Vlahovic, il predestinato chiamato alla reazione. A Parma un gol alla crisi

Il serbo ha segnato un gol ma non ha avuto altre occasioni per tirare in porta in 303 minuti

di Redazione VN
dusan-vlahovic

Da ogni delusione, Dusan Vlahovic è sempre riuscito a trarre energia positiva, trascinandola in risposte sul campo. Anche stavolta il serbo si trova allo stesso bivio, ma resta comunque l’attaccante più schierato da Beppe Iachini: 303 minuti contro i 282 di Kouamé e i 157 di Cutrone. Come scrive La Nazione, anche domani al Tardini toccherà a Dusan, pronto a spiccare di nuovo il volo. Nel suo avvio di stagione c’è stato un gol alla Samp, ma nelle altre cinque gare in cui è sceso in campo non è mai riuscito a fare un tiro nello specchio della porta. Dopo la ricca offerta del Lipsia rifiutata in estate, il predestinato Vlahovic è chiamato ad una reazione e soprattutto a sprigionare la rabbia accumulata. Nel momento “no” della Fiorentina, il n° 9 si è spento e anche il suo rinnovo fino al 2025 non ha fatto passi avanti.

RIBERY, QUALE RUOLO? IL FRANCESE E’ POCO DECISIVO E INTRISTITO

FLORENCE, ITALY – OCTOBER 02: Dusan Vlahovic of ACF Fiorentina celebrates after scoring a goal during the Serie A match between ACF Fiorentina and UC Sampdoria at Stadio Artemio Franchi on October 2, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy