Più occasioni, ma sempre gli stessi pochi gol. Fiorentina, numeri da paura

Domenica la Fiorentina va a Bergamo, contro una squadra che nelle ultime sette sfide ha quasi sempre fatto risultato

di Redazione VN
Fiorentina-Cutrone-Vlahovic

Numeri che suonano come un campanello d’allarme: contro il Genoa la Fiorentina ha interrotto un digiuno dal gol lungo 489 minuti, ma per trovare un gol degli attaccanti bisogna tornare indietro al 2 ottobre, alla terza di campionato contro la Samp quando a metterla dentro fu Vlahovic. Una striscia aperta di 648 minuti che il Corriere dello Sport – Stadio analizza come un problema collettivo. Solo Udinese, Parma, Genoa e Crotone hanno segnato meno della Fiorentina, ma solo il 18% dei gol viola (2 su 11) è arrivato dai piedi delle punte. Contro l’Atalanta – scrive il quotidiano – servirà capitalizzare al massimo le occasioni, per tornare a quella vittoria che manca dal 25 ottobre. Nelle ultime sette sfide contro i nerazzurri, tra campionato e coppa i viola hanno vinto solo in un’occasione, subendo quasi due gol a partita. Ma sebbene i numeri non siano troppo incoraggianti, da quando Prandelli è tornato al timone della squadra le occasioni sono triplicate. Tre le occasioni con il Benevento, cinque le conclusioni a San Siro che diventano 18 nell’ultima giornata: il prossimo passo dovrà essere quello di affinare la precisione.

Lo sfogo di Castrovilli: “Do tutto per la maglia, non tollero gli insulti di pochi c****”

GERMOGLI PH: 2 OTTOBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS SAMPDORIA NELLA FOTO KOUAME

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user - 2 mesi fa

    Che tristezza.Anni di miserie calcistiche e vedere le altre durante la settimana giocare le coppe. Mi sto un po’ disamorando sinceramente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy