“Riave, Cesare”: la Fiorentina si ritrova, ma adesso serve continuità

L’analisi del quotidiano

di Redazione VN

Tutti spettatori del Prandelli Show. Facile, dopo una vittoria che ha dell’incredibile, roba che, in casa della Juve, non succedeva da più di 60 anni, uno 0-4 firmato da Virgili, Montuori e Magnini. La Fiorentina ha avuto più carattere e più determinazione rispetto alla Juventus, pur essendo sulla carta più debole. E la mano del tecnico si vede quando la Fiorentina attacca con coraggio l’area avversaria, pur favorita dall’uomo in più. Le reazioni di buona parte del mondo juventino certificano i meriti viola. Il calcio di Prandelli ha spesso risentito di meccanismi rotti al di fuori del rettangolo di gioco, come successe ai mondiali del 2014 in Brasile. L’impresa, semmai, sarà dare forma al risultato di Torino, trasformandolo in una base per qualcosa di meno appariscente ma più utile alla causa campionato. Ricominciare da tre, da quei tre dello Stadium. Lo scrive La Nazione.

Per il centrocampo obiettivo Demme, Nainggolan solo in prestito con diritto

Fiorentina
Photo by Valerio Pennicino/Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy