione di strutture commerciali, ecc.

    Sull’osservazione di Commisso, riguardo all’ipotesi di Campi Bisenzio, io ho la netta sensazione che il sindaco Nardella e il presidente di regione Giani abbiano un accordo fra di loro per far sì da scoraggiare Commisso a scegliere quella opzione e di metterlo, invece, nelle condizioni di accettare la soluzione del Franchi ristrutturato.

    Secondo me, un serio indizio di questa mia ipotesi sono anche le parole del sindaco Fossi di Campi Bisenzio che, ultimamente, ha sempre dato la netta sensazione di essersi tirato quasi indietro per quanto riguarda l’ipotesi di uno stadio nuovo nel suo comune; siccome sappiamo tutti quanti che in politica (anche nell’ambito dello stesso partito) chi conta di più cerca sempre di imporre il proprio volere su coloro che contano di meno (la stessa teoria del pesce grosso che cerca di mangiarsi quello più piccolo), è fin troppo facile immaginare che Eugenio Giani (che è il presidente della regione Toscana) e Dario Nardella (che, oltre a sindaco del comune di Firenze, presiede anche le dinamiche relative alla città metropolitana, con tutti i comuni limitrofi al capoluogo),possano aver fatto pressione sul sindaco di Campi Bisenzio perché anche lui si allineasse a quello che loro vogliono (ossia il Franchi ristrutturato anziché uno stadio nuovo in un comune diverso da quello di Firenze).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. massimopr_744052 - 3 settimane fa

      Che GIANI è Nardella abbiano incastrato Fossi non c’è dubbio a mio avviso. Basta leggere il comunicato congiunto che fecero 15 giorni fa ( ma che combinazione , proprio mentre Commisso era a Firenze). A Campi allargheremo i Gigli , arriverà la tranvia, etc, però sullo stadio stai bonino Fossi. Questo è il palese succo della tenaglia di GIANI e Nardella su Fossi. Poi non faranno niente come sempre , ma intanto lo hanno bloccato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco48 - 3 settimane fa

      Sonó d’accordo al 100% con te. Il tuo commento avevo cercato di porlo subito dopo l’accordo, ma non so perchè non mi sia stato permesso. Alla fine mi sono arreso, diciamo che probabilmente il mio IPhone aveva problemi. Comunque a Fossi gli hanno dato la caramella perchè stesse buono. Ricordiamoci che Giani viole l’aeroporto è non può mettersi contro i proprietari di quest’ultimo. Fossi non mettersi contro chi conta di più, rischio di essere trombato alle prossime elezioni. Purtroppo io non posso votare alle regionali e comunali risiedendo all’estero, ma per 40 anni hanno preso il mio voto anche alle politiche ma state certi che non lo riprendono. Hanno toccato il fondo è sfacciatamente. FVS

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy