Toto Formazione: chance per Igor nel confermato 3-5-2, Castro out?

Nell’edizione fiorentina di Repubblica trova spazio un’ipotesi diversa di formazione

di Redazione VN
Juventus-Fiorentina
Contro l’Udinese si preannuncia una partita delicata per la Fiorentina e per Iachini. Il tecnico viola studia la  formazione da mandare in campo domani sera. L’intenzione sarebbe quella di schierarsi ancora con il 3-5-2. Di sicuro varieranno alcuni interpreti, rispetto al pareggio di Cesena. Davanti a Dragowski la linea a tre vedrà Pezzella al centro, con Milenkovic e Caceres ai suoi lati. Per Repubblica non è da escludere l’impiego di Igor. Con l’Udinese sarà la prima da titolare per Callejon, schierato sull’out destro. All’esterno spagnolo sarà chiesto di giocare da tornante puro. Dall’altra parte confermatissimo Biraghi. A centrocampo la certezza è Amrabat che agirà nella posizione di mezzala, senza compiti di regia. A impostare la manovra viola ci sarà Pulgar. Per l’ultima maglia ballottaggio tra Bonaventura e Castrovilli, con l’ex Milan leggermente favorito. Infine l’attacco: da capire chi giocherà insieme a Ribery, alla ricerca della prima rete al “Franchi”. Al suo fianco Kouame sembra in vantaggio su Cutrone e Vlahovic.

Per La Nazione Ribery sarebbe in dubbio: ha dolore alla caviglia, oggi test decisivo

Biraghi-Ribery
Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images
17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giac - 1 mese fa

    igor???? dopo la clamorosa cappella di domenica vogliono ancora farlo giocare in serie a?? vaia vaia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 1 mese fa

    Cappellino ha voglia di andare a casa? Perché sembra abbia imboccato la strada giusta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Viola80 - 1 mese fa

    Questo ha imparato un solo modulo…

    Tanto affetto per Beppe, ma basta!! Mandatelo a casa!!

    GIOGAAAA GIOGAAAA!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. simocor_5399687 - 1 mese fa

    Ancora con il 3 5 2 , no c’è niente da fare, far fare a Cajellon tutta la fascia è da pazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bob - 1 mese fa

    Rigioca col 3-5-2 anche con lo spagnolo….con questo non c’è speranza….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Basta aspettare… Peccato che ne perderemo diverse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Antani - 1 mese fa

    Sicuramente cambiare interpreti é già qualcosa. Con questa formazione che si prospetta ad esempio abbassando Biraghi puoi difendere a 4 e risulterebbe un 4 3 3 con Milenkovic terzino (sacrificato). Altra cosa è dire che gli schemi e la tattica di gioco (che essenzialmente significa costruire una strategia con cui difendere e attaccare) non contano. Anche l’aspetto motivazionale conta. Fare l’allenatore, lo dico per esperienza diretta é gestire tutti questi aspetti contemporaneamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LoreBBB - 1 mese fa

      la difesa a 4 in fase di possesso è quello che ha detto iachini in conferenza stampa. tu hai mai visto in queste 4/5 partite milenkovic avvicinarsi alla fascia anche solo per sembrare vagamente un terzino?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Iperviola - 1 mese fa

    E aggiungo che quella parola se non la vuoi chiamare tattica puoi chiamarla movimento o fluidità….mettere insieme i migliori è un aspetto che un allenatore deve ovviamente conoscere ma poi i migliori vanno fatti MUOVERE al fine di ottenere un qualcosa che sia utile a portare il pallone in avanti, perché almeno qualcuno dei MIGLIORI possa buttarlo dentro..quindi senza un progetto di gioco anche i migliori sembrano scarsi
    Fare il centrocampista ad oggi nella Fiorentina significa non sapere dove appoggiare il pallone e quindi improvvisare, e improvvisando le partite non le vinci
    GIOCAAAA GUOCAAAA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Xela - 1 mese fa

    alle volte sento parlare di tattica e sembra che il calcio sia uno sport per laureati in fisica quantistica. I più grandi allenatori invece hanno avuto a volte la quinta elementare. Il calcio è semplice. Giocano i più bravi e crei un gruppo coeso che abbia, dal primo all’ultimo, lo stesso obbiettivo. Vincere.

    Io nn ragiono di moduli perchè uno non è meglio dell’altro. Penso semplicemente che devi far giocare i migliori nei ruoli a loro più congeniali.
    Per quanto mi riguarda con un 433 così disposto (Drago – Lirola, Milenkovic, Pezzella, Caceres – Ambrabat, Pulgar, Castrovilli – Callejon, Vlhaovic, Ribery) giocano tutti i migliori nei loro ruoli.

    Poi puoi fare delle sostituzioni tipo Biraghi/Lirola (rendendo Milenkovic est. dx), Bonaventura/Castrovilli, Kuoame o Cutrone per Vlhaovic ma alla fine mi ritroverò sempre i migliori che mi fanno al differenza in campo nei loro ruoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ghibellino viola - 1 mese fa

      La penso esattamente come te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eziogòl - 1 mese fa

      immenso, Xela!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Filo - 1 mese fa

      Per me la fai troppo facile
      Bielsa ha studiato una vita sui moduli.
      Le distanze tra i reparti certi movimenti che richiedi a i giocatori fanno la differenza.
      È come la musica le note sono sette ma puoi suonare infinite melodie.
      Il problema di Iachini è che non ha grandi idee e spesso i giocatori non sanno cosa fare perché non gli viene richiesto e insegnato come muoversi.
      Guarda Gasperini, l’Atalanta è una macchina quasi perfetta perché l’allenatore ha principi e schemi molto chiari e molto efficaci.
      Mi dispiace ma oggi il calcio è molto evoluto nella tattica e non conoscere o non essere aggiornati è un problema perché poi il campo parla e le squadre, come la nostra alle prime difficoltà vanno in crisi anche con squadre più deboli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        Possono dire cosa vogliono ma 11 buoni giocatori senza moduli fanno solo confusione, 11 discreti giocatori con dei moduli studiati fanno un buon calcio. Questa storia che basta avere gente che gioca bene e farli giocare andava bene quando il calcio era pura tecnica, oggi è pura tattica. Vedi il Verona dell’anno scorso, o il Sassuolo. L’allenatore è il fulcro principale di una squadra quello su cui gira tutto, se non è buono, anche i buoni giocatori sono inutili.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Xela - 1 mese fa

        non ho semplificato, semplicemente parto dalle basi. le logiche sacchiane di mettere giocatori a caso sulla base delle sue elucubrazioni tattiche hanno avuto senso solo quando avevi i migliori del mondo nella tua squadra. i principi tecnologici montelliani che metteva statistiche e valori di gps e quant’altro hanno funzionato quando avevi una bella amalgama in campo. poi sennò FALLISCONO. Non c’è storia. infatti hanno strafallito poi…

        Non dico che la tattica non abbia alcun valore ma se parti mettendo giocatori a caso in ruoli senza senso, togli motivazione ai giovani tipo vlaohvic o altri facendoli girare a turno allora il risultato non può essere che questo.
        Vuoi la tattica? ok, ma parti dalle basi e le basi sono quelle che ho detto io.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. augustosandol_5670139 - 1 mese fa

      Giusto, io cambierei solo Cutrone al posto di Wlaovich, Quarta (quando pronto)al posto di Caceres e francamente Castrovilli solo se torna quello che era.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bianco - 1 mese fa

    Se continua con 3 5 2 vuol dire che Iachini si vuol fare esonerare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy