Una cascata di soldi per il Franchi. Ma intanto non c’è la licenza Uefa

Per Nardella non ci sono documenti che accertino l’impossibilità di accedere allo stadio. La Fiorentina però non ha potuto presentare il fascicolo completo

di Redazione VN

Su La Nazione troviamo un approfondimento sullo stadio Franchi dopo il sopralluogo di ieri del sindaco Nardella e della giunta comunale. Se da una parte l’input di Palazzo Vecchio è quello di non creare allarmismi sulle condizioni della struttura, permane tuttavia il giallo legato all’agibilità: nelle ultime ore – scrive il quotidiano – sia Guccione che Nardella hanno ribadito che non esiste alcun documento che accerti l’impossibilità di accedere allo stadio per questioni di sicurezza.

Il Comune ha sì chiesto l’agibilità di mille posti solo in conformità alle disposizioni in materia di Covid, ma solo per una questione relativa all’emergenza Covid. Resta però da capire come mai non sia stato rinnovato nei mesi scorsi il certificato statico della durata decennale (scaduto da tempo) e soprattutto perché alcuni lavori di manutenzione ordinaria negli anni non siano stati effettuati, dovendo ricorrere oggi a quelli straordinari. Anche per questo motivo la Fiorentina (in mancanza di documentazione completa) non ha potuto presentare entro la scadenza del 31 gennaio il fascicolo per ottenere la licenza Uefa.

Nardella spiega: “Ecco le differenze tra il progetto Casamonti e il nostro”

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Filippo - 2 settimane fa

    Riapriranno gli stadi prima o poi è una bella giornata uggiosa quando piove perché il sindaco Pessina Giani Renzi Rossi e tutto il soviet Fiorentino non vanno a vedersi la partita in un settore scoperto? Giusto per capire l’effetto che fa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pierre - 2 settimane fa

    Una sola parola, vergogna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BlandoTifoso - 2 settimane fa

    Mamma mia, sembra il ponte Morandi, armature tutte corrose ed arrugginite, meno male che non c’è il pubblico!

    Certo Dobbiamo proteggere questo rudere di cemento armato… Infatti tutte le costruzioni di valore erano costruite in cemento armato, Il colosseo, il duomo di firenze, l’anfiteatro di fiesole, ecc… oppure no? Mi sà che questa è l’unica opera fatta con il materiale più degradante che ci sia, (vedi tutti i quartieri di periferia indecenti in italia) ad essere considerata protetta dalle belle arti, e siamo al ridicolo! In più dovremmo pagare di tasca nostra le riparazioni di questo blocco di cemento.. quando alla fiorentina serve uno stadio che oltretutto creerebbe un indotto economico notevole, con numerosi postri di lavoro sia per costruirlo che dopo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 2 settimane fa

      Quello che hai scritto è tutto vero, però non mettiamola in termini di indotto economico perchè da quel punto di vista da cittadini fiorentini dovremmo preferire lo stadio fatto come dice Nardella perchè sarebbero soldi che entrerebbero nelle casse pubbliche mentre con lo stadio a Campi i soldi andrebbero solo alla Fiorentina. I posti di lavoro sono potenzialmente uguali (magari leggermente di più per Campi perchè le metrature sono maggiori). Limitiamoci ad essere tifosi senza dover ricercare ragioni maggiori di quelle che in realtà ci sono. Lo stadio attuale fa pena ed è stato un peccato da parte del MIBACT non cogliere l’occasione fornita da Commisso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. folder - 2 settimane fa

    “intanto non c’è la licenza Uefa”
    Tanto ci serve a parecchio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Enzo2 - 2 settimane fa

    e si fa prima a fare uno stadio NUOVO su un campo di… MARTE‼️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Staffa - 2 settimane fa

    nardella dovrebbe solo vergognarsi di aver permesso ai fiorentini di entrare in una struttura così fatiscente e pericolosa…

    dovrebbe pubblicamene chiedere scusa a tutti E DIMETTERSI SUBITO per manifesta incapacità di gestire una città come Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Albe_Lucca - 2 settimane fa

    Io vivo a Lucca quindi il mio commento lascia il tempo che trova, ma credo che Nardella dovrebbe preoccuparsi di altre faccende ora come ora, invece che (s)parlare dello stadio.
    Avevano l’occasione di far investire un privato, creando posti di lavoro ed introiti per la città senza gravare sil bilancio del comune, invece hanno mandato tutto all’aria e adesso verranno fatti lavori inutili (rattoppi vari) a spese dei contribuenti.. la situazione è drammatica, e spittanare soldi nello stadio secondo me non ha senso.. se si va avanti così la gente non ha più soldi per comprare i biglietti.. occasione persa in malo modo da Firenze questa..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. purplerain - 2 settimane fa

    Quindi c’era un fondamento di verità quando tutti dicevamo che lo stadio era lasciato a se stesso e privo di manutenzione, tant’è che adesso da lavori ordinari si passa alla manutenzione straordinaria (che per fortuna con l’assenza del pubblico ha lo stesso impatto ma se ci fosse stato avrebbe implicato disagi).

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy