Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Pioli, ragione e sentimento. Tra le ambizioni del Milan e l’amore per Firenze

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - MAY 30: Stefano Pioli, head coach of AC Milan's men's team during the TIMVISION Women Cup Final match between AC Milan and AS Roma Women at Mapei Stadium-Città del Tricolore on May 30, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Fiorentina-Milan di sabato prossimo è una tappa speciale per il tecnico rossonero. Astori ma non solo: rapporto straordinario con la città

Redazione VN

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport pone l'accento sul ritorno a Firenze di Stefano Pioli. Tecnicamente, l'attuale mister del Milan si è dimesso da allenatore della Fiorentina il 9 aprile 2016 dopo quasi due stagioni sulla panchina viola. Praticamente, il pubblico di Firenze che lo ha conosciuto da giocatore prima ancora che da allenatore gli vorrà sempre bene. Perché è l’uomo che ha fatto crescere tanti giovani, ed è quello che è rimasto al timone dopo la tragedia che ha colpito il club, rimettendo in sesto una squadra impaurita dopo la morte improvvisa di Davide Astori. Pioli era molto legato al capitano della Fiorentina, tanto da farsi tatuare sul braccio le sue iniziali e il numero di maglia. Un segno sulla pelle che aiuta a ricordare quello lasciato in quel gruppo di giocatori e fra i tifosi.

Ma ci sono altre cose, meno tristi, che legano il tecnico rossonero a Firenze, dove tornerà sabato per provare a vincere un’altra tappa nella lunga corsa scudetto. A Firenze ha giocato per sette stagioni mettendo radici e ha lavorato da allenatore dopo un periodo di successi e delusioni. Firenze lo aveva accolto quando era ancora un ragazzo e gli ha voluto intensamente bene anche dopo tanti anni. Pioli è abituato alle emozioni forti che il calcio genera e che a Firenze sembrano moltiplicate per mille. Da allenatore non gli sono mancate e purtroppo la peggiore è arrivata a Udine, in una mattina che pareva normale ma non lo era, con quel ragazzo ritrovato a terra nella sua camera d’albergo. Pioli seppe governare l’emergenza con umanità e forse anche per questo Firenze gli vuole ancora bene. Ma non è l’unico motivo. (...)

L'ARTICOLO COMPLETO ALL'INTERNO DEL QUOTIDIANO OGGI IN EDICOLA

 GERMOGLI PH: 7 AGOSTO 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI PARTITA AMICHEVOLE FIORENTINA VS ESPANYOL NELLA FOTO OMAGGIO PER DAVIDE ASTORI
tutte le notizie di