stampa

Regista cercasi: Montella chiama il suo metronomo per il gioco viola

Il neo tecnico viola cerca il fulcro del centrocampo da cui ripartire

Redazione VN

Un finale di campionato per sperimentare e iniziare a gettare le basi future. Non solo il futuro di Chiesa (ANCORA TUTTO DA DECIDERE), ma anche la ricerca del profilo giusto per una zona nevralgica del campo fondamentale per le formazioni dell'Aeroplanino come quello del regista. Dovrà farlo con gli attuali interpreti per queste ultime gare, potrà chiedere qualcosa di diverso da giugno in poi. La Repubblica quest'oggi ripercorre i vari interpreti di questo ruolo che hanno dato identità alle squadre del tecnico Da Lodi e Almiron ai tempi del Catania, passando per Pizarro insieme a Borja Valero, Mati Fernandez e Aquilani nella sua prima esperienza in viola. A Genova c'erano Fernando, Krsticic o Soriano, al Milan quel Bertolacci tornato di moda in questi giorni, oltre a Montolivo e Locatelli come vertici bassi, fino a Nzonzi e Banega a Siviglia.

Montella ha parlato di un regista puro che "si può cercare". Sensazioni chiare fin da subito, quindi: l'addio di Badelj ha lasciato vacante un ruolo che il mercato non è riuscito a ricoprire pienamente e il nuovo corso della Fiorentina dovrà innanzitutto ripartire da questo ruolo.

http://redazione.violanews.com/esclusive/vn-la-fiorentina-guarda-ancora-in-francia-occhi-su-bouanga/

http://redazione.violanews.com/stampa/dragowski-salvezza-rinnovo-del-prestito-e-contratto-allungato-gli-scenari/

tutte le notizie di

Potresti esserti perso