Caso Chiesa, l’ex consigliere Panerai attacca la Juve: “Sono furbetti, infrangono le regole”

L’articolo al veleno di Paolo Panerai: “La Juventus ha violato l’articolo 95 bis che impedisce di trattare con calciatori sotto contratto”

di Redazione VN

Il “caso Chiesa” non riguarda solo la Fiorentina di Commisso ma affonda le sue radici anche nella precedente era Della Valle. E’ infatti sentore diffuso il fatto che il numero 25 viola abbia avviato i contatti con la Juventus ben prima che avvenisse il cambio di proprietà. E qualcuno sostiene che la vecchia società avesse autorizzato Chiesa a cercarsi un’altra squadra… E così mentre Mario Cognigni minaccia querele (LEGGI QUI), l’ex consigliere viola Paolo Panerai si scaglia contro la Juve attraverso un articolo su Italia Oggi di cui vi proponiamo un estratto:

I furbetti dello Stadium. Apparentemente non parlano di Federico Chiesa e con Chiesa padre. Ma fanno parlare l’altro Federico, Bernardeschi. Il quale dice: «Non do suggerimenti a Federico, deve scegliere lui». Bravo. Ma come farebbe a scegliere il giovane Chiesa se non avesse avuto una proposta dalla Juventus? Senza accorgersene il super tatuato Bernardeschi ha finito per fornire la prova principe della violazione da parte della Juventus dell’art. 95 bis Disciplina della correttezza, che recita esattamente: 1. Calciatori con contratto pluriennale non in scadenza a fine stagione: a) soltanto la società titolare del contratto può decidere se cedere, con il consenso del calciatore, il relativo contratto di prestazione sportiva; b) sono vietati i contatti e/o le trattative, dirette o tramiti terzi, tesserati o non, tra società e calciatori senza preventiva autorizzazione scritta della società titolare del contratto…

(…)

Da ex amministratore di squadre di calcio ho aperto ora il caso Chiesa, non per difendere la maglia che pure ho indossato ma per la semplice ragione che una soluzione s’ha da trovare: o la Figc cancella l’articolo 95 bis o lo fa rispettare. Altrimenti il calcio diventa sempre più una burletta, dominato da procuratori, faccendieri, mogli e parenti, che scombinano i programmi delle squadre. Ho sentito ieri Galliani sul tema. «Hai ragione», mi ha detto. (…) Un po’ di serietà e correttezza fino a quando i regolamenti esistono. Altrimenti il mondo del calcio sarà sempre più in pericolo. La firma sotto un contratto deve avere un valore assoluto. Come in qualsiasi settore dove si fanno contratti.

E ANCHE ROCCO STECCA: “JUVE HA STRAPOTERE IN ITALIA, MA IN EUROPA…”

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mario - 2 anni fa

    Se ancora parla questo dopo il caso Salah allora penso che ci siano stati accordi con i gobbi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 2 anni fa

    Avessero parlato così per 17 anni! Difendono più adesso l’onore della società che per tutto il tempo che sono stati qui. C’è da chiedersi perché

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 anni fa

      qualcuno alla juve lo ha già messo nel cucù con Jovetic e Cuadrado. O non è vero per caso? Alcuni tuoi perchè trovano risposta, nella migliore delle ipotesi, in una memoria un pò stanca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. simuan - 2 anni fa

      …la tua ossessione che ti porta regolarmente a sparare boiate…il buon “bati” t’ha chetato senza se e senza ma. E comunque guarda che i DV non ci sono piu’, tu puoi ricominciare a respirare e a vivere….forse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ultravioletto - 2 anni fa

    Bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LupoAlberto - 2 anni fa

    Tutto vero, ma dov’era Panerai quando l’altro Federico trattava il passaggio alla Rube mentre era sotto contratto?
    Ci si sveglia sempre dopo i fochi?
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 anni fa

      il problema come dovresti aver capito, sta nella mancanza di prove. Tutti lo sanno ma non puoi provarlo. Nel caso di oggi, Panerai intravede la prova nelle stupide parole di supertatuato tesserato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lipilini (Sarzana) - 2 anni fa

    Ha perfettamente ragione però omette di dire che tutte e dico tutte si comportano così, poi ovviamente se si muovono società come quella zebrata diventa un problema controbattere economicamente, perchè in Italia il vero problema è che la rubentus è la società che tra una storia e l’altra ha i maggiori introiti e non solo dalle attività quali botteghino, merchandaising , etc etc ma sopratutto da soldi che derivano da diritti televisivi , pubblicità sponsor di famiglia ed altro che rendono la possibilità di competere quasi inesistente. Poi ci viene detto che i suoi manager lavorano bene … grazie con le potenzialità economiche che hanno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Etrusco - 2 anni fa

    I fenomeni infrangono le regole e per questo devono pagare delle penali, quindi mi auguro che la società nelle sedi opportune si faccia sentire per pretendere rispetto e giustizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. forzaviola2018 - 2 anni fa

    bene Panerai..sante parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bati - 2 anni fa

    Devo ancora incontrare un super tatuato, anche super furbo e super intelligente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. forzaviola2018 - 2 anni fa

    oh ..BRAVO GNIGNI E BRAVO PANERAI..quando ci vuole ci vuole..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. violaebasta - 2 anni fa

    Loro hanno sempre agito così. Ve lo ricordate il marchese del Grillo? ” IO SO’ IO E VOI NUN SIETE UN C….
    !”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. firenze52 - 2 anni fa

    condivido in pieno ma chi si crede di essere la strisciata… è l’ora di finirla non possono fare quello che vogliono sempre e comunque lo fanno in italia RUBANDO perchè al di fuori M…DA una squadra come tante e niente piu’

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy