Daspo per rissa? 1926, dura presa di posizione: “Ecco la verità”

Daspo per rissa? 1926, dura presa di posizione: “Ecco la verità”

Il comunicato diramato dal gruppo della Curva Fiesole 1926 in risposta alle presunte motivazioni alla base dello sciopero di domenica

di Redazione VN

A seguire vi proponiamo in forma integrale il comunicato diramato dal gruppo della Curva Fiesole 1926 in risposta alle presunte motivazioni alla base dello sciopero di domenica (20′ di Fiorentina-Cagliari in silenzio): “La realtà dei fatti – si legge – è che in Piazza della Repubblica Sabato 5 Novembre non c’è stata alcuna rissa. (…) I fatti che la questura definisce come “rissa” sono questi: due persone hanno avuto un diverbio in mezzo alla piazza. Una di queste era di Roma ed ha avuto la peggio. Esito: 20 daspo. Per che cosa? Il motivo è esser stati presenti a a distanza di qualche metro dal fatto citato. La rissa? Non c’è mai stata. Le prove lo dimostrano in maniera lampante. Chi si è reso protagonista del diverbio, purtroppo sa che dovrà pagare. Le altre 19 persone che cosa c’entrano? La loro unica colpa è appartenere al gruppo. Se poi vogliamo entrare nei dettagli: sono stati chiamati in questura due ragazzi che, non solo non si erano resi protagonisti di nessun reato, ma addirittura in quella piazza non c’erano nemmeno. (…) Quando uno di noi “sbaglia”, è pronto a pagare, questo lo abbiamo dimostrato. Non ci nascondiamo dietro un dito e allo stesso tempo non rinneghiamo niente. Quando però viene commesso un sopruso del genere, con delle persone che non hanno fatto nulla colpite da una forte privazione della libertà personale, come dover andare a firmare ogni domenica per 3, 5 o 8 anni, intervenire pubblicamente è d’obbligo. 81 anni di daspo per un diverbio tra due persone. Siamo stanchi delle vostre bugie. Adesso basta”.

Qui sotto il comunicato completo:

 

Violanews consiglia

Fiorentina-Cagliari, verso un Franchi delle grandi occasioni: il dato

Fiesole in silenzio nel giorno della festa al Franchi: i fatti alla base dello sciopero del tifo

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 1 anno fa

    Due cose saltano a gli occhi in maniera eclatante:
    non c’è riscontro sui giornali locali di una scazzottata o presunta tale in P.za
    della Repubblica
    il luogo della scazzottata dista diversi chilometri dallo stadio e quindi non riconducibile a fatti legati allo sport
    è evidente che alla Questura di Firenze ci devono essere diversi tifosi del Napoli, è sicuramente un tentativo di rappresaglia per le tre pere prese,ma quando al San Paolo fanno la pioggia di urina sui tifosi avversari,il daspo
    non si applica,quando si saltano i tornelli a piè pari nemmeno.
    Fanno vomitare come una socità che ancora una volta dimostra di essere lontana
    dalla sua parte migliore …il tifoso VERO!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ilrino - 1 anno fa

    Nel 2018 bisogna ancora leggere ste cose…risse…cazzotti… Quanto cervello manca ancora…e l’altro magari attorno ad esultare… Che cervello porini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ilrino - 1 anno fa

      Ecco dimostrato che 4/17 ovvero un 25% circa gradisce fare a cazzotti… Depensanti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. S. Brigida Viola - 1 anno fa

    Scusate faccio un chiarimento che nessuno ha fatto e che mi sembra necessario: per identificare il reato di rissa bisogna che a partecipare ad una “scazzottata” siano minimo 3 persone e non mi sembra questo il caso, pertanto la formulazione dell’eventuale reato commesso non è esatta e quindi facilmente smontabile da qualsiasi avvocato….credo che se questi daspo sono stati dati in seguito ad una “scazzottata” tra due persone avranno vita breve…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Franco - 1 anno fa

    se come ammette unonoveduesei uno è comunque responsabile dei fatti a lui contestati, i minuti di sciopero dovrebbero essere 19 non 20 sennò è pura e semplice ipocrisia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Franco - 1 anno fa

    su 2 persone che litigano in piazza repubblica cosa c’entra la presidenza e cosa c’entra non tifare allo stadio? quando ad emettere il provvedimento è stata la questura su un fatto cittadino, quindi perchè non tifare allo stadio e danneggiare i propri colori? le 20 persone che hanno preso il daspo non possono fare ricorso esibendo prove? e comunque le 20 persone che hanno preso il daspo sono tifosi viola e vogliono che non si tifi allo stadio per un episodio accaduto a novembre 2017 in centro? che messaggio sarebbe? contro chi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ghibellino viola - 1 anno fa

    Purtroppo la legge è assurda. Da un potere assoluto agli organi di polizia. D’altronde è stata fatta apposta per allontanare dagli stadi ogni elemento facinoroso. In un mondo normale non ci si mena per un pallone e non si va a firmare la domenica in questura. Resta incomprensibile il riferimento alla società nel comunicato del 1926 di ieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maurino - 1 anno fa

    Ma io dico, volete che in Piazza ella Repubblica non ci siano telecamere pubbliche o di locali privati?
    Mi sembrerebbe molto facile risolvere il dilemma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giacks3d - 1 anno fa

      Per la questura il problema è risolto, hanno acquisito i filmati, chiamato le persone a testimoniare e alla fine emesso i DASPO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele - 1 anno fa

      i video ci sono ma gli ha già requisiti la questura e gli fa visionare solo agli avvocati.
      Il punto non è dimostrare di non essere colpevoli, il punto è che in base a quello che è il funzionamento legale del daspo loro ti diffidano e poi sta a te decidere se fare ricorso e nel caso dimostare in sede legale di essere innocente ma finchè un giudice non ti dichiara innocente rimani diffidato, questo vuol dire che con i tempi della giustizia italiana prima che ti venga levata perchè hai dimostrato di non aver fatto niente passano almeno due o tre anni in cui intanto non puoi andare allo stadio e in trasferta e in cui devi passare le domeniche a firmare in questura ed è proprio questo la cosa su cui marciano sanno di non avere prove che possono reggere in tribunale e sanno anche che a processo i ragazzi diffidati verrano assolti e gli verrà tolto il daspo ma intanto per due o tre anni la diffida tocca farsela e dopo possono sempre trovare un’altra scusa per dare un nuovo daspo che ci vorranno altri due o tre anni per essere levato, sono anni che va avanti questa storia, ci sono ragazzi che vengono diffidati, fanno ricorso, gli viene levato dopo un paio d’anni e alla prima occasione vengono nuovamente diffidati, questo comporta grandi giramenti di coglioni e tantissimi soldi da spendere in avvocati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maurino - 1 anno fa

        Grazie della spiegazione Daniele.
        Mi rendo conto che la situazione, allora, sia veramente complicata…
        Quello che mi resta difficile comprendere, comunque, è il modo di protestare e mi spiego.
        Che senso ha fare 20 min di sciopero del tifo in una partita così importante?
        In quale modo perora la causa di questi ragazzi?
        A quanto ho capito è un problema di legislatura e come possono aiutare la Fiorentina come società,o i calciatori o chi vi vuol dare una mano?
        Giusto manifestare il dissenso verso quella che può essere un ingiustizia,sbagliato secondo me il metodo,che inevitabilmente finirà per danneggiare quello che noi tutti amiamo.
        LA FIORENTINA

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. TriozziViola - 1 anno fa

    ovvia, ora chi ieri chiedeva cosa era successo è stato accontentato.
    chissà perchè son convinto che non cambierà niente nella testa di queste persone.
    io non faccio parte di nessun gruppo di tifosi da anni.
    ma qui si parlano di fatti.
    cercate su internet sabato 5 novembre rissa piazza della repubblica…

    trovate qualcosa?
    e non ditemi che non c’è copertura dei media visto che si parla anche di schiaffi tra turisti fuori dai pub.
    una rissa in piazza della repubblica farebbe piu clamore no?

    fra l’altro dire “chi ha preso parte alla rissa e ha sbagliato sa che la pagherà” mi pare anche onesto.

    non mi stanno per niente simpatici questi dell’1926 presi collettivamente.
    ma hanno tutto il mio supporto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rudy - 1 anno fa

    Interpretando il comunicato mi sembra di capire che uno di loro ha menato un romano mentre gli altri 19 stavano a guardare. O ho capito male ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele - 1 anno fa

      un romano e un fiorentino si sono picchiati e il romano ha avuto la pèpeggio, gli altri erano al pub a bere e per una rissa tra due persone ne sono state diffidate 20 alcune delle quali non erano nemmeno a bere nel pub in quella piazza, alla questura non interessa chi materialmente ha commesso il fatto alla questura interessa colpire gli elemnti di spicco del gruppo 1926 prendendo ogni fatto come scusa indipendentemente se erano presenti o no, tanto se anche a processo ruscissero a farselo levare intanto passano due o tre anni prima della sentenza anni in cui intanto uno deve scontare la diffida senza aver fatto niente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giacks3d - 1 anno fa

        Nel comunicato non c’è scritto che erano al pub a bere, ma che erano a pochi metri dalla rissa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Daniele - 1 anno fa

          che è successa a pochi metri dal pub davanti al quale erano tutti a bere

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. zachini - 1 anno fa

    A me ieri hanno fatto una multa in un posto dove non ero mai stato.
    Chiederei gentilmente alla Curva Fiesole 1926 se si potesse fare uno sciopero del tifo di 10 minuti per la prossima partita in casa….

    Vdz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 1 anno fa

      Perché vuoi fare il simpatico a tutti i costi. Non so come possa essere, che a venti persone sei piaciuto. Questo la dice lunga sul tipo di persone che commentano qui

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy