Quarta, trasferimento record per il River Plate. El Chino era richiestissimo sul mercato

Su Martinez Quarta fioccavano interessi da ogni parte d’Europa, la Fiorentina è stata la più concreta

di Redazione VN
Quarta

Tra pochi giorni la Fiorentina abbraccerà Martinez Quarta, il centrale argentino che sta conquistando tutti a suon di ottime prestazioni in nazionale. Quarta è stato un trasferimento record nella storia del River Plate, con i viola che sborseranno nella casse di Millonarios ben 12 milioni (bonus compresi), a cui va aggiunta una percentuale sull’eventuale futura rivendita. È il difensore che ha portato più soldi in assoluto nelle casse del club ora presieduto da D’Onofrio. Questo quanto troviamo scritto nell’edizione odierna di La Repubblica Firenze.  Martinez che si ispira a Fabian Ayala e Fabio Cannavaro, sa che servirà un po’ di tempo per adattarsi al campionato italiano. Che non sarà il più bello ma resta pur sempre il più difficile al mondo. Lucas, soprannominato “El Chino” è un difensore completo in grado di impostare, che sa adattarsi al meglio sia in una difesa a 3 che a 4. Ha molta qualità ed eleganza nel gesto tecnico, è bravo nell’anticipo e un importante stacco di testa nonostante non sia un gigante. In emergenza al River è stato utilizzato anche da mediano davanti alla difesa. Con il club argentino ha totalizzato ben 99 presenze condite da 5 reti. Su Quarta gli interessi non mancavano, dalla Spagna con Celta, Villareal e Betis, fino al Leeds del “Loco” Bielsa in Inghilterra. Anche le due milanesi aveva fatto più di un pensierino in passato. I viola però sono stati i più determinati ed hanno centrato l’obiettivo, adesso lo attendono a braccia aperte, e già da giovedì sarà a disposizione di Beppe Iachini

Ma Durante è scettico:“Martinez Quarta di medio livello. Il River ha perso la coppa per la difesa”

Quarta
LIMA, PERU – SEPTEMBER 22: Lucas Martinez Quarta of River Plate react after missing a chance of goal during a group D match of Copa CONMEBOL Libertadores 2020 between Binacional and River Plate at Estadio Nacional de Lima on September 22, 2020 in Lima, Peru. (Photo by Paolo Aguilar – Pool/Getty Images)
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 3 settimane fa

    “e un importante stacco di testa nonostante non sia un gigante”
    Daniel Passarella:altezza 1,73 cm.Quarta mi basterebbe saltasse la metà
    del Caudillo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 3 settimane fa

    Ho visto la partita con l’Ecuador e devo dire che ha giocato bene non tanto per la fase difensiva (gli attaccanti dell’Ecuador……) quanto per quella di impostazione e sembra avere due buoni piedi. Lasciamogli il tempo di capire come funziona da noi e poi vedremo di cosa è capace. Speriamo che sia un nuovo Gonzalo perché accostarlo a Passarella, per ora, mi sembra parecchio azzardato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dallapadella - 3 settimane fa

    Sui centrali argentini la viola ha una tradizione di lungo corso.
    E’ vero che Gonzalo e Pezzella sono costati meno e avevano il vantaggio di aver giocato in Spagna ma come prezzo non mi sembra esagerato.
    Adesso fatelo ambientare con calma e avere un buon difensore capace di impostare sarebbe tanta roba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BlandoTifoso - 3 settimane fa

      Bravo, sono d’accordo! Come hai detto, non è passato per un campionato affine come quello spagnolo quindi il suo ambientamento sarà più lungo e ci vorrà pazienza! Ma, questo è uno che dalla NS 3/4 è capace di fare un lancio direttamente sui piedi di un esterno d’attacco! Sarebbe proprio il profilo di difensore regista, ha 6 mesi per imparare da Pezzella e Milenkovic, poi probabilmente se tutto va bene sostituirà il Serbo. Tanto quel residuo di lavorazione industriale del RA.. non lo farà rinnovare! E avanti cosi morto un papa se ne fa un altro ma basta smettere di tenere i giocatori controvoglia col muso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy