E quindi uscimmo a riveder le stelle. Firenze torna a sognare, ma tra offerte e “cazzari” è giusto mettere qualche puntino sulle i

E quindi uscimmo a riveder le stelle. Firenze torna a sognare, ma tra offerte e “cazzari” è giusto mettere qualche puntino sulle i

Forse, più che il millantato disinteresse dei compratori, sono stati altri i motivi che ci hanno spinti all’esasperazione di questi ultimi tre anni…

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Un’overdose di emozioni, da farti andare a letto con la testa che ancora gira. Le stelle non puoi ancora toccarle ma poco importa, perché finalmente ti è permesso di sognarle. Sono bastati pochi minuti dallo sbarco a Peretola per capire che la prima storica giornata fiorentina di Commisso si sarebbe trasformata presto in un tripudio di baci, abbracci, selfie e sorrisi (VIDEO). Con la calorosa partecipazione di un popolo che oggi, dopo anni di narcolessia indotta, si riscopre vivo come ai tempi migliori. È l’effetto Rocco, e pochi ne sono rimasti immuni a Firenze. Un po’ perché nel calcio, come nel matrimonio, le nuove avventure iniziano sempre con la luna di miele, un po’ per il personaggio, istrionico di natura, agli antipodi rispetto allo stile di chi ha governato la Fiorentina negli ultimi 17 anni (anche nei momenti più floridi).

Tutto bello, ne avevamo bisogno come il pane. Attenzione però a non perdere pezzi per strada, perché le 24 ore di ieri sono state sì ricche di euforia, ma anche di parole e informazioni sparse qua e là tra Milano e Firenze che meritano di essere registrate. Alla fine dei giochi, ad esempio, viene fuori che i “cazzari” non erano certo quelli che pensavano alla prospettiva di un ritorno a Gubbio come una grossa sciocchezza. C’è chi se l’è raccontata per anni: dove finiamo senza questa proprietà? Ci evita anche lo scemo del villaggio. Certo, salvo poi prendere atto di come l’offerta americana fosse solo una di quelle presentate in viale Fanti per rilevare la società. E non lo diciamo noi, ma l’ex socio di maggioranza di ACF Fiorentina (LEGGI). E non è finita qui: pensate un po’, Rocco aveva già provato ad acquistare la Fiorentina tre anni fa, prima di intavolare la trattativa (poi fallita) per rilevare il Milan.

Forse non valevamo (e non valiamo) così poco. Forse, più che il millantato disinteresse dei compratori, sono stati altri i motivi che ci hanno spinti all’esasperazione, alla fine di questi tre anni di agonia che tutti quanti ci saremmo risparmiati più che volentieri. Riflessioni su un passato in chiaroscuro che oggi sembra lontano anni luce, giusto per ripristinare un paio di verità che vadano oltre i numeri. Ora però è il momento di ripartire. Tra ora qualche spazio alle presentazioni ufficiali e all’ennesimo bagno di folla (LEGGI), poi, smaltita la sbornia collettiva, arriverà anche il tempo delle prime decisioni importanti dell’era Commisso. Tutto con la massima lucidità, ma allo stesso tempo anche velocemente, perché il tempo stringe e il calciomercato si avvicina. Finalmente torneremo a parlare di calcio, questa volta con la licenza di sognare. Io ho già iniziato, fantasticando sulla “bellissima notizia” annunciata ieri da Rocco (LEGGI). E voi?

Violanews consiglia

Colpo di coda, il comunicato dei Della Valle: saldo acquisti/cessioni ed i giocatori portati a Firenze

Commisso juventino? Ormai è passato, la FOTO della “purificazione”

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Amaral - 6 mesi fa

    Cercavo sul web il bandierone a stelle strisce Viola che tanto mi piaceva da ragazzino e me lo ritirate fuori voi di ViolaNews, grazie molto gradito. Forza Fiorentina !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dallapadella - 6 mesi fa

    Sicuramente il buon Diego ha forzato dei termini che si poteva risparmiare. Ha fatto capire che a nessun fiorentino vuole investire di tasca propria e che gli acquirenti esteri si sono seduti a trattare solo quando ha abbassato il prezzo (legge del mercato, nessuno è fesso) visto che prendersi la viola a 170 mln con dentro Chiesa Milenkovic e Veretout mi sembra un discreto chiappo. PS parlare di “tre anni di agonia” è un’esagerazione dai..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 6 mesi fa

    Caro Crociani, io non dimentico che quando siamo falliti gli unici a farsi avanti sono stati loro. Non dimentico che ci hanno portato in Serie A e non dimentico che al di fuori degli ultimi 3 anni per gli altri 14 mi sono divertito. Che poi abbiano sbagliato è normale anche perché chi lavora sbaglia. Facile dalla tastiera, te compreso, ORA criticare tutto e tutti. Gli scemi del villaggio era riferito ai vari Cavalli di Firenze e, se tu, non lo hai capito devi ancora studiare. Firenze è questa, o gli altri si adeguano ad una cultura che non esiste più oppure sbagliano. E in quanto a sbagli ti auguro di farne sempre meno di quelli che solitamente è puntualmente fai. Sceso dal carro é salito sul nuovo, tipico del giornalista

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      Questo non è vero perché Preziosi è stato stoppato nel suo ‘arrivo’ dal sindaco Domenici su ordine di D’Alema. Non sono illazioni ma certezze visto che parlai personalmente con Preziosi il giorno perima dell’annuncio dei Della Valle. Lei potrà dire che Preziosi non è il massimo. Certamente, ma i Della Valle non furono di certo gli unici. Buona giornata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ottone - 6 mesi fa

    Criticoni ma non fessi. Questo è il succo della fiorentinità.
    Se ai DV non è piaciuta affari loro. Ormai, per fortuna, sono il passato.
    Chiunque viene qui deve capire che le prese di per il c…in una città che ha preso sempre tutti per il c…è da persone poco avvedute. Dieci anni o tre anni di critiche, non me ne importa nulla. Il punto è se erano o no motivate. All’ 80% lo erano. E si è visto. Poi guarda caso: dallo “scemo del villaggio” al magnate italo-americano … E’ bastato fare capire ai DV che era il tempo di fare le valige. Guarda caso …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. francescoconf0_11481289 - 6 mesi fa

    Beh tutto vero gli ultimi tre anni sono stati un po’ sofferti e privi di un progetto quasi un prender tempo…però in 14 anni precedenti la vecchia proprietà ha centrato 7 volte l’Europa ha comperato campioni fortissimi si è misurata con la realtà fiorentina che purtroppo come altre piazze ma in maniera viscerale chiede sempre il massimo anche a chi da già tanto. I DV sono pacati e distaccati i fiorentini focosi e criticoni andava trovato un equilibrio che purtroppo è mancato da ambo le parti. Troppe volte ho visto la piazza partire in quarta la realtà è poi che a noi a Firenze alla fine finisce per non andar bene nessuno ed è il più grosso difetto che abbiamo. Comunque Forza Viola e speriamo di vincere qualcosa .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Roberto Messora - 6 mesi fa

    Quello che trovo vergognoso è che da 48 ore si parli “degli ultimi 3 anni”.
    Ma quali 3 anni di grazia, non facciamo adesso i finti tonti.
    Sono almeno 10 anni che si trascinava uno stillicidio di contestazioni spesso senza senso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cosimo de' Medici - 6 mesi fa

    Io credo che sia arrivato il momento di deporre le armi.
    La battaglia è vinta: ne siamo usciti, come sempre, vincitori.
    È l’ora di dare merito ai nemici, ringraziarli per quel qualcosa di buono che hanno fatto (Fiorentina di Prandelli e Fiorentina di Montella) e guardare avanti.
    Proprio come fanno i pugili a fine match: se le suonano, anche con colpi bassi, ma alla fine si lasciano andare a un profondo abbraccio.
    Quindi, grazie DV e benvenuto Rocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gigì - 6 mesi fa

    BELLISSIMO ARTICOLO. Avete letto il forum, qui, ieri? Un utente segnalava il ritorno (e ricordo) della bandiera a stelle e strisce viola. E un altro utente ha usato il termine “uscire a rivedere le stelle”. Se tenete conto, se leggete anche quello che diciamo, siete la migliore @Redazione per distacco. Se invece è un caso, bravi lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      Caro Gigi non so se Alessio Crociani che ha scritto il pezzo abbia letto o meno il forum, ma tendo a credere di sì visto che era in redazione ieri pomeriggio e per moderare un forum bisogna anche leggere quello che i lettori scrivo e a volte, bagnarlo. Le dico che a volte il sottoscritto ha tratto lo spunto da qualche commento per scrivere un pezzo o per capire l’umore del popolo viola cercando di interpretare gli stati d’animo a volte un po’ troppo accesi. Comunque grazie per i complimenti che di tanto in tanto ci prendiamo insieme a qualche pernacchia che ci sta. C’est la vie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gigì - 6 mesi fa

        “Fare gruppo”, per quel che è possibile, insieme alle persone che “abitano” questo spazio è una maniera molto bella, a mio modo di vedere, di lavorare. Rende più nuovo (rispetto ad altri) il vostro ruolo, anche in un forum così ampio com’è questo. A me piace. Tante Redazioni non tengono conto che hanno un forum, ed esiste solo il mondo ad esso esterno. Poi, come in tutte le cose: sono gusti. Grazie anche di aver risposto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. simuan - 6 mesi fa

    ….ma perche’ voi siete anche capaci di parlare di calcio? Il gossip e la polemica vi riesce benino ma il calcio…..non sara’ pretendere troppo???

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy