Strano ma vero: con Montella l’attacco è sparito

L’arrivo dell’Aeroplanino ha accentuato, anzichè risolvere, i problemi sotto porta. Da Muriel a Chiesa, astinenza senza fine

di Redazione VN
Muriel-Simeone

Quattordici punti in sedici giornate, quelle del girone di ritorno, poco meno di 0,9 a partita. La Fiorentina è in caduta libera – scrive Stadio, che parla anche dei problemi offensivi: nelle ultime 5 si è andati in rete solo una volta, a Torino contro i bianconeri, con la rete di Milenkovic. Gli attaccanti in campionato sono a secco da una vita: Muriel, che con il suo arrivo (prestito dal Siviglia) pareva aver dato la scossa necessaria al gruppo, l’ultima volta ha segnato il 10 marzo, quando riuscì a cancellare il vantaggio della Lazio. A Simeone non è servito nemmeno l’amuleto del papà. E’ fermo a quota 8 reti complessive, tra campionato e Coppa Italia. Chiesa, invece, ha cercato di dare una scossa entrando a gara in corso, ma pure per lui la rete è un miraggio che dura da 397 minuti. ATTENTA FIORENTINA, NON SEI ANCORA SALVA

 

vnconsiglia1-e1510555251366

I dubbi di Antognoni: “Ci auguriamo che Chiesa resti, ma i calciatori hanno potere contrattuale”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy