“Pochi cambi”, ma solo a parole. Prandelli mette mano alla Viola per riaccenderla

L’analisi

di Redazione VN
cesare-prandelli

“Non posso cambiare tutto e subito”, ha detto Prandelli, eppure qualche cambiamento, all’ora di pranzo, lo vedremo. Il Corriere Fiorentino torna sulla conferenza stampa di ieri, preludio al ritorno sulla panchina del Franchi 3850 giorni dopo quello che sembrava un addio. Modulo diverso, concetti chiari. Il destino mette di fronte il Benevento, primo avversario senza Davide Astori ormai tre stagioni fa, ma arriverà presto il momento di mettere da parte i doverosi sentimentalismi. Se la Fiorentina si è affidata a Cesare, il motivo è che Cesare deve tirarla fuori dal vuoto in cui si è cacciata.

Convocati: ok Pezzella, non ce la fa Callejon. Si rivede un esubero

immagine facebook ACF
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy