Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Callejon, le parole di Prandelli accendono il dibattito: è già l’ora dell’addio?

Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images

Cosa fare di Josè Maria Callejon? Lo spagnolo è l'ombra del giocatore ammirato a Napoli. Tra ingaggio pesante e una collocazione ancora da trovare, la soluzione può arrivare dal mercato

Pier F. Montalbano

Se due indizi fanno una prova, l'avventura di José Maria Callejon con la maglia della Fiorentina potrebbe essere (quasi) già giunta al capolinea. Le parole di Prandelli riguardo il sistema di gioco che relega in panchina lo spagnolo e la necessità di sfoltire una rosa troppo ampia anche solo per affrontare le partitelle coprono di nubi quello che - a detta di tutti - doveva essere l'uomo in più chiamato a colmare senza troppi problemi il vuoto lasciato da Federico Chiesa. E invece tra ritardi di condizione, l'assenza forzata dal rettangolo verde causa Covid e il cambio di allenatore - che invece di fargli spiccare il volo da esterno alto lo ha retrocesso ultimo a destra nelle gerarchie - l'ex Napoli non si è praticamente mai visto. O almeno, non da protagonista.

Mai in campo per novanta minuti (se non in Coppa Italia contro il modesto Padova), mai incisivo. Nessun gol, nessun assist in Serie A. Letteralmente un pesce fuor d'acqua, l'ombra di quel giocatore che nell'ultimo decennio è stato uno degli esterni più dominanti del campionato e con la maglia del Napoli ha messo lo zampino in 110 occasioni (64 reti, 56 passaggi chiave) in 255 partite. Numeri impressionanti, che facevano sognare, e quel marchio di fabbrica da urlo: il taglio sul secondo palo visto e rivisto ma quasi mai decifrabile dalle difese. Puff, svanito. A Firenze si è vista solo la fotocopia sbiadita di Josè.

Troppe aspettative o una valutazione sbagliata?

Fin da subito si è capito come l'ex Real Madrid potesse mal digerire di giocare a tutta fascia nel 3-5-2, ma anche con l'avvento di Prandelli è stato acclarato come questa squadra non possa prescindere da un modulo tanto poco scintillante quanto efficace. Quindi, parola del tecnico di Orzinuovi, parlare di Callejon in questo momento è un "argomento delicato" e un "problema profondo". Per il calciatore, che così facendo non riesce a trovare continuità; ma anche per la società, che ha deciso di affidarsi a lui per il dopo-Chiesa e offrirgli quasi 2,5 milioni di ingaggio. Tanti, troppi per essere la riserva di Caceres, Lirola, Venuti e contemporaneamente non trovarsi a suo agio da seconda punta.

E allora chissà che il mercato possa accendere i reflettori e venire incontro alle parti in un momento così difficile. "Allenare 28 giocatori è complicato", in sostanza serve sfoltire una rosa troppo ampia. Una rosa in cui Josè Maria Callejon al momento sembra essere di troppo.

 GERMOGLI PH 19 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CAMPIONATO DI SERIE A FIORENTINA VS HELLAS VERONA NELLA FOTO CALLEJON
tutte le notizie di