6 maggio 1956, lo scudetto è viola con 5 giornate d’anticipo!

6 maggio 1956, lo scudetto è viola con 5 giornate d’anticipo!

Ricorre quest’oggi un importante anniversario della storia della Fiorentina

di Redazione VN

Mancano sei giornate alla fine del campionato 1955-56 e la Fiorentina scende in campo il 6 maggio 1956 a Trieste. Due giornate prima il Milan era stato sconfitto 3-0, ma i rossoneri restavano l’unico avversario prima del trionfo tricolore. I viola schierano una formazione nella quale mancano due dei protagonisti della splendida cavalcata di quella stagione, Montuori e Prini. Uno dei punti di forza della compagine gigliata di quell’anno fu rappresentato, anche, dalle riserve, che si fecero trovare sempre pronte quando chiamate in causa. E così Scaramucci e Mazza non fanno rimpiangere i titolari. Passano in vantaggio i viola con una rete di Julinho, ma gli alabardati pareggiano con Brighenti. Solo un punto dunque, ma il contemporaneo pareggio del Milan a Torino contro la Juventus assicura la matematica certezza della vittoria finale. Sono, infatti, tredici i punti di distacco dai rossoneri, una differenza incolmabile a cinque partite dalla fine (record tutt’ora imbattuto), quando, i punti attribuiti per la vittoria erano due.VNCONSIGLIA1

VIDEO – 6 maggio 1956: la Fiorentina vince il suo primo scudetto

 

Strano, ma vero: 30 anni fa la Curva Fiesole esultò per un gol subito dalla Fiorentina!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy