Cecchi: “Esorcizzato lo spettro retrocessione. Mi aspetto vittorie con Parma e Benevento”

Ospite a Radio Bruno, Stefano Cecchi ha parlato lungamente dei gigliati

di Redazione VN

Stefano Cecchi, editorialista de La Nazione, è stato ospite di Radio Bruno, queste le sue dichiarazioni:

Forse abbiamo esorcizzato lo spettro retrocessione. Con lo Spezia era importante arrivasse questo risultato. Kouamé? La pazienza aiuta ma lui difficilmente ha mandato segnali.

Stadio? Commisso credo abbia voglia di fare lo stadio, ma credo voglia togliersi qualche soddisfazione a livello sportivo.

Partita con lo Spezia? La formazione del primo tempo era una formazione logica ed equilibrata. Trovo ingeneroso condannare Prandelli per il primo tempo.

Prossimi impegni? Non credo perderemo con l’Udinese, mi fa paura la Roma, penso vinceremo con Parma e Benevento.

Eysseric? Può essere un’arma ma come subentrante. Non lo vedo titolare ma il calcio è fatto di momenti e speriamo che l’ultima partita possa essere la scintilla per un buon finale di stagione.

Ribery? A 38 anni ci sta di essere assenti a volte. Le gare più belle dei viola sono con Franck in campo ma non si può costruire una squadra intorno ad un 38enne. Deve essere un valore aggiunto, non un componente indispensabile.

Italiano? A La Spezia c’è un ambiente ideale per questo allenatore, andrebbe valutato anche in squadre con realtà diverse. Se venisse a Firenze sarei felice ma non aspettiamoci automaticamente ciò che sta facendo vedere allo Spezia.

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Zosima - 1 settimana fa

    È bastata una vittoria (sofferta) contro lo Spezia per rendere parecchia gente baldanzosa.
    Testa bassa e raccattiamo come possiamo questi 15 punti che ci mancano alla salvezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy