Terremoto Lazio, club deferito per il caso tamponi di novembre. Ecco cosa rischia

La Procura non ha mai preso in considerazione l’ipotesi di chiudere il caso con una multa salata

di Redazione VN
Lotito

Il caso dei tamponi della Lazio, in attesa di capire come finirà l’inchiesta della Procura di Avellino, esce dai laboratori per entrare nelle aule del Tribunale Federale di via Allegri. Rinviati a giudizio il presidente Lotito, il direttore sanitario Pulcini, il medico sociale Rodia e la Lazio. Questo quanto troviamo scritto nell’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio in merito alla delicata questione sui tamponi che sta investendo il club della Capitale. Nessuna possibilità di patteggiamento, si legge. La Procura non ha mai preso in considerazione l’ipotesi di chiudere il caso con una multa salata: si parla di 8 casi di positività Covid nel gruppo della Lazio non comunicati in modo tempestivo alle Asl di competenza; dell’impiego di Ciro Immobile nella partita con il Torino vinta 4-3 (con gol dello stesso attaccante) quando avrebbe dovuto osservare un periodo di isolamento domiciliare e, per lo stesso motivo, di un altro giocatore (quasi certamente Djavan Anderson) convocato e in panchina l’8 novembre con la Juve nonostante dovesse trovarsi a casa all’esito del controllo eseguito il 2.

Lazio shock, caso tamponi: dalla nuova perizia emergono 18 positivi in più

SANZIONI

Gli inquirenti federali contestano a Lotito la violazione dell’articolo 4 del codice di giustizia sportiva, dell’articolo 44 (comma 1) delle Noif (adempimenti per la tutela medico sportiva) e della “mancata osservanza dei protocolli sanitari. Si andrà a processo. Per Lotito ci potrebbe essere il rischio (in dipendenza dalla lunghezza o meno di un’eventuale inibizione) della decadenza dalla carica di consigliere federale rappresentante della Lega. Per Inzaghi e per la Lazio, se non riusciranno a cavarsela con un’ammenda, c’è l’ipotesi concreta di pagare in punti le violazioni procedurali contestate dalla Procura. Il rischio è quello di perdere 3-0 a tavolino le partite contro Torino e Juve oltre che una penalizzazione in classifica. Il Presidente Lotito però è tranquillo e commenta “Club estraneo, piena fiducia nella giustizia”

Inzaghi-Lazio

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. violaebasta - 2 settimane fa

    Sii, aspetta e spera che tutto questo si avveri, ahahaha!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. AntonioViola - 2 settimane fa

    Al massimo gli danno persa la partita con la Rubentus 3-0. Due piccioni con una fava!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Masai - 2 settimane fa

    nulla rischia….nulla di nulla….ricordatevi che state parlando dell’unica società italiana che una debito con lo stato rateizzato in circa 50 anni? ricordo male?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. purplerain - 2 settimane fa

    Paga una multa ed è tutto risolto, se fosse successo alla Fiorentina oggi avrebbe un paio di punti di penalizzazione, si parlerebbe di scandalo, ma loro sono una squadra che ha sempre avuto le chiappe parate dalla grande macchina del palazzo, fin dai tempi della Cirio con Cragnotti, noi retrocessi e poi falliti, loro invece furono salvati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy