La disfatta dell’Italia è storica e senza precedenti. Ecco perché il paragone col 1958 non regge

La disfatta dell’Italia è storica e senza precedenti. Ecco perché il paragone col 1958 non regge

Le diverse condizioni che si sono create negli ultimi 60 anni non rendono possibile un confronto con l’eliminazione del 1958. Questa debacle dell’Italia è storica in tutti i sensi

L’Italia non ha superato la fase eliminatoria e non parteciperà al prossimo mondiale in Russia. L’unico precedente, in questo senso, era rappresentato dalla mancata qualificazione alla fase finale della Coppa del Mondo in Svezia nel 1958, quando gli azzurri non riuscirono a superare il girone eliminatorio che comprendeva Irlanda del Nord e Portogallo.
Questo “parallelo” storico, però, non può essere considerato nella sua totalità per un confronto oggettivo con la debacle della nazionale di Ventura contro la Svezia, ed il perché è abbastanza lampante.
La fase finale del campionato mondiale del 1958 (come tutte le edizioni disputate dal 1950 al 1978) si componeva di “sole” 16 squadre…
CLICCA PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO SU NUMERICALCIO

VNCONSIGLIA1 leggi anche– La Svezia si conferma la nostra “Bestia nera”. Nel 1983 ci negò, anticipatamente, anche l’Europeo
– 
Ranking FIFA – Il pareggio contro la Svezia fa salire di 3 posizioni l’Italia

– Italia, anno zero. Hanno fallito squadra e classe dirigente. Il cambiamento è indispensabile
– Qualificazioni mondiali – Con la Svezia salgono a 29 le nazionali qualificate alla fase finale
– Play off Mondiale, Italia-Svezia 0-0 [0-1]: azzurri eliminati, svedesi qualificati
– Nel 1983 la Svezia estromise l’Italia dalla fase finale dell’europeo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy