Da Ilicic a Mancini: chi è in forma e chi stenta nell’Atalanta di Gasperini

Da Ilicic a Mancini: chi è in forma e chi stenta nell’Atalanta di Gasperini

Lo stato di forma dei giocatori di Gasperini dopo la vittoria di Napoli

di Federico Targetti, @fedetarge

Manca sempre meno alla semifinale di ritorno di Coppa Italia, gara in cui l’Atalanta ospiterà la Fiorentina partendo dal 3-3 del Franchi. La squadra gigliata partirà con due giorni di riposo in più e ha più di un motivo per crederci, ma come stanno gli orobici? Queste le sensazioni dopo la partita del San Paolo di ieri:

Chi sale:

Duvan Zapata: Sembra proprio essere l’anno della sua consacrazione. Nemmeno Koulibaly è riuscito ad arginare l’ariete colombiano, che ormai da tempo ha attirato su di sé le attenzioni di diversi top club a livello europeo.

Josip Ilicic: nonostante un ginocchio malandato, è l’anima dei nerazzurri. Gasperini lo fa entrare e la partita cambia totalmente, è lui – prima ancora di Zapata – il pericolo numero uno per la Fiorentina. Se poi si considera la dura legge dell’ex

Mario Pasalic e Marten De Roon: Il croato probabilmente non giocherà dall’inizio, ma ieri ha griffato il gol-vittoria, ed è apparso a suo agio accanto all’olandese, che ormai è il cuore pulsante del centrocampo bergamasco. Entrambi a segno all’andata, servirà molta grinta a centrocampo.

Chi scende:

Remo Freuler: Apparso sottotono e sostituito (benissimo) con l’arretramento di Pasalic, lo svizzero accusa forse uno dei primi momenti di appannamento nelle ultime due stagioni e mezzo, ma il legame tattico con De Roon rimane saldo e la cerniera atalantina sarà ancora composta dai due.

Gianluca Mancini: Mertens lo ha fatto impazzire, tanto da indurre Gasperini alla sostituzione a fine primo tempo. Non che la Fiorentina abbia lo stesso potenziale offensivo del Napoli, i numeri sono chiari, ma Chiesa e Muriel potrebbero rappresentare una minaccia equiparabile a quella portata dal folletto belga…

Timothy Castagne e Robin Gosens: Non è ancora chiaro chi dei due sia il titolare della fascia sinistra. Hateboer è una certezza, ma giovedì non ci sarà per squalifica; e allora spazio agli altri due esterni di Gasp, efficaci in avanti ma non sempre perfetti dietro, specie ieri sera, contro il 4-4-2 del Napoli, che poi è la stessa disposizione tattica che Montella pare aver dato alla Fiorentina.

vnconsiglia1-e1510555251366

Ilicic e Gollini in coro: “Con la Fiorentina sarà una battaglia, siamo carichi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy