Nicolodi a VN – “Vi racconto il presente di Piatek, tra delusioni e problemi fisici”

Per conoscere meglio lo stato di forma di Krzysztof Piątek abbiamo parlato in esclusiva con l’esperto di calcio tedesco Pietro Nicolodi

di Alessandro Lilloni, @AleLilloni
Krzysztof Piatek

Krzysztof Piątek, centravanti ex Genoa e Milan, rimane una delle suggestioni per l’attacco della Fiorentina. All’Hertha Berlino in questa stagione ha collezionato 9 presenze, di cui cinque da subentrato, segnando soltanto una rete. Il mercato di gennaio si avvicina ed i rumors si intensificano. Per approfondire il suo stato di forma ed il possibile trasferimento in viola abbiamo parlato con Pietro Nicolodi, giornalista di Sky Sport ed esperto di calcio tedesco:

Signor Nicolodi, come sta andando l’avventura di Krzysztof Piątek all’Hertha Berlino?

Il suo presente all’Hertha è abbastanza complicato. Sta giocando poco e quando entra non ripaga le aspettative. Le cause di questa situazione sono molteplici. È coinvolto in una squadra che in campionato non sta ingranando, nonostante sia composta da buoni giocatori. Fatica a trovare gli equilibri giusti, in estate sono cambiati tanti interpreti. In parte una situazione simile a quella della Fiorentina.

Qual è l’attuale condizione del giocatore dal punto di vista fisico e mentale?

Atleticamente il ragazzo desta qualche preoccupazione. Ha qualche noia fisica ed è meno scattante rispetto al passato. Probabilmente ha qualche problemino irrisolto che si trascina. In momenti del genere la fiducia crolla ed è difficile emergere. È un circolo vizioso. Se giochi sempre poco e male è impossibile trovare la forma giusta, ed anche l’aspetto mentale entra in scena. Fai fatica anche nelle azioni più semplici. Il tutto viene amplificato dalla crisi della squadra che vedeva in lui uno strumento per risolvere i problemi, ma così non è stato.

Secondo lei è possibile il suo passaggio alla Fiorentina a gennaio? Potrebbe essere l’innesto giusto per risollevare l’attacco? 

Dipenderà molto dai risultati delle prossime partite, a partire dal derby di domani contro l’Union Berlino. Una gara che può spaccare la stagione. La società tedesca ha una dirigenza molto particolare ed ultimamente stanno commettendo diversi errori gestionali. Rispetto agli anni passati hanno investito molto e per questo gli scarsi risultati pesano parecchio. Ci stanno pensando, una decisione in merito credo sarà presa al termine del girone di andata. Per quanto riguarda le cifre, in estate si parlava di 24 milioni di euro che adesso per lui sarebbero una follia. Il giocatore potrebbe fare comodo alla Fiorentina, anche per dare opzioni in più al tecnico, ma soltanto a cifre più contenute.

 

Pradè a 360°: “Errori? Io il primo responsabile, vi spiego. Cesare la nostra forza, adesso serve unità” 

GERMOGLI PH:

 

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max13 - 2 mesi fa

    Riprendiamoci Pedro, sicuramente migliore di Piatek

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. DeepPurple - 2 mesi fa

    Storicamente sia nell’era Pontello che Cecchi Gori che in quella DV il salto al di là di tanti altri giocatori lo abbiamo fatto con un attaccante di riferimento e decisivo, in ordine Graziani Batistuta e Toni cioè campioni del mondo, scarpa d’oro e miglior realizzatore della Fiorentina in serie A. Il livello è quello. Le parole vanno, i fatti rimangono. Ogni società si scontra con difficoltà contingenti del suo periodo, ma arriva un momento nel ruoli decisivi che la devi azzeccare se no sei fuori determinate posizioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BVLGARO - 2 mesi fa

    Pavoletti, Falcinelli, Iemmello, Lasagna, Donnarumma, Torregrossa, Lapadula, questi attaccanti che non sono tra i migliori sono CENTO volte meglio di Piatek che può rimanere dove sta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. barbutoviola - 1 mese fa

      Eppure Falcinelli l’abbiamo assaggiato. Su Donnarumma, Pavoletti, Iemmello hai qualche ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Larry_Smith - 2 mesi fa

    Piuttosto riprendiamo Kalinic, pensa un po’ cosa mi tocca dire!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 2 mesi fa

      meglio Cutrone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. antonio capo d'orlando - 2 mesi fa

    Si prega di scrivere qualche messaggio positivo! FV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 2 mesi fa

      Allora meglio parlare di altri giocatori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Claudio50 - 2 mesi fa

    Lasciamolo in Germania. A noi ci vuole uno che il gol se lo inventi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo - 2 mesi fa

    Lo ribadisco ancora una volta: attenzione a prendere Piatek, perché si potrebbe fare un bel buco nell’acqua.

    Il giocatore costa ben 20 milioni di euro e se non va (com’è possibile a causa dei suoi problemi fisici e forse anche mentali), non solo rischiamo di non migliorare la nostra situazione in attacco, ma addirittura di peggiorarla.

    Io sono sempre dell’idea che sarebbe più opportuno provare ad andare su Caicedo della Lazio che, anche se non è più giovanissimo (32 anni), costa molto meno e, almeno in questo momento, mi sembra molto più pronto di Piatrek.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Claudio58 - 2 mesi fa

    Non credo che si debba essere grandi esperti per dire che non è il giocatore che può cambiare le sorti del ns attacco.
    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ziomario - 2 mesi fa

    Siamo già a tre punte che non rendono per una buona, vogliamo arrivare a quattro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Violaviola - 2 mesi fa

    Delusioni + problemi fisici…. Lo dobbiamo prendere noi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ilRegistrato - 2 mesi fa

    Pero’ sei mesi per entrare in forma e siamo a posto. Per la serie B dovrebbe essere un centravanti di lusso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CippoViola - 2 mesi fa

    “Atleticamente il ragazzo desta qualche preoccupazione. Ha qualche noia fisica ed è meno scattante rispetto al passato. Probabilmente ha qualche problemino irrisolto che si trascina. In momenti del genere la fiducia crolla ed è difficile emergere. È un circolo vizioso. Se giochi sempre poco e male è impossibile trovare la forma giusta, ed anche l’aspetto mentale entra in scena. Fai fatica anche nelle azioni più semplici. Il tutto viene amplificato dalla crisi della squadra che vedeva in lui uno strumento per risolvere i problemi, ma così non è stato.”

    ma… signori… è perfetto per noi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jameslabriexxx - 2 mesi fa

      Ma si aumentino il numero…e poi problemi fisici… è nostro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. renesviola - 2 mesi fa

    Prendere Piatek è assurdo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. mannuccigabriele7_14377276 - 2 mesi fa

    Identikit perfetto per venire qua e non risolvere nulla.sara’ nostro di sicuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. flanari69 - 2 mesi fa

      E’ già viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy