Per Semplici una partita casa… e Chiesa. Dal rapporto con babbo Enrico alla stima per Federico

Spal-Fiorentina sarà una partita particolare per Leonardo Semplici

di Redazione VN

Il Corriere dello Sport-Stadio parla di una partita… casa e Chiesa. Quella in programma tra Spal e Fiorentina. Una gara diversa da tutte le altre per Leonardo Semplici per il quale Firenze significa sapore di casa e Chiesa allenato per un anno. Enrico, non Federico. Era infatti la stagione 2008-2009 e Semplici guidava il Figline Valdarno in un’annata poi considerata storica per i traguardi raggiunti. In campo primeggiava e dava spettacolo Enrico Chiesa che aveva detto addio al Siena per poi ricominciare in seconda divisione. Dopo la storica promozione ottenuta in Serie A con la Spal, una delle prime telefonate a Semplici per fare i complimenti è arrivata proprio da Enrico. Adesso uno dei protagonisti della Fiorentina è Federico che, nell’estate del 2016, Semplici avrebbe portato volentieri alla Spal, incassando però il no deciso da parte della dirigenza viola.

VNCONSIGLIA1 leggi anche

– Salvatori, 4° decesso della rosa che raggiunse l’UEFA nel 1989. Stesso percorso di Borgonovo
– Ricordate Fagorzi? Il suo caso è finito in tribunale: ecco cosa è successo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy