Uva: “Restyling Franchi? Giusto tenere aperte tutte le porte, ma l’area Mercafir resta l’opzione più intelligente”

Uva: “Restyling Franchi? Giusto tenere aperte tutte le porte, ma l’area Mercafir resta l’opzione più intelligente”

L’ex Dg della Federcalcio era presente al confronto tra Commisso e Nardella, andato in scena questa mattina

di Redazione VN

Michele Uva è entrato a far parte della squadra di tecnici che assistono Dario Nardella, in questo suo secondo mandato a Palazzo Vecchio. L’ex Dg della Federcalcio era presente stamani all’incontro tra Commisso ed il sindaco(LEGGI QUI), in quanto consulente per il comune in materia di impianti sportivi. Queste alcune sue battute raccolte dal TGR Toscana:

Firenze ha bisogno di un nuovo stadio. Mi sembra che il comune abbia espresso la sua volontà in modo forte, però bisogna essere in due.  È giusto che la Fiorentina tenga aperte tutte le ipotesi per valutare quale sia la migliore, adesso e in prospettiva futura. Oggi mi sembra che quella di Mercafir sia la più intelligente, la più futuribile, la più economicamente sostenibile. Entrambe le ipotesi (restyling Franchi n.d.r.) in campo possono essere valide, ma a volte bisogna mettere da parte il cuore e pensare alla funzionalità, alla sostenibilità economica. Il costo indicato dalla perizia è compatibile con i prezzi che hanno pagato altre società italiane, anche per il solo diritto di superficie. Se si parte subito in 4 anni e mezzo, al massimo, i fiorentini potrebbero fruire del nuovo stadio, una risorsa per la società e la stessa città di Firenze. Penso che quando i tifosi della Fiorentina entreranno in un nuovo stadio, moderno, con tutti servizi di ultima generazione capiranno che quello è il futuro.

INDISCREZIONE VN: Commisso lavora a tutte le ipotesi

Nardella: “Fatto un passo in avanti, abbiamo risposto ai dubbi di Commisso”

 

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy