VIDEO – Pedro non si ferma più: con l’ultima doppietta trascina il Flamengo alla vittoria

Dieci reti messe a segno nell’ultimo mese e mezzo dall’attaccante ancora di proprietà della Fiorentina tra Serie A brasiliana e Libertadores, media reti da urlo

Cifra tonda raggiunta nella notte: Pedro, con la doppietta messa a segno in campionato contro il Goias (vittoria per 2-1 del Flamengo), tocca quota 10 reti. Sono quelle messe a segno nell’ultimo mese e mezzo dall’attaccante ancora di proprietà della Fiorentina tra Serie A brasiliana e Libertadores, una media reti da urlo: un gol ogni 76′ minuti giocati. A fine anno scadrà il prestito al Flamengo, quale sarà il suo futuro?

Pedro-Flamengo
(Photo by Buda Mendes/Getty Images)
9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kewell - 2 settimane fa

    chi si intende un minimo di calcio da questa partita non può certo trarre conclusioni positive, si vedono cose che in italia giusto giusto negli amatori come il difensore che si gira di schiena su una finta di tiro a limite dell’area, roba che ti insegnano da bambini a non fare.
    Pedro, a parte una buona freddezza sotto porta, è lento e anche un po’ sgraziato, quasi impacciato nei movimenti… guardate, io non sono un estimatore di Montella ma se non gli ha mai dato una possibilità nemmeno nelle difficoltà, se ha preferito un tandem leggero senza una punta vera prima di fare giocare lui, un motivo c’è…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iG - 2 settimane fa

    ma avete visto i goals?
    libero sempre nessuno lo contrasta
    datemi retta i brasiliani ormai sono calciatori da non comprare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ameviola - 2 settimane fa

      IG, può anche essere uno scarparo, però non lo hanno mai fatto giocare 90′, almeno lo potevano far giocare 3 partite intere e poi si bollava come chioppone (vedi Kerrison o el tanque). Però qui rimane l’incognita (difese bone o poco bone…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo - 2 settimane fa

    Il campionato brasiliano non è certo quello italiano per le difficoltà che hanno gli attaccanti ad andare in gol però, visto che Pedro era giovane, nuovo e reduce da un serio infortunio; allora io mi domando: ma non si poteva aspettare almeno fino a gennaio prossimo prima di rimandarlo in Brasile senza neppure essere così sicuri di poterlo poi riprendere senza che difficoltà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. cavatorti - 2 settimane fa

    Forse è vero che i difensori brasiliani non marcano così stretto, però è assolutamente vero che Pedro sa smarcarsi dove “stranamente” arriva il pallone (fiuto del gol?).
    E’ indubbio inoltre che Pedro ha un’ottima tecnica, una perfetta coordinazione, una precisione invidiabile e una freddezza degna dei grandi bomber.
    Trovatemi una di queste qualità in cui i nostri attaccanti gli sono superiori.
    Spero sinceramente di rivederlo in viola:abbiamo bisogno anche di sognare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gerrone - 2 settimane fa

      tutti goals davanti alla porta per favore non rimpiangiamo questo che è 10 volte peggio di vhlauvic e kuame ….,piuttosto troviamo qualcuno che ci di 15/20 milioni e portiamolo che magari il genio di prade con quei soldi ci prende un regista dopo due anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jackfi1 - 2 settimane fa

    Un’altra occasione si può concedere a chiunque ma andiamoci piano. Pure gabibgol quando venne rispedito in Brasile faceva il fenomeno nuovamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. SoloLaViola - 2 settimane fa

    Ma che difese hanno in Brasile? In questo video vedo movimenti da serie C.. i centrali che danno le spalle agli attaccanti mentre calciano, corricchiando all’indietro..ma che è?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Prospero - 2 settimane fa

    Difese ridicole, 2 gol fatti e una decina sbagliati, meglio che rimanga dov’è

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy