Ufficiale, anche la Camera approva: l’emendamento sblocca-stadi è legge

Ufficiale, anche la Camera approva: l’emendamento sblocca-stadi è legge

Anche la Camera dei Deputati ha approvato la proposta. L’emendamento va a toccare la tutela e la conservazione degli impianti sportivi

di Redazione VN

Il Decreto Semplificazioni, comprensivo dell’emendamento sblocca-stadi è ufficialmente legge. Dopo il via libera da parte del Senato, anche la Camera dei Deputati, poco fa, ha approvato la proposta. L’emendamento, lo ricordiamo, va a toccare la tutela e la conservazione degli impianti sportivi: CLICCA QUI PER L’APPROFONDIMENTO DI VIOLANEWS.COM.

 

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea - 1 settimana fa

    Questo porsi da una parte o da un’altra, stadio a Campi o Franchi, è assurdo. A me non interessa dove , interessa come e quando. Sicuramente lasciare aperte tutte le ipotesi va incontro ai miei due punti d’interesse. Chi gioisce per una futura controriforma sul Franchi ha capito ben poco degli interessi della Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Tutti a Campi… aspettiamo il Progetto di Fattibilità del Comune di Campi Bisenzio, richiesto dall’ACF Fiorentina a giugno 2020, che dovrebbe essere pronto a giorni… e poi vedremo dove sceglierà Commisso,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Ecco qua:

    “L’emendamento stadi va contro la necessità di preservare la memoria e contro la Costituzione, bisogna cancellarlo”

    Il presidente della Società Italiana Restauro dell’Architettura Maurizio de Vita si è esposto contro l’emendamento salva-stadi di recente approvato e divenuto legge, chiedendone la cancellazione o la modifica. Queste le sue parole a La Nazione: “L’emendamento ignora o addirittura si pone in contrasto con i principi della tutela dei Beni culturali e della Costituzione, ricordando la necessità di preservare la memoria e la conservazione del patrimonio culturale, favorendone fruizione e valorizzazione. Si vuole sottolineare dunque il carattere anticostituzionale dell’emendamento ed anche la negazione del principio legislativo attraverso la sottrazione alle Soprintendenze delle loro funzioni, che comprendono per legge la trasformazione, l’innovazione e l’adeguamento ma secondo il principio della compatibilità del progetto con il bene”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Per la cronaca: … proprio poche ore fa è stato accolto il ricorso contro l’abbattimento del vecchio San Siro… che tra l’altro non era nemmeno vincolato, come il Franchi… cari faciloni da quattro soldi, aspettate e sperate. Visto che hanno già preannunciato ricorso contro l’abbattimento del Franchi l’Ordine degli architetti e ingegneri… a cui si aggiungeranno altri

    https://www.settenews.it/accolto-in-parte-il-ricorso-per-lo-stadio-di-san-siro-labbattimento-non-e-piu-cosa-certa/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 1 settimana fa

      Allora c’è l’ordine degli architetti e ingegneri. L’ordine dei carmelitani scalzi. La compagnia dell’anello. Isengard. L’esercito delle 12 scimmie ecc ecc. Ma siate un poco ottimisti. L’ottimismo è il sale della vita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gianni69 - 1 settimana fa

    C’è sempre da considerare che il disegno di legge dopo il senato dovrà passare per forza al vaglio di cosa nostra e allora in caso positivo si procederà ad una gara di appalto come si deve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tato - 1 settimana fa

    Certo finché non è chiarito tutto… Fossi però nei panni di Commisso, prenderei il toro per le corna. Minaccerei di piantare tutto alla prima contestazione o esposto. Credo che chi abbia certe intenzioni, si troverebbe poi ad vedersi tutti (o molti) contro. E se oggi fai la voce grossa, domani potresti aver bisogno di passare tra le, mani di quelli a cui hai messo i bastoni tra le ruote

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bottegaio - 1 settimana fa

    Calma.
    Deve passare al vaglio del Presidente della Repubblica Mattarella.
    Poi, se non ci sono problemi di conflitto costituzionale, firma e diventa legge dello Stato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Paolo - 1 settimana fa

    Il decreto semplificazioni approvato dal Parlamento è un conto, ma poi (in caso di un’eventuale scelta di ristrutturazione di uno stadio come il Franchi da parte della Proprietà viola), con tutte le controversie che ci sono (Soprintendenza, politici vari, architetti, ecc.) bisogna vedere se risulta poi così facile ed automatico mettere mano ai lavori (e alla svelta) senza che qualcuno ci si metta in mezzo per bloccare tutto quanto, magari facendo appello a qualche ipotetico cavillo e chissà, forse (in caso estremo) facendo ricorso anche alla magistratura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy