VIDEO VN – Faccenda: “La famiglia di Borja Valero vuole restare a Firenze”

Le parole dell’ex viola su Borja Valero e sulla Fiorentina

L’ex viola Mario Faccenda ha parlato di Fiorentina ai nostri microfoni: “Borja? La situazione è un po’ difficile. Ho allenato il suo bambino alla Settignanese per due anni. Lui vuole stare a Firenze. Non so come è adesso la situazione, ho sentito delle voci, ma lui non ha ancora firmato. Vediamo se l’Inter ha fatto questa offerta importante alla Fiorentina ma lui voleva restare a Firenze. Dei genitori mi dicevano che la società sta facendo dei giochini, ma non so che giochini siano. Certo, se lui resta a Firenze e la società non vuole, potrebbe restare fuori per due anni senza giocare, in tribuna, ma così ci sarebbe una guerra con la società. Borja è una persona molto semplice, alla buona, si è messo subito a disposizione dei genitori e dei bambini. È un personaggio importante ma sia lui che la moglie parlano con tutti, sono persone semplici e alla mano”.

Dal palco di Villa Vogel Faccenda ha aggiunto: “All’Atalanta, dove ho lavorato come osservatore, avevo segnalato Kessié. La finale di Coppa Uefa del ’90 l’abbiamo persa soprattutto a Torino, poi quello era il periodo in cui Baggio doveva andare alla Juve e fummo anche sfortunati in quella partita. Ad Avellino al ritorno mi ricordo che c’erano i tifosi della Juve che facevano casino. Di quella stagione ricordo la partita a Sochaux quando fui espulso dopo soli quattro minuti e fui squalificato per quattro giornate. La retrocessione fu brutta ma fu bravo Cecchi Gori a riconfermare tutti tranne Laudrup per risalire subito con un bravo allenatore come Ranieri. Vittorio ha fatto degli errori ma ha anche dato tanto, forse aveva dei collaboratori non all’altezza. Con noi si è sempre comportato bene”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. donkey - 3 anni fa

    Ma infatti… appena han visto che gli ci rientra l’abbonamento al frecciarossa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Chianti - 3 anni fa

    Faccenda la leggenda la dice giusta a differenza di qualcun altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy