Pruzzo: “Fiorentina, quando mancano gioco e individualità serve il Piano C. Vi spiego”

L’ex viola: “Serve quella cattiveria intelligente per far capire all’avversario di turno che non ce n’è. A Genova mi è capitato di attuarlo, bisogna sporcarsi tanto”

di Redazione VN

Roberto Pruzzo, ex attaccante di Genoa, Roma e Fiorentina, è intervenuto a Lady Radio. Questi i passaggio più interessanti delle sue dichiarazioni: “La Fiorentina deve cambiare atteggiamento, a Bergamo sembrava quasi fosse l’Atalanta la squadra che doveva uscire da un momento di difficoltà. Vincevano tutti i contrasti, qualche domanda viene da farsela… Credo che tutti siano coinvolti, anche i calciatori, ma il malumore è derivato dalle prestazioni nettamente al di sotto delle aspettative.

Quando non hai gioco e non hai individualità, devi attuare il Piano C, ovvero la devi buttare in caciara. Serve quella cattiveria intelligente per far capire all’avversario di turno che non ce n’è. A Genova mi è capitato di attuarlo, bisogna sporcarsi tanto. Sulle partite sporche non puoi costruire una stagione ma fanno parte del calcio e in certe situazioni sono la soluzione migliore”.

Pezzella-Prandelli
Photo by Emilio Andreoli/Getty Images
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 1 mese fa

    I tempi sono cambiati Pruzzo e inoltre l’assenza del pubblico non aiuta questa strategia che può funzionare in casa col tifo che si infiamma contro gli arbitri e gli avversari. Diciamo che è l’unico aspetto buono dell’assenza dei tifosi che chiaramente mancano come il pane a questo calcio asettico in tempi di covid.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LoreBBB - 1 mese fa

    A firenze c’è tutto tranne la cultura del buttarla in caciara. E mi sta bene così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fornamas63 - 1 mese fa

    Un mistero la presenza costante di Pruzzo come opinionista viola in tv e radio.
    Con tutti gli ex-giocatori viola proprio una bandiera della roma anni 80 dobbiamo andare a cercare?
    Nulla di personale contro di lui ci mancherebbe, anzi, per quel gol a Perugia ancora lo si ricorda con piacere ma nulla più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Glover - 1 mese fa

      Prezzo abita in Toscana da molti anni, a Lucca, ha giocato nella Fiorentina, ed ha il vizio di dire sempre quello che pensa, con raziocinio… perché non può fare l’opinionista in TV? O forse preferisci arroganti nullità antiviola come Petri o Gianni Di Ferdinando?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fornamas63 - 1 mese fa

        Come commentatore non mi sembra poi sta gran cima, ma forse sono troppo esigente, come ex-giocatore della Fiorentina ti ricordo che ha giocato una sola partita e qualche spezzone di gara, il che mi rende di difficile qualificarlo come ex-viola, io (ma non solo io) lo vedo più come un grande ex-romanista.
        Ora siccome a me la Roma sta profondamente antipatica per non dire di peggio diciamo che mi farebbe preferire altro che non sono i nomi che mi contrapponi, ce ne sono di ex-viola da chiamare ancora in vita.
        Poi se basta abitare in Toscana per fartelo sentire vicino, mi chiedo se diresti la stessa cosa di un Bettega per fare un parallelo stuzzicante. Eppure guarda che l’ex bianconero è stato molto stimato come commentatore.
        Spero di essermi spiegato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco 2 - 1 mese fa

    Il gioco sporco si può fare in due, conviene ritrovarsi una squadra inesistente per giunta in infermeria? Senza contare le squalifiche e altro contro le squadre che pesano (e non faccio nomi)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jameslabriexxx - 1 mese fa

    Ovvia su guantoni e bombe a mano…ma chi questi? Seeee…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy